“La banda” è un gradevole racconto dal sapore e dal “sapere” antico e pittoresco | di Rossana Lo Giudice

0
1398
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

“La banda” | voce e interpretazione di Rossana Lo Giudice con la partecipazione di Mastro Saro Giostra | Racconto tratto dalla raccolta inedita “Mastr’Antria e altri racconti”

da YouTube:

da Facebook:

da Google Blogspot:

https://andreagiostrafilm.blogspot.com/2020/10/normal-0-14-false-false-false-it-x-none_71.html

“La banda” è un gradevole racconto dal sapore e dal “sapere” antico e pittoresco | di Rossana Lo Giudice

Il sacro e il profano, i riti religiosi e la tradizione, sono il liet motiv di questo brano scritto dalla bellissima penna di Andrea Giostra, e tratto dall’omonimo romanzo inedito “La Banda” che ha già vinto, anzi stravinto, numerosi concorsi letterari.

Un testo che racconta di Sicilia e sicilianità. In cui l’autore ancora una volta “canta”, “cunta” e decanta la sua terra ed il suo dialetto, in cui è interamente scritto, regalando al tutto una musicalità ed una magia sonora senza eguali. Restando sempre fedele al suo stile impeccabile e “fresco”, iconico ed evocativo: che coinvolge, rendendo il lettore quasi fosse partecipe alle scene descritte. Come se le vivesse in prima persona. Caratteristica, questa, saliente e comune a tutti gli scritti di Giostra.

Ogni parola sembra essere dipinta, disegnata, ricamata e intrisa di bellezza e poesia.

Quando l’autore scrive pare intinga la penna come fosse un pennello su di una tavolozza di ricordi, atmosfere ed emozioni; che indossi soltanto l’anima quando scrive. Un’anima nuda, senza orpelli, vera.

La location confinata nel paese di Montedoro, le amenità del luogo, i sapori perfino delle liccumarie a tinchitè, che i suonatori della banda gustano per gentilezza dei proprietari dei bar del paese che fanno a gara a chi offre ai purtatura da vara i dolci siciliani più buoni, sono deliziose pennellate di folclore!

Per chiosare, “La banda” è un gradevole racconto dal sapore e dal “sapere” antico e pittoresco. Di una Sicilia ancorata al passato ed alla tradizione, come quella della processione del Santissimo Crocifisso.

Ciàra, ovvero profuma, di umanità, gente umile e genuina come l’autore!

Rossana Lo Giudice


Voce e interpretazione di Rossana Lo Giudice

https://www.facebook.com/rossana.logiudice

Pagina Fb ufficiale de “I sospiri dell’anima”:

https://www.facebook.com/rossanalogiudiceartista/

Rossana Lo Giudice

Autore: Andrea Giostra:

https://www.facebook.com/andreagiostrafilm/

https://andreagiostrafilm.blogspot.it

https://www.youtube.com/channel/UCJvCBdZmn_o9bWQA1IuD0Pg

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di YouTube:

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di Facebook:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/2499554480294100/


INFO E CREDIT:

Credit Ph. Salvatore Purpura di Montelepre

https://www.facebook.com/salvatore.purpura.73

Musica tratta da:

Massimo Agostinelli plays Steve Hackett: Horizons

https://youtu.be/XghdrhbQ3GM

Hashtag:

#rossanalogiudice #sospiridellanima #labanda #mastrantriaealtriracconti #novellebrevidisicilia #andreagiostra #andreagiostrafilm

Previous articleRome Art Week 2020 V edizione | 26-31 ottobre 2020
Next articleMaria Tronca, scrittrice palermitana, presenta il suo libro, “L’ultima punitrice” | INTERVISTA
Rossana Lo Giudice
Tenterò di raccontarmi in poche righe! Non so se ce la farò essendo prolissa, senz’altro eviterò di tediarvi riportando per intero il mio Curriculum Vitae! Ho un percorso di studi universitario in campo pedagogico. Sono un’artista eclettica: poeta, scrittrice e musicista. Diplomata in pianoforte al Conservatorio, coltivo altre passioni quali la recitazione, il disegno e la fotografia. Amo l’arte nella sua ineffabile bellezza e poliedricità delle sue espressioni. Scrivo sin da quando ero piccina. Sono una famelica di scrittura: quando la penna guizza sulla carta mentre dita ballerine ne accompagnano il movimento come fosse danza di farfalle, ne sono ben felice. Sempre pronta a catturare emozioni per destarne altrettante a chi mi legge. Cammino sovente con un taccuino in borsa per annotare ciò che scalfisce la mia attenzione, che solletichi la mia ispirazione; “fotografando” squarci di quotidianità. Emozionarmi per emozionare è il mio “modus operandi”. Amante della mia Sicilia e studiosa delle sue tradizioni popolari da alcuni anni mi sono pure cimentata nella scrittura dialettale: fra canti, cunti, novelle e pujsie! Sovente collaboro artisticamente con attori prestigiosi i quali si prestano alla lettura dei miei testi. Amo definirmi un “cantastorie”, un menestrello che intrattiene a corte. Un giocoliere di parole. C’è poi un aspetto di me più intimo e profondo che esprimo attraverso quelli che chiamo “sospiri dell’anima”. Qui racconto il mio microcosmo interiore: le gioie, le lacrime ,le inquietudini e i malumori dello spirito. La mia ineluttabile voglia di scrivere qui diviene un vero canto dell’anima!