“Voglia di una Benedetta Primavera” | di Maria Rosa Bernasconi

0
339
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Voglia di una Benedetta Primavera

Mai Primavera è stata più Primavera di questa
Nelle città metropolitane si respira aria pura
Il cinguettio degli uccellini al mattino ci desta
Il regno animale s’è risvegliato senza paura.

Il cielo immenso è sempre azzurro come nulla fosse
L’aria più lieve, sbocciano fiori nei prati e nei giardini
Madre Natura ignora che si comincia con febbre e tosse
Un percorso ad ostacoli, che più non possiamo stare vicini.

Nella stagione di amori primaverili, si risvegliano i sensi
L’umore si veste d’allegria, scatta il corpo e pur la mente
Alle gite fuori porta, stare all’aperto, con nostalgia ripensi
Con il sole che splende, dover stare in casa è deprimente.

Esiliati fra le quattro mura, fino a quando non sappiamo
Con la voglia di una Benedetta Primavera, non sul calendario
Siamo prigionieri del virus, ancora un vaccino non abbiamo
Chissà quando finirà la sofferenza e questo lungo calvario.

Le attività commerciali stanno riaprendo col contagocce
Siamo in recessione e l’economia non ripartirà col botto
Con la crisi globale in atto, armiamoci di munizioni e frecce
Niente più sogni, tranne quello di vincere al Superenalotto.

Maria Rosa Bernasconi

Previous article“Tradimento”: Mariano s’innamora di Simona” | di Daniela Cavallini
Next article#iorestoacasa… Dedicato a te | Spunti per #aiutiamochiesolo
Maria Rosa Bernasconi
Mi chiamo Maria Rosa Bernasconi e vivo a Milano. Sono una "poetessa atipica" dotata di grande cuore e spirito di osservazione che mi inducono istintivamente a trasporre la realtà in rima, talora in modo pungente ma sempre con "sprazzi del cuore". "Attualità in Rima" non è una Rubrica di poesie tout court, ma un tramutare in rima i fatti. Uno scardinare le chiavi del giudizio in maniera nuova e accattivante. Non ho remore ad attaccare la nostra "Bella Italia" pur con l'amore che ripongo nei suoi confronti, quell'amore che mi fa arrabbiare ma che nello stesso tempo mi spinge a difenderla dagli attacchi stranieri. Sono molto legata al tema delle donne, alle vittime del femminicidio. Le mie poesie sono spesso spunto di discussioni in ambito scolastico. Ho scritto su Papi, Presidenti di destra e di sinistra. Ho dedicato versi a molti cantautori: Tenco, De André, Battisti, Jannacci, ad attori e attrici e ai molti personaggi del mondo dello spettacolo. Ho messo in rima l'intero Zodiaco. Le rare volte in cui non scrivo in rima, m'invento interviste immaginarie anche con gli oggetti. Non metto freni alla mia fantasia alla maniera di Esopo e Rodari e sogno il mio libro per ragazzi pieno di storie fantastiche e filastrocche, già in cantiere. Con altri autori, ho scritto poesie su e-book "APPUNTI DI-VERSI, D'IMMAGINI E D'IMMAGINAZIONE".