Quel “Mostro” chiamato “Miseria” a seguito della pandemia | di Aurora d’Errico

0
260
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Ben ritrovati cari lettori, nella mia rubrica: “In salotto con Aurora”.

Oggi, vorrei parlarvi di un’altra conseguenza che il diffondersi del virus killer, più noto come Covid-19, sta facendo emergere accanto alle migliaia di persone contagiate, ovvero quella dei “nuovi poveri”.

Già prima dell’arrivo del virus, la nostra economia versava in uno stato di sofferenza, ma con il diffondersi del virus, la situazione è precipitata. Infatti, tantissime famiglie che non avevano mai avuto bisogno di aiuti, si sono viste “costrette” a rivolgersi alla Croce Rossa italiana e alle varie Caritas, sparse un po’ su tutto il territorio nazionale, per ricevere sostegno per i beni di prima necessità. Si tratta di centinaia di famiglie che avevano investito i risparmi di una vita per realizzare il sogno di aprire un negozietto, un esercizio commerciale e di altre centinaia di persone che vivevano di lavori precari o in nero, senza alcun ammortizzatore sociale e che, purtroppo, hanno perso tutto. Secondo l’ultimo rapporto della Caritas, la richiesta di aiuti delle famiglie è passata dal 31% al 45% e questo, perché circa il 30% dei beneficiari sarebbe rappresentato, appunto, dai “nuovi poveri”, dovuto al diffondersi della pandemia, tanto che per il 2021 si prevede un numero dei poveri pari a 150 milioni.

È come se tutto d’un tratto fossimo tornati nel periodo del dopoguerra, in cui centinaia di persone avevano perso oltre la vita di molti cari, le loro case a seguito dei bombardamenti, il loro lavoro, i risparmi e ogni loro speranza. Solo che la guerra che adesso stiamo vivendo non è fatta di bombe, missili, mitra, cannoni, esplosioni, ma è una guerra silente, una guerra contro un nemico invisibile ma altrettanto pericoloso e distruttivo.

È questa la nuova realtà che stiamo vivendo in questi ultimi mesi. Una realtà difficile, dura da sopportare e sconosciuta per molti di noi. Abbiamo avuto cioè la consapevolezza di quel “Mostro” chiamato “Miseria”, un concetto per molti lontano, sconosciuto, ma divenuto “realtà” per tanti altri. Quel mostro che ha calpestato ogni dignità umana, ha distrutto i nostri sogni, ha violato le nostre aspettative, calpestando i diritti fondamentali dell’uomo.

Aurora d’Errico

Previous articleIo, colpita da Covid-19, a casa da sola da 19 giorni | di Maria Rosa Bernasconi
Next articleQuel “profumo di violette” | di Luciana Carioti
Aurora d'Errico
Affascinata del sapere fin da piccola, tanto che all’età di quattro anni e mezzo sapeva già leggere e scrivere, grazie alla vasta biblioteca paterna, si è sempre “cibata” di numerosi libri di ogni genere per cercare di soddisfare quella sete di conoscenza che ha rappresentato per lei il motore dominante di tutta la sua vita. Laureata in Giurisprudenza, Avvocato e Scrittrice, Master in criminologia e criminalistica, Master in diritto di famiglia, Giurista d’Europa, relatrice in numerosi convegni per la lotta alla violenza sessuale, al bullismo, allo stalking ed altri argomenti attuali, è stata ospite in diverse trasmissioni televisive oltre ad essere citata su alcune riviste e testate giornalistiche nazionali ed internazionali. E’ stata ideatrice e Presidente di “AZZURRO DONNA”, un’associazione culturale che l’ha vista in prima linea per la diffusione dei diritti civili, soprattutto nel campo femminile e la promulgazione della pace nel mondo, tanto da ottenere nel 2019 il “CERTIFICATE OF APPRECIATION”, un importante riconoscimento ufficiale per il lavoro umanitario a favore dei “diritti umani”, da parte della Presidente dell’N.O.P.H, Ambasciatrice della Pace dello Stato della Tunisia. Sempre nel 2019, riceve un altro importante premio, “PREMIO ALLA CULTURA”, come “SCRITTRICE”, per il Premio alla Buona Volontà nella città di Cuneo. Nel 2020, viene nominata Responsabile per la Regione Abruzzo dei volontari A.I.SO.S (Associazione Italiana Studio Osteosarcoma). Nel 2016 pubblica il suo primo libro dal titolo “AMORE, ADULTERIO E SEPARAZIONE”, una sorta di saggio sull’amore e sui motivi che spingono all’adulterio. Nel 2017, è la volta di “OBSESSION DEVIL”, il suo primo romanzo rosa/thriller che si svolge in Bretagna. Sempre nel 2017, “MIELE, ZENZERO E POESIA”, la sua prima raccolta di poesie, quasi tutte dedicate all’amore. Nel 2018, “SENTIERI VIRTUALI”, un altro romanzo rosa. Nel 2019 pubblica la sua prima favola “IL CASTELLO DELLE ROSE”, in cui parte del ricavato andrà in favore dell’A.I.SO.S.. Da qualche mese ha terminato il suo ultimo romanzo, la cui pubblicazione è prevista per fine estate e ha già iniziato il suo settimo romanzo, oltre ad una serie di nuove poesie e aforismi. Con la sua nomina come uno dei REDATTORI della Piattaforma di Mobmagazine.it, grazie al suo promotore, lo scrittore Andrea Giostra, avrà una RUBRICA tutta sua dal titolo: “IN SALOTTO CON AURORA”, in cui verranno trattati argomenti di arte, cultura e spettacolo, dove i lettori potranno interagire direttamente attraverso i loro preziosi commenti.