“Moscerine” di Anna Marchesini: “Un’indimenticabile galleria di personaggi tra comicità e cognizione del dolore” | RECENSIONE

0
318
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

di Anna Profumi

Vorrei consigliare a tutti voi, un bellissimo libro letto in questi giorni tutto d’un fiato. Non è assolutamente un libro recente, ma a me sapete piace scovare piccole “chicche” datate.

S’intitola “Moscerine” (sì, al femminile!) edito da Rizzoli e l’autrice è la bravissima Anna Marchesini, la grande attrice scomparsa qualche anno fa, di cui tra l’altro ho potuto apprezzare le inaspettate doti letterarie.

 “Qui dentro ci sono nove racconti a forte carica umoristica in cui la narrazione esalta aspetti microscopici talvolta invisibili dell’esistenza, insospettabili trame, elementi irrilevanti eppure capaci di ribaltarne il racconto. In quasi tutte queste storie esiste un imprevisto trascurabile, un tarlo, un insetto che si insinua sornione nella trama, si intrufola, si accomoda, si incista, si nutre al buio, fa la tana, corrode, si ingrassa, prolifica, crepa e deflagra sino a provocare il ribaltamento della trama e costringere la storia a riscrivere il finale. Mentre ci disponiamo ad osservare il disegno che incessantemente la vita traccia sulla tela dei personaggi, nel momento in cui giriamo il quadro scopriamo che un qualche diavolo di inaccessibile vizio, una sequela di accenti di cui non ci siamo accorti, uno scivolone, una carezza involontaria, una luce accesa nella casa di fronte, hanno mutato del tutto la scena. E così a cucire le trame dei destini della vita ma anche della morte è un filo invisibile di fulminee irrilevanze, moscerine appunto in grado di travolgere gli eventi e di precipitare i personaggi da situazioni sentimentali in disgrazie irresistibilmente comiche o così indicibilmente tragiche da sfiorare la farsa.” (Anna Marchesini)

Il libro si articola appunto in una serie di differenti racconti e personaggi , legati da un filo conduttore personalissimo che proiettano i personaggi di Anna in un microcosmo al “femminile”.

Indubbiamente riscontro nelle pagine di questa raccolta l’influenza di letture pirandelliane ed una introspezione non comune dell’autrice a scavare nei sentimenti e nella vita dei personaggi, passando dall’ilarità, alla tristezza, al dolore creando al tempo stesso situazioni assolutamente reali e condivisibili.

Un libro quindi che consiglio di leggere in questo periodo di “arresti domiciliari” dovuti alla diffusione del coronavirus, perché non implica una concentrazione continua e la diversificazione dei racconti  ci permette di scegliere quelli a noi più congeniali.

In particolare vi segnalo i miei racconti preferiti intitolati rispettivamente  “Lisetta” ed “In punto di morte”, forsei più tristi, ma quelli che a mio avviso riescono a coinvolgere e toccare le corde più profonde del nostro animo.

Come recensito dal Corriere Della Sera e da Vanity  Fair  Anna Marchesini costruisce “Un’indimenticabile galleria di personaggi tra comicità e cognizione del dolore”, ed inanella protagonisti apparentemente incolori, le cui esistenze sono attraversate, modificate, ribaltate, private improvvisamente dello svolgimento o al contrario su due piedi arricchite da un imprevisto, un accidente trascurabile ma definitivo”.

Vi trascrivo alcune righe di un racconto:

 “Se ne faceva uno scrupolo, a confessarle certi pensieri; meglio lasciarle nel sottosuolo quelle notizie senza peso specifico, moscerini che diventano visibili solo quando vivono nel nulla, quando galleggiano dentro la vita divenuta piccola piccola e priva di orizzonte”…

 Per chi fosse curioso, non rimane che comprare il libro e scoprire il seguito. Buona lettura!

Anna Profumi

Previous articleCaso Pitzalis/Piredda a nove anni dal rogo di Bacu Abis: la criminologa Elisabetta Sionis fa il punto della situazione.
Next article“Tradimento”: Mariano s’innamora di Simona” | di Daniela Cavallini
Anna Profumi
SHORT-BIO | ANNA PROFUMI Mi presento. Sono romana di nascita, ma genovese di adozione, poiché poco più che bambina mi trasferisco assieme alla mia famiglia nel capoluogo ligure, dove completo tutti gli studi superiori e successivamente intraprendo la mia attività lavorativa. Appena diplomata in lingue estere svolgo mansioni di interprete in una società di navigazione e successivamente presso la IP Sezione Chimica. Dopo qualche anno sono assunta da una multinazionale americana con la qualifica di Segretaria di Direzione, a stretto contatto con le varie società estere ed i più importanti clienti italiani del polo chimico. Terminati gli impegni d’ufficio, dopo aver usufruito di un pensionamento anticipato, mi iscrivo alla Facoltà di Lettere e Filosofia della mia città, che frequento per approfondire le mie conoscenze in campo umanistico. Le passioni di una vita? La letteratura, la poesia, l’arte in tutte le sue forme e la cultura in generale. Da qualche anno a questa parte, riscopro la passione di sempre, il piacere della scrittura, e pubblico con la casa editrice Salvatore Monetti di Battipaglia, ben quattro romanzi. Il primo, edito nel 2016 è intitolato “Geisha”. I successivi nell’ordine, sempre per Monetti Editore sono stati: “Una donna, una Regina”, biografia storica di Maria José di Savoia, ultima regina d’Italia, “L’Inganno” romanzo dell’aprile 2017. “Il filo di Arianna” uscito nel novembre 2017, and last but not least “Il Dubbio”, pubblicato nell’aprile del 2019. Alterno l’attività di scrittrice, con la recensione di libri, e pubblico periodicamente come blogger articoli su alcune riviste sul web. Da quasi cinque anni amministro un gruppo culturale molto seguito su Facebook che conta migliaia di iscritti e conduco una pagina personale sul web dove posto riflessioni, brani, poesie, citazioni, etc., interagendo con tutti i miei numerosi amici. Recentemente ho anche creato una pagina autore intitolata “La voce del cuore”, che contiene brani e recensioni dei miei libri. Qui di seguito tutti i link relativi ai miei profili su in rete. Anna Profumi: https://www.facebook.com/groups/marionanna/ https://www.facebook.com/profile.php?id=100009082468091 https://www.facebook.com/profile.php?id=100009082468091