“Il tappeto persiano Gabbeh”… una storia d’amore basata sulla condivisione di intenti dove la carnalità incornicia la vita di ogni giorno… | di Meri Lolini

0
663
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

Leggendo questa storia, ho avuto il piacere di fare due passi nella splendida città di Palermo, dove trionfa l’arte e la sua storia. Avviene tutto nella centrale Via Maqueda e intorno al Teatro Massimo. È lì che si incontrano questo lui e questa lei, che sono i protagonisti di una storia di amore basata sulla condivisione di intenti sia attuali che futuri e dove la carnalità dei loro incontri passionali incornicia la loro vita di ogni giorno. L’incontro casuale tra loro fa rivivere i ricordi di quella storia a Fifiddu, che precisa che è terminata da più di due lustri. Anche nella descrizione di questa temporalità emerge il suo modo di porsi sempre da una persona oltre il “normale vivere”. È in quell’incontro causale, che entrambi prendono l’impegno di rivedersi. Subito nella mente di lui riaffiorano i loro incontri ai tempi dell’università ed i loro progetti del futuro e la motivazione che ha prevalso, nel non rendere la loro relazione come un rapporto di coppia stabile. Era Fifiddu, che sosteneva che se tra due persone c’è amore non è necessario ufficializzarlo, perché quello che conta è il sentimento e la passione. Maria vuole conoscere la motivazione della fine del loro rapporto e così dopo un incontro di passione carnale, dove c’è una donazione reciproca, lei lo interroga su quella assenza mentale. Lui rimane muto e così lei con il suo corpo stupendo, si chiude in bagno sotto una doccia ristoratrice. La storia la chiude lei con la sua voglia di chiarezza ignorata da Fifiddu. Lui vigliaccamente si sottrae, si nasconde in un silenzio opprimente. Immagina quel futuro e probabile incontro con Maria e pensa che lei soddisferà le sue necessità sessuali e lui non metterà in gioco nulla del suo profondo essere. Lui sarà come è sempre stato un uomo in cerca di essere soddisfatto e mai partecipe di quella relazione ed immagina che dopo questo rapporto sessuale, troveranno riposo su quel tappeto persiano Gabbeh.

Meri Lolini


Il racconto “Il tappeto persiano Gabbeh” si può ascoltare da YouTube oppure da Watch Facebook. Ecco i link a seguire:

da YouTube:

“Il tappeto persiano Gabbeh” | Legge Milena Gori | Attrice | Racconto tratto dal romanzo inedito “La banda”

da Facebook:

“Il tappeto persiano Gabbeh” | Legge Milena Gori | Attrice | Racconto tratto dal romanzo inedito “La banda”

 


Omaggio alla Donna che rinasce dall’abbandono: “Il tappeto persiano Gabbeh”, interpretazione e recita dell’attrice romana Milena Gori

La storia narrata, ambientata nella Sicilia di fine Novecento, ma che potrebbe essere anche la Sicilia attuale e contemporanea, è quella di una giovane donna, Maria, che vive una lunga storia d’amore e di passione con il suo giovane amante e collega universitario, Fifiddu. Una storia intensa e viscerale che avrà dei risvolti drammatici da un lato, ma al contempo vitali e di rinascita vivida e consapevole per una donna che finalmente prende consapevolezza delle sue debolezze, ma soprattutto delle sue qualità e delle sue grandi risorse per rinascere con più forza e determinazione sapendo così affrontare la vita con limpida contezza per quella che è e per le tante insidie che occorre sconfiggere nella quotidianità sentimentale e amorosa, ma anche nella normale vita di tutti i giorni.

“Il tappeto persiano Gabbeh” | Legge Milena Gori | Attrice:

da YouTube: https://youtu.be/9imtBOKPkKg

da Facebook: https://business.facebook.com/andreagiostrafilm/videos/431877067808325/

da Google Blogspot: https://andreagiostrafilm.blogspot.com/2020/11/normal-0-14-false-false-false-it-x-none.html

Durata video-clip: 40:00 minuti

Voce e interpretazione di Milena Gori

https://www.facebook.com/profile.php?id=100012826991796

Milena Gori

Autore Andrea Giostra

https://www.facebook.com/andreagiostrafilm/

https://andreagiostrafilm.blogspot.it

https://www.youtube.com/channel/UCJvCBdZmn_o9bWQA1IuD0Pg

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di YouTube:

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di Facebook:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/2499554480294100/

 

 

Previous article“Il tappeto persiano Gabbeh” …una storia che spinge a riflettere sugli estenuanti compromessi di coppia… | di Valeria Tufariello
Next articleCamilla Läckberg, “Donne che non perdonano”, Einaudi Ed., Torino, 2018.
SHORT-BIO MERI LOLINI Sono nata a Massa Marittima (GR) e vivo dal 1977 a Firenze. Qui arrivai appena diplomata Perito Chimico ed iniziai la mia esperienza di analista chimico prima in laboratorio privato e poi per trent’anni in un laboratorio pubblico. Mi sono occupata del dosaggio dei microinquinanti organici sia in matrici alimentari che ambientali. Successivamente ho conseguito la laurea in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Le passioni che mi hanno sempre accompagnata sono la chimica e la lettura. Dal 2019 sono pensionata. Nel 2014 ho iniziato a scrivere libri che ad oggi sono otto ed una commedia. Questi sono i testi pubblicati: Una goccia nel mare dalla casa-famiglia alla famiglia, ed. Harmakis (gennaio 2014); La passione colora la vita - per non smarrirsi nelle strade buie della depressione, ed. Harmakis (gennaio 2015); Non ci sono più le rondini? Una donna, una storia, ed. Aracne (dicembre 2015); Scegliamo consapevolmente - i tanti aspetti del cibo, ed. Aracne (ottobre2016); Sognando la pace, ed. Aracne (marzo 2017); Parliamo di rifiuti Tipologie Classificazione e Trattamenti, ed. Aracne (ottobre 2017); Il mostro vorace, ed. Aracne (gennaio 2018). Ho conseguito anche dei premi letterari: Attestato al Premio letterario “Caffè tra le nuvole”. Finalista al Premio Letterario IX edizione Casa Sanremo Writers. Una vipera in corpo, ed. Aracne (agosto 2019). Alla luce, commedia teatrale, in collaborazione con Giulia Romolini per la trasposizione teatrale del racconto. Terzo Premio al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 19 ottobre 2019. Nel 2020 " L'indimenticabile Quarantena " edito da CTL Libeccio Edizioni Finalista al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 2020 con menzione speciale della giuria con la seguente motivazione:" Miglior testo di informazione giornalistica sulla pandemia". Settembre 2021 il romanzo "LA LAMA" edito da CTL Libeccio Edizioni. Di recente ho redatto alcune recensioni a libri pubblicati da altri scrittori italiani. Meri Lolini https://www.facebook.com/meri.lolini http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=375428