“Aspettando il 2021” | di Meri Lolini

0
631
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ con questo pensiero di Zora Neale Hurston che arriverò al nuovo anno“Ci sono anni che pongono domande e anni che rispondono.”Il 2020 è stato colmo di interrogativi importanti e le tante risposte indecise e senza alcuna esperienza sono state la causa di tanta sofferenza e dolore. L’umanità intera ed ogni angolo del mondo è stato aggredito da questa pestilenza mondiale e nessuno conosceva questo male e quale fosse la cura per poterlo curare. Sembra un secolo ed invece nel giro di otto mesi la scienza e la medicina hanno dato il meglio della loro conoscenza e del loro sapiente studio e subito il virus è stato identificato. Con la collaborazione sinergica di tante professionalità è stato allestito il percorso di prevenzione e della cura ed ora anche il vaccino. Sono stati subito identificati i metodi per diminuire ed evitare il possibile contagio con le tre regole del distanziamento, dell’igienizzazione delle mani e dell’uso della mascherina. Questo è il comportamento preventivo, immediatamente accompagnato da una diagnostica sicura ed identificando anche il principio attivo per la cura. Sarà il 2021 l’anno della risposta a questa tragedia con l’impiego del vaccino e della ripresa sia economica che culturale di questa società ferita e quasi uccisa da tanta spiacevole sorpresa.Deve essere strutturata una risposta adeguata alle tante famiglie che non hanno più il reddito sfumato da un lavoro perduto. Le differenze sociali ed economiche sono aumentate e tanti sono i nuovi poveri che cercano l’aiuto alle varie associazioni. Troppi sono gli abbandoni scolastici dovuti al non frequentare le scuole e tante sono le donne vittime della violenza domestica ad opera di uomini preda delle varie dipendenze. I finanziamenti che arriveranno dovranno essere strutturati per creare occasioni di lavoro oltre a risolvere le immediate problematiche economiche delle persone. Solo il lavoro rende dignità alla persona. Il 2021 deve dare riposte consapevoli e fonti di sviluppo sia economico che sociale con tanta formazione e capacità di scelta. La risposta sanitaria e della scienza sta arrivando ora abbiamo necessità di scoprire percorsi lavorativi ed economici che siano fonte della rinascita meritata e dovuta alle persone in preda a tanto sconforto e sofferenza.Le difficoltà devono essere affrontate e risolte con azioni che volgono al futuro progettando lo sviluppo economico con piani strutturali che coinvolgano attività multidisciplinari dove possono confluire giovani adeguatamente preparati.Il 2021 spero tanto che sia un anno di una rinascita meravigliosa e l’esperienza vissuta sia un ricordo importante e di fortificazione di questa umanità che è da sempre il frutto della storia che ha vissuto.AUGURI DI BUON ANNO!!

 

 

 

Previous articleL’articolo sulla sessualità al Liceo Parini di Milano: tra scandalo e richiesta di rinnovamento. I primi vagiti di una rivoluzione | di Donatella Di Maio
Next articleLa Piedigrotta | di Giusy Pellegrino
SHORT-BIO MERI LOLINI Sono nata a Massa Marittima (GR) e vivo dal 1977 a Firenze. Qui arrivai appena diplomata Perito Chimico ed iniziai la mia esperienza di analista chimico prima in laboratorio privato e poi per trent’anni in un laboratorio pubblico. Mi sono occupata del dosaggio dei microinquinanti organici sia in matrici alimentari che ambientali. Successivamente ho conseguito la laurea in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Le passioni che mi hanno sempre accompagnata sono la chimica e la lettura. Dal 2019 sono pensionata. Nel 2014 ho iniziato a scrivere libri che ad oggi sono otto ed una commedia. Questi sono i testi pubblicati: Una goccia nel mare dalla casa-famiglia alla famiglia, ed. Harmakis (gennaio 2014); La passione colora la vita - per non smarrirsi nelle strade buie della depressione, ed. Harmakis (gennaio 2015); Non ci sono più le rondini? Una donna, una storia, ed. Aracne (dicembre 2015); Scegliamo consapevolmente - i tanti aspetti del cibo, ed. Aracne (ottobre2016); Sognando la pace, ed. Aracne (marzo 2017); Parliamo di rifiuti Tipologie Classificazione e Trattamenti, ed. Aracne (ottobre 2017); Il mostro vorace, ed. Aracne (gennaio 2018). Ho conseguito anche dei premi letterari: Attestato al Premio letterario “Caffè tra le nuvole”. Finalista al Premio Letterario IX edizione Casa Sanremo Writers. Una vipera in corpo, ed. Aracne (agosto 2019). Alla luce, commedia teatrale, in collaborazione con Giulia Romolini per la trasposizione teatrale del racconto. Terzo Premio al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 19 ottobre 2019. Nel 2020 " L'indimenticabile Quarantena " edito da CTL Libeccio Edizioni Finalista al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 2020 con menzione speciale della giuria con la seguente motivazione:" Miglior testo di informazione giornalistica sulla pandemia". Settembre 2021 il romanzo "LA LAMA" edito da CTL Libeccio Edizioni. Di recente ho redatto alcune recensioni a libri pubblicati da altri scrittori italiani. Meri Lolini https://www.facebook.com/meri.lolini http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=375428