«Le “Novelle brevi di Sicilia” manifestano arte, un mondo vero visto, conosciuto e raccontato con magistrale sensibilità…» | di Elena Rosa Maria Tafanelli

0
646
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Stendo due righe su quanto detto delle Novelle, degli interpreti, e mi permetto di parlare d’amore. Andrea Giostra e la sua arte, un mondo vero visto, conosciuto e raccontato con quella sensibilità sua propria. Un maestro. La stessa sensibilità che lo ha portato a scegliere gli interpreti delle sue Novelle. Leggo, ascolto e immagino, luoghi, paesaggi, personaggi, incontri, sentimenti, ragionamenti, passioni… la vita nella sua quotidianità. Come questa Novella, “L’amore secondo Alessandro”, narrata come merita, raccontata con lo stile proprio dei due attori, appunto interpreti, Valerio Toninelli da un lato e Vincenzo Bocciarelli dall’altro. Ognuno grande nella propria formazione, nella propria individualità. Ognuno con il proprio stile ha dato anima a questa Novella, “L’amore secondo Alessandro”! appunto. Alessandro, e chi come lui, ha questa visione dell’amore, qualcosa di fugace, tocca e fuggi, appartenente al mondo dei sensi, non credendo, oppure, non conoscendo, quello vero. Ma quale è l’amore vero?! Nessuno lo sa, nessuno lo può sapere. Ognuno però sa quello che vuole. Questo volere si realizza nel momento in cui si incontra la propria immagine speculare. E da quel momento inizia la magia, la conoscenza. In amore non esistono regole, non esistono catene… Esiste il reciproco, esiste il rispetto esiste il donare… esiste essere, ed essere onesti. L’amore vero è memoria. Si, memoria. L’amore vero è in quella fusione dei principi che regnano in natura. Fusione della natura umana, generata da quella universale, con i 4 regni, animale, vegetale, minerale, umano. Tutto in uno. L’amore è memoria, non certo perché legata ai ricordi. Memoria ancestrale, memoria di sé, dell’altro che giunge a te da percorsi e sentieri necessari, per essere Amore e che tu giungi all’altro con la stessa attenzione e passione. L’amore è memoria. Pertanto… se amo non mi allontano, non solo dal mio lui, lei, non mi allontano in quanto quel legame ha un suo percorso, un suo vissuto, in quanto voluto … perché in quel legame ci sono io, parte integrante, c’è l’altro che non è altro da me. Se amo e quando amo resto, ad affrontare tutto, compresa la mia stessa persona. L’amore non è un passaggio, è un percorso. L’amore non è una relazione a due, io mi relaziono e posso farlo con un collega … Mi relaziono nel mondo degli affari… L’amore non è un affare. Men che meno un contratto. L’amore non è aspettativa, non aspetta nulla… Non è un mezzo di trasporto… Anche se l’amore è trasporto. L’amore è un gioco che va giocato seriamente, come la vita. L’amore è la realizzazione di una anima che tiene unite le due che hanno desiderato generarla. Cuori e menti che respirano in libertà, uniti questo è amore. L’amore maturo non ha un’età. Sa subito quello che vuole, lo vuole e vive per questo. L’amore vero, maturo ha coscienza della sua immensità. È una scelta di vita e come ogni scelta va rispettata. L’amore è responsabilità. L’amore, quello tra due persone, è l’unione di due mondi dove ognuno sente l’altro in maniera particolare ed insieme decidono di unirsi spontaneamente, istintivamente, naturalmente… Senza starci troppo a ragionare… ma proprio perché naturalmente diversi, ognuno sente a modo proprio… E dà sé stesso come può come sa… Come vuole. Vive e potrà vivere quella unione solo se sarà sempre vivo il reciproco rispetto e lealtà, onestà… Di sentimenti sopra ogni cosa. Altre leggi non esistono in amore. C’è una frase che mi fa piacere qui ricordare, presa dal poeta Renato Zero… Per dire… Amore vuol dire: Ti darei gli occhi miei per vedere ciò che non vedi… per farti volare… E poi, silenzi… ho trasferito qui parte dei miei pensieri, quelli di una donna semplice. Ognuno ha il proprio mondo, ognuno vive il proprio amore, seguendo il proprio sogno… e chi ci affianca ha una responsabilità, quella della ricerca e della conoscenza.

Elena Rosa Maria Tafanelli, biologa e lettrice

https://www.facebook.com/elenarosa.tafanelli

Questa a seguire la Novella dalla quale ha tratto spunto Elena Rosa Maria Tafanelli per la sua recensione e riflessione sull’amore, recitata da Vincenzo Bocciarelli, e a seguire, da Valerio Toninelli.

“L’amore secondo Alessandro” | Legge Vincenzo Bocciarelli | attore e regista | racconto tratto dalla raccolta inedita “Mastr’Antria e altri racconti” | per ascoltare chicca qui:

da YouTube:

da Facebook:

“L’amore secondo Alessandro” | Legge Valerio Toninelli | Pittore e narratore | Racconto tratto dalla raccolta inedita “Mastr’antria e altri racconti” | Per ascoltare clicca qui:

da YouTube:

da Facebook:

 


L’autore Andrea Giostra

https://www.facebook.com/andreagiostrafilm/

https://andreagiostrafilm.blogspot.it

https://www.youtube.com/channel/UCJvCBdZmn_o9bWQA1IuD0Pg

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di YouTube:

Interviste ad Andrea Giostra | Play List di Facebook:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/2499554480294100/

Play List per ascoltare la lettura e interpretazione dei racconti e delle novelle siciliani da 15 attori professionisti e semiprofessionisti:

da YouTube | “Audioletture di Novelle e Racconti siciliani” | Leggono 15 artisti: attrici e attori professionisti e semiprofessionisti:

da Facebook | “Audioletture di Novelle e Racconti siciliani” | Leggono 15 artisti: attrici e attori professionisti e semiprofessionisti:

https://www.facebook.com/watch/124219894392445/434295254615223

Per leggere gratuitamente online le “Novelle brevi di Sicilia”, clicca qui:

https://andreagiostrafilm.blogspot.it/2017/09/novelle-brevi-di-sicilia-mia-nonna-vita.html

Link della pagina ufficiale Facebook delle “Novelle brevi di Sicilia”

https://www.facebook.com/novellebrevidisicilia/

Pagina Facebook ufficiale della raccolta inedita “Mastr’Antria e altri racconti”:

https://www.facebook.com/MastrAntria/


PER ACQUISTARE IL CARTACEO DEL LIBRO:

A seguire gli Editori che ad oggi (04-12-2020) hanno pubblicato la IV edizione delle “Novelle brevi di Sicilia” nell’anno 2020, dove poter acquistare il cartaceo:

1) “La Macia onlus editore”:

Andrea Giostra, “Novelle brevi di Sicilia”, IV edizione, “La Macia onlus editore”, Roma, ottobre 2020:

https://www.lamacinamagazine.it/

https://www.facebook.com/lamacina.onlus

https://www.amazon.it/Novelle-brevi-Sicilia-Andrea-Giostra/dp/8894261425/ref=sr_1_2

“La Macina Onlus Editore” di Roma pubblica la IV edizione delle “Novelle brevi di Sicilia”

2) “Rupe Mutevole edizioni”

Andrea Giostra, “Novelle brevi di Sicilia”, IV edizione, “Rupe Mutevole edizioni”, Bedonia (Parma), 2020:

https://www.reteimprese.it/pro_A40124B396087

Rupe Mutevole, IV edizione delle “Novelle brevi di Sicilia”

 

Previous article«Racconti che per lo stile narrativo riescono a rapirti, ma ti lasciano libero di scegliere il messaggio celato tra le parole…» | di Valeria Tufariello
Next articleGian Ettore Gassani  “La Guerra Dei Rossi” | Racconti di famiglie e di violenze prima e durante il Covid-19
Elena Rosa Tafanelli nasce in provincia di Foggia, a San Severo, in Via Matteotti, 36 il 25 agosto del 1957, seconda di quattro figli del dott. Fulgenzio e della signora Maria Antonacci. Ha due sorelle Rosanna Elena e Daniela Pia Avvocati ed un fratello Francesco imprenditore. La sua è una famiglia tradizionale, fondata su solide radici culturali, e fin da fanciulla è stata incoraggiata a coltivare i suoi talenti naturali. La famiglia ha sempre rappresentato un punto fermo nella sua vita grazie al calore e alla serenità che Elena Rosa ha ricevuto fin dalla sua nascita. Altro punto fermo nella sua vita sono i suoi amici, veri compagni di viaggio in sintonia con il suo modo di sentire. Dopo aver conseguito il diploma di maturità magistrale, ha intrapreso il corso di studi in Scienze Biologiche con indirizzo biomedico, conseguendo brillantemente la laurea presso l'Università degli Studi de L'Aquila. Appena laureata, dopo un anno di tirocinio tecnico scientifico in struttura ospedaliera, superato l'esame di stato e iscritta all'albo dei biologi, ha iniziato a lavorare presso il laboratorio di analisi cliniche fondato negli anni '70 a San Severo dal padre, medico chirurgo, e giorno dopo giorno con la sua guida e studiando e perfezionandosi attraverso corsi specialistici e master, ha conquistato il meritato posto di Direttore sanitario del laboratorio, circondandosi di collaboratori biologi e tecnici i quali, da lei formati, la affiancano nel successo professionale, ormai ultratrentennale. Negli anni ha presentato, a convegni scientifici in ambito del settore andrologico e di infertilità, studi eseguiti nel proprio laboratorio, sulla infertilità e infertilità di coppia. La cifra caratterizzante dell'impegno umano e lavorativo di Elena Rosa è l'onestà, la correttezza ed il rispetto, la tenacia e la forza nelle avversità. Ogni difficoltà sembra darle la carica per diventare una nuova sfida ed una nuova opportunità di successo, e di difficoltà superate con successo è lastricata la sua strada professionale e umana. Elena Rosa ha forte il senso della famiglia ed ama i suoi nipoti come e più che se fossero figli, li incoraggia e supporta con parole ma soprattutto con l'esempio del suo agire. Fondamentale per lei il valore dell'amicizia e dell'ascolto, sicché molte persone hanno imparato a rivolgersi a lei, oltre che come valido punto di riferimento scientifico, anche come confidente sicura e sincera per riceverne consiglio e conforto. Da sempre ha conservato dentro di sé la poesia e l'armonia delle parole, abiti di pensieri segreti che solo da poco ha voluto esternare, per rendere partecipi anche coloro che la leggono della ricchezza e profondità dei suoi sentimenti. Pertanto si occupa di diagnostica di laboratorio biochimico e nutrizione da 34 anni, precisamente da settembre 1986 si occupa del benessere psicofisico e quindi armonia ed equilibrio di quanti si rivolgono a lei. Quindi, il suo grazie quotidiano va a tutte le persone che chiedono la sua competenza professionale e umana. Si perché prima di ogni cosa è l'aspetto umano che muove il suo interesse. Nel 1977 ha lasciato la sua amata Puglia per trasferirsi a l'Aquila, fantastica terra d'Abruzzo, per studiare Scienze Biologiche ad indirizzo Biomedico. Voleva diventare Biologo e Nutrizionista; nel tempo, con impegno e studio continuativo, lo è diventata. Nell'ambito degli studi e nella ricerca scientifica, si è avvicinata anche al mondo della infertilità ed infertilità di coppia. Il lavoro è una parte importante della sua vita, ma non è l’unica. La famiglia e gli amici, per lei una seconda famiglia, considerati gli affetti più puri e veri, sono i suoi punti di riferimento e nutrimento della sua anima. Nel tempo libero si dedica ad attività motorie, giardinaggio, lettura prevalentemente narrativa, musica, ama visitare mostre, viaggiare il più possibile principalmente nella nostra bella Italia. È appassionata di ricamo e secondo l'ispirazione si diletta con la pittura. Ogni forma d'arte attira la sua attenzione e stimola la sua parte creativa. Altra sua passione è la cucina, ogni piatto, ogni pietanza racchiude nutrimento e passione creativa. Considera ogni forma d'arte come nutrimento dell'anima e accoglienza. Ama tantissimo anche la danza, l'opera lirica. Negli ultimi dieci anni si è avvicinata sempre più ai temi riguardanti psicologia, psicoterapia e naturopatia, temi di studio già ai tempi dell'università. Giusto approfondimento negli studi riguardanti il mondo della biologia. Appassionata da sempre di scrittura, sin da piccola amava fantasticare e scrivere storie e lunghi temi a scuola. Attualmente riporta quotidianamente suoi pensieri sul diario e sulla sua pagina social Facebook. La vita è arte e come ogni forma d'arte richiede attenzione, cura, impegno, passione, rispetto … in una parola … Amore.