“L’Angelo veste Armani” | di Maria Rosa Bernasconi

0
468
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Giorgio Armani, lo stilista italiano di cui andare fieri nel mondo, ha dichiarato che il 10% del ricavato delle sue collezioni Primavera-Estate 2020 sarà devoluto agli enti impegnati nella lotta contro il coronavirus. Oltre ai suoi abiti, continuerà a produrre camici protettivi monouso. Lo storico murale in Via Broletto a Milano è dedicato all’immagine della dottoressa con le ali, che culla l’Italia malata, nella morsa del Covid-19.

L’Angelo veste Armani| di Maria Rosa Bernasconi
È taciturno e schivo
Ma un po’ lo è sempre stato
Oggi di lui vi scrivo
Da sempre l’ho ammirato.
 
Ornava le vetrine
dei Grandi Magazzini
Merletti, pizzi e trine
Ripose nei cestini.
 
Lui come un architetto
Ridisegnò la donna
Lo stile era più netto
Non solo blusa e gonna.
 
Completi, pantaloni
Tutti destrutturati
Uso ‘sti paroloni
Per dir che li ha cambiati.
 
Le giacche a un petto solo
Ti scivolano addosso
E dopo spicchi il volo
Salti per lungo il fosso.
 
Discreta è l’eleganza
La nota è mai stonata
Volteggi nella stanza
Da tutti sei guardata.
 
Preziosa e pur sensuale
Val ben che si distingua
L’abito n’è mai banale
Ambito in ogni lingua.
 
I suoi sono modelli
Che stanno bene a tutti
Ci fan sembrar più belli
Mai uno che si butti.
 
Un’orda di stranieri
Son qui solo per lui
Dobbiamo esser sinceri
È luce in tempi bui.

 

Escono dai negozi
Con buste bene in vista
Sfidano gli equinozi
Sua griffe: quadro d’artista.
 
Bello come un attore
Pur coi capelli bianchi
È sempre il mattatore
Mai défilé che stanchi.
 
Non è soltanto moda
È un tocco di magia
La fiaba è sempre nuova
Sotto la sua regia.
 
Milano è dire Duomo
La Scala e il Castello
Ma il nome di quest’uomo
Pur scrivo sul pannello.
 
In fila per Leonardo
La Cena: che dipinto!
Come “un Armani” guardo
Mi viene per istinto.
 
Re Giorgio, sempre lui
Ieri, oggi e domani
Giusta ragion per cui
Grazie Signor Armani.
Maria Rosa Bernasconi

 

 

 

 

 

 

Previous article“Siamo a Mare” | Sulla Brass Web TV spettacolo dedicato agli eroi uccisi dalla mafia
Next articleGelosia: Andrea Giostra e Daniela Cavallini | dialoghi simulativi e riflessioni
Maria Rosa Bernasconi
Mi chiamo Maria Rosa Bernasconi e vivo a Milano. Sono una "poetessa atipica" dotata di grande cuore e spirito di osservazione che mi inducono istintivamente a trasporre la realtà in rima, talora in modo pungente ma sempre con "sprazzi del cuore". "Attualità in Rima" non è una Rubrica di poesie tout court, ma un tramutare in rima i fatti. Uno scardinare le chiavi del giudizio in maniera nuova e accattivante. Non ho remore ad attaccare la nostra "Bella Italia" pur con l'amore che ripongo nei suoi confronti, quell'amore che mi fa arrabbiare ma che nello stesso tempo mi spinge a difenderla dagli attacchi stranieri. Sono molto legata al tema delle donne, alle vittime del femminicidio. Le mie poesie sono spesso spunto di discussioni in ambito scolastico. Ho scritto su Papi, Presidenti di destra e di sinistra. Ho dedicato versi a molti cantautori: Tenco, De André, Battisti, Jannacci, ad attori e attrici e ai molti personaggi del mondo dello spettacolo. Ho messo in rima l'intero Zodiaco. Le rare volte in cui non scrivo in rima, m'invento interviste immaginarie anche con gli oggetti. Non metto freni alla mia fantasia alla maniera di Esopo e Rodari e sogno il mio libro per ragazzi pieno di storie fantastiche e filastrocche, già in cantiere. Con altri autori, ho scritto poesie su e-book "APPUNTI DI-VERSI, D'IMMAGINI E D'IMMAGINAZIONE".