Sulla Brass Webtv una serata dedicata ad Irio De Paula

0
132
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La musica jazz brasiliana protagonista con Robertinho De Paula ed Ana Flora. Da venerdì 19 sino al 25 giugno in rete sulla Brass Webtv

Jazz e samba d’autore per un concerto dedicato ad Irio De Paula che inaugurò nel 1974 il Brass Group Jazz Club. La storica cantina di Via Duca della Verdura che sarebbe diventata sede del più antico jazz club italiano. In scena, Tribute to Iriocon il figlio, Robertinho De Paula, degno erede del famoso artista. Che per l’occasione, ritornato a Palermo, ha ricordato a suon di jazz-samba, Irio De Paula. Il 22 febbraio del 1974 fu proprio Irio ad inaugurare la straordinaria e storica  cave di Palermo, in tutto e per tutto uguale ai club europei dove suonavano i rappresentanti più prestigiosi della musica jazz. E nella remota, precoce primavera palermitana quella inaugurazione, Irio De Paula la rese indimenticabile con un concerto affollatissimo, nel quale egli ebbe accanto il bravissimo e funambolico batterista suo conterraneo Afonso Vieira, il pianista Ignazio Garsia e l’architetto Manlio Salerno al contrabbasso. Dall’esperienza musicale dei primissimi anni, concretizzata nella costituzione di un’orchestra jazz diretta da Ignazio Garsia stesso, la “Brass Group Big Band”, nacque l’idea di fondare un vero e proprio organismo che producesse musica non soltanto orchestrale. Per affermare il principio secondo il quale ciò che qualifica una comunità è la capacità che essa ha di produrre. Nel nostro caso: arte musicale. Un ricordo indelebile nella mente di molti appassionati è di certo Irio De Paula, eccelso interprete di confine tra la musica brasiliana ed il jazz. Con una nuova produzione, la Fondazione The Brass Group presenta un tributo alla musica di Irio, invitando il figlio Robertinho, che dal padre ha di certo ereditato qualità esecutiva di gran spessore alla chitarra. Il concerto dedicato al grande artista espressione della musica brasiliana ha affascinato il pubblico tra bosse, samba, ballads, con sonorità striate dal più corposo e robusto jazz di tradizione afro-americana. Robertihno è stato accompagnato per l’occasione dalla cantante Ana Flora e da una ritmica di maestri della Scuola Popolare di Musica della Fondazione: Diego Spitaleri (piano), Fabio Lannino (contrabbasso), Fabrizio Giambanco (batteria) e completata da Vincenzo Favara (percussioni).

Il concerto in rete nella Brass Webtv, a cui si può accedere dal sito della Fondazione www.brassgroup.it, pigiando sull’icona brasswebtv, sarà accompagnato da alcuni contributi video con note biografiche e musicali da parte di Gigi Razete, giornalista ed esperto della storia della musica jazz.