“Leggere le “Novelle brevi di Sicilia” significa entrare nel pathos e nelle passioni della preziosa Sicilia…” | di Meri Lolini

0
338
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

Leggere questi racconti significa entrare nella preziosa Sicilia. Una terra con profumi inebrianti e paesaggi eccezionali dove troneggia una vasta testimonianza dell’arte con i suoi palazzi ed i suoi monumenti. Sono molto affezionata a questa terra ed alla sicilianità dei suoi abitanti. Apre la rassegna letteraria il racconto “Gli auguri della nonna ottantenne” che forte della sua vita vissuta regala al nipote il consiglio per una vita da vivere al meglio. La figura de “La bigliettaia” che cura molto il suo aspetto fisico ed accetta di rimanere lì in quell’isola con la spiaggia nera a fare i biglietti ai turisti. Trasmette la sua convinzione che lei è lì in quel posto autentico anche se lontano da tutto il resto, scegliendo  quel luogo magico anche se piccolo. Tutti i personaggi sono informati con un giornale locale ed ecco che si legge sempre il Giornale di Sicilia. Gli ambienti dove si svolgono le storie sono il Palazzo dei Normanni o Via della Libertà e si sale da Piazza della Marina sul Monte Pellegrino e così entriamo nelle realtà palermitane. Ecco che a Catania si svolge il racconto su Melita Cavallo e l’autore descrive la scena dei presenti vista da dietro commentandone le acconciature ed i capelli scompigliati dal passaggio delle mani sulle teste. L’“Agosto a Palermo” è molto simile a quello delle tante città, dove tutte le attività commerciali sono chiuse. Qui l’autore ha un’idea molto originale, paragonando questa situazione al momento di un funerale, durante il quale le attività abbassano la saracinesca. In questa storia è molto intrigante il dialogo dei paesani che si interrogano sul chi sia morto e come. In queste novelle non mancano i tanti turisti che arrivano nelle isole con le tante imbarcazioni e subito vengono accolti con le prelibatezze della pasticcerie. È proprio in una di queste che è ambientata la storia di un sindaco, che ignora il consigliere comunale. Questo viene paragonato ad uno Yorkshire che scodinzola intorno cercando la sua attenzione quasi a leccare con la lingua il suo sindaco che è occupato a vantarsi della sua bella nuora torinese e della sua nipotina. Dal Giornale Sicilia si apprende la notizia che un anziano “Senatore” è stato ucciso dal suo badante e subito il lettore si immagina la scena del delitto ed il sangue che può essere stato ritrovato. L’immaginazione arriva a far pensare come si sono relazionati il Prefetto ed il Questore. A questo punto il lettore che è su una bellissima spiaggia siciliana, si tuffa in mare e decide di buttare il giornale in un cestino per non sciuparsi la vacanza. Ci sono due pezzi sui mezzi di comunicazione, uno sul telefono ed un altro su WhatsApp e Facebook. In entrambi la persona che vuole comunicare si ritrova a fare un monologo, come se a gli altri non interessasse nulla del suo bisogno di confidarsi e di relazionarsi. Uno squarcio di innamoramento… così lo definisce l’autore. Questo è quanto accade ad un uomo che è costretto a seguire gli appuntamenti dei politici nella sala Gialla del Palazzo dei Normanni. Si reca lì sempre in ritardo e saluta frettolosamente il senatore di turno e poi sgattaiola fregandosene di quelle cerimonie. Ma questa volta l’uomo in corsa incontra lo sguardo di una donna che gli cambierà la vita. Un racconto parla del Sinnacollando che si impegna con la sua amministrazione a rendere più agevole Via della Libertà. Per questi lavori alcuni ragazzi commentano rumorosamente e l’autore paragona questo ad un teatro all’aperto dove i dialoghi sono in siciliano stretto e conclude definendo la sua città ricca di immensa vitalità. In questa raccolta di Novelle non viene dimenticato che il lunedì è sempre il peggiore giorno della settimana lavorativa, che si riapre con tante cose da fare e finisce con la riflessione che fare tante cose non ci fa mai annoiare. È nella novella “Auguri a Palermo” che viene rievocato il miracolo della liberazione dalla peste del Milleseicentoventiquattro con i festeggiamenti della Santuzza su un carro a forma di vascello. Anche in questo periodo l’umanità sta lottando contro un’infezione mondiale. I secoli si susseguono e purtroppo le malattie continuano a minare la nostra salute. È in questo racconto, che una signora nordica rivela il suo amore per la Sicilia, che era stata la meta del suo viaggio di nozze e quel suo stato d’animo gioioso le aveva fatto apprezzare sia i profumi che i colori di quella terra meravigliosa. Il racconto della grandiosa cerimonia del Club Zyz dove tantissime persone si incontrano, assaggiando una serie infinita di piatti preparati con cura. Tutto si svolge in un ambiente dove la musica  e la voce di un tenore eleva tutto ad una situazione eccezionale. La presenza di donne altolocate e ben vestite che lasciano il palco avvolte da un’aurea luminosa e diventando donne Zonta, come dice lo scrittore.

“L’amore secondo Alessandro” è rappresentato da una parabola discendente di sentimenti e passione. Tutto inizia con un’intesa magica e poi tutto si deteriora a poco  a poco con i comportamenti abitudinari che logorano gli innamorati sia nel sentimento che nella passione. Questo amore scompare. Sempre l’amore è il tema affrontato da Leandra nella sua telefonata con il suo amico. È a lui che racconta di Oleg che è l’uomo di cui lei si è innamorata. Il tempo di questo rapporto è quello della quarantena per il COVID-19 e questo incidente di percorso non consente ai due amanti di incontrarsi, e mettono in atto incontri virtuali dove affidano il manifestarsi del loro sentimento alla musica oppure alle parole di qualche canzone. La solitudine al tempo del Covid. In questo periodo l’autore vive nella casa dei suoi genitori che lui descrive sia nella sua dislocazione che nella sua ubicazione. Un paesaggio marino sul mar Tirreno e quella campagna circostante che anche nel periodo della quarantena gli consente di ammirare un paesaggio fantastico immerso in profumi e colori che le donano la tranquillità per vivere questa situazione difficile. È qui che riaffiorano storie lontane in sogni che lo riportano a valutare qualcosa di non risolto ed in questi sogni identifica relazioni con persone diverse e ripensa ad amici che non vede da molto tempo. Nel racconto “Angela l’avvocato” è molto presente la nostalgia e l’angoscia per  quell’incontro impossibile e solo sognato nella tristezza di quella lontananza da quella vita, che è stata mutata bruscamente. Nel racconto “Il dipinto” la pittrice mette nei suoi tocchi un misto di “acrilico e lacrime” e tutta l’emozione per quell’amore del suo lontano la travolge e rende quella scena pittorica parte della sua vita interiore, che prova un desiderio di essere posseduta in quegli attimi travolgenti, che loro vivono nel loro rapporto. Termino questa mia recensione con il dubbio che l’autore descrive nel racconto intitolato “Innamorato”. Infatti mi chiedo, se queste mie parole avranno stuzzicato la vostra curiosità di leggere queste storie? Se volete trascorre qualche momento di tranquillità e di riflessione scorrete queste pagine.

Meri Lolini

Meri Lolini

L’autore Andrea Giostra

https://www.facebook.com/andreagiostrafilm/

https://andreagiostrafilm.blogspot.it

https://www.youtube.com/channel/UCJvCBdZmn_o9bWQA1IuD0Pg

 Interviste ad Andrea Giostra | Play List di YouTube:

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di Facebook:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/2499554480294100/

Play List per ascoltare la lettura e interpretazione dei racconti e delle novelle siciliani da 15 attori professionisti e semiprofessionisti:

da YouTube | “Audioletture di Novelle e Racconti siciliani” | Leggono 15 artisti: attrici e attori professionisti e semiprofessionisti:

da Facebook | “Audioletture di Novelle e Racconti siciliani” | Leggono 15 artisti: attrici e attori professionisti e semiprofessionisti:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/434295254615223

Per leggere gratuitamente online le “Novelle brevi di Sicilia”, clicca qui:

https://andreagiostrafilm.blogspot.it/2017/09/novelle-brevi-di-sicilia-mia-nonna-vita.html

Link della pagina ufficiale Facebook delle “Novelle brevi di Sicilia”

https://www.facebook.com/novellebrevidisicilia/

Pagina Facebook ufficiale della raccolta inedita “Mastr’Antria e altri racconti”:

https://www.facebook.com/MastrAntria/


PER ACQUISTARE IL CARTACEO DEL LIBRO:

A seguire gli Editori che ad oggi (04-12-2020) hanno pubblicato la IV edizione delle “Novelle brevi di Sicilia” nell’anno 2020, dove poter acquistare il cartaceo:

1) “La Macia onlus editore”:

Andrea Giostra, “Novelle brevi di Sicilia”, IV edizione, “La Macia onlus editore”, Roma, ottobre 2020:

https://www.lamacinamagazine.it/

https://www.facebook.com/lamacina.onlus

https://www.amazon.it/Novelle-brevi-Sicilia-Andrea-Giostra/dp/8894261425/ref=sr_1_2

“La Macina Onlus Editore” di Roma pubblica la IV edizione delle “Novelle brevi di Sicilia”

2) “Rupe Mutevole edizioni”

Andrea Giostra, “Novelle brevi di Sicilia”, IV edizione, “Rupe Mutevole edizioni”, Bedonia (Parma), 2020:

https://www.reteimprese.it/pro_A40124B396087

Rupe Mutevole, IV edizione delle “Novelle brevi di Sicilia”
Previous articleLa prima trasformazione stilistica della storia dell’arte | di Monica Bonaventura
Next articlePlotino: Uno-Tutto, mistica e spiritualità tra Oriente e Occidente | di Roberta Bramante
Meri Lolini
SHORT-BIO MERI LOLINI Sono nata a Massa Marittima (GR) e vivo dal 1977 a Firenze. Qui arrivai appena diplomata Perito Chimico ed iniziai la mia esperienza di analista chimico prima in laboratorio privato e poi per trent’anni in un laboratorio pubblico. Mi sono occupata del dosaggio dei microinquinanti organici sia in matrici alimentari che ambientali. Successivamente ho conseguito la laurea in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Le passioni che mi hanno sempre accompagnata sono la chimica e la lettura. Dal 2019 sono pensionata. Nel 2014 ho iniziato a scrivere libri che ad oggi sono otto ed una commedia. Questi sono i testi pubblicati: Una goccia nel mare dalla casa-famiglia alla famiglia, ed. Harmakis (gennaio 2014); La passione colora la vita - per non smarrirsi nelle strade buie della depressione, ed. Harmakis (gennaio 2015); Non ci sono più le rondini? Una donna, una storia, ed. Aracne (dicembre 2015); Scegliamo consapevolmente - i tanti aspetti del cibo, ed. Aracne (ottobre2016); Sognando la pace, ed. Aracne (marzo 2017); Parliamo di rifiuti Tipologie Classificazione e Trattamenti, ed. Aracne (ottobre 2017); Il mostro vorace, ed. Aracne (gennaio 2018). Ho conseguito anche dei premi letterari: Attestato al Premio letterario “Caffè tra le nuvole”. Finalista al Premio Letterario IX edizione Casa Sanremo Writers. Una vipera in corpo, ed. Aracne (agosto 2019). Alla luce, commedia teatrale, in collaborazione con Giulia Romolini per la trasposizione teatrale del racconto. Terzo Premio al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 19 ottobre 2019. L'ultimo libro è " L'indimenticabile Quarantena " edito da CTL Libeccio Edizioni Pubblicato a luglio 2020 Finalista al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 2020 con menzione speciale della giuria con la seguente motivazione:" Miglior testo di informazione giornalistica sulla pandemia". Dal 2016 scrivo articoli su Class24 che è una rivista online di Orbassano (TO). Di recente ho redatto alcune recensioni a libri pubblicati da altri scrittori italiani. Meri Lolini https://www.facebook.com/meri.lolini http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=375428