“GRATIS” | di Marco Cagnolati

0
192
Marco Cagnolati con mascherina anti-virus Covid-19
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Occorre portare la mascherina quando fanno certe richieste. Siccome alcuni non hanno ancora la notorietà che fa tariffa, non tutti sono disposti a pagare gli intellettuali, anche se sono competenti. Approfittano pure del fatto che certi si esprimono e operano per passione. Ha ragione Luca Nannipieri: gallerie d’arte, case editrici, librerie e quotidiani nazionali, hanno registrato il crollo dei fatturati, chiedono perciò aiuto non retribuito, a chi può contribuire, per risollevare la situazione, in cambio della conseguente notorietà. Resta il fatto che lavorare gratuitamente significa consolidare una pessima consuetudine che sta distruggendo il mondo del lavoro impalpabile e invisibile, ossia quello degli intellettuali. Non chiedono a un medico, ad un insegnante o ad un elettricista, di lavorare gratis perché siccome il loro lavoro non genera visibilità immediata, non si può fare lo scambio dei favori. A rimetterci è l’intero mondo dell’arte e della cultura. “So già dove andrò a finire, ma non lo dico, altrimenti mi fregano il parcheggio.”

Marco Cagnolati

Previous article“Intervista all’artista Franco Bartolo Longo” | di Aurora d’Errico
Next article“Repressione emotiva e morte interiore contrastano con l’amore” | di Daniela Cavallini
Marco Cagnolati
ARTISTA - Nato a Boretto il 15 marzo 1959 (in provincia di Reggio Emilia). STUDI: Istituto d’Arte ”Paolo Toschi” di Parma - Accademia Belle Arti di Bologna - Specializzazione Polivalente a Mantova. TITOLI: Abilitazione all’insegnamento di Educazione Artistica (Ist.d’Arte ”Venturi” di Modena) - Abilitazione all’insegnamento di Discipline Pittoriche (Liceo Artistico di Bologna) - Idoneità di Concorso e Diploma di "Alta Qualificazione Docente" (Reggio Emilia). HA INSEGNATO: ”Educazione Artistica” nelle scuole medie, “Businnes” alle superiori e “Disegno dal vero” ed “Educazione Visiva” presso l’Istituto d’Arte “Gaetano Chierici” di R.E. (1^ 2^ e 3^ e 1^ e 2^ Biennio Sperimentale). Ha lavorato per il Cinema ("The last Emperor" – 9 Oscar) e la RAI TV. ESPOSIZIONI PRINCIPALI: Mostre personali a Reggio Emilia, Modena, Mantova, Bologna, Latina, Firenze, Milano, Genova, Roma, Parigi, Torino, La Biennale di Venezia “Platea dell’Umanità”-2001, Londra …ExpoArte di Bari, Bologna, Basilea, Stoccolma, Los Angeles, San Francisco, New York, Tokio, Madrid, Toronto. CRITICI: Flavia Lepre, Gilberto Cavicchioni, Romana Bagni, Luciano Caramel, Andrea Visioli, Eros Teodori, Angelo Leidi, Marzio Dall'Acqua, Alberto Agazzani, Sergio Zanichelli, Gillo Dorfles, Achille Bonito Oliva, Vittorio Sgarbi e Philippe Daverio.