Popolo 2020 | di Marco Cagnolati

0
256
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Un popolo veramente intelligente. Complimenti! Gli italiani NON sono stanchi di opinionisti da salotto famosi per qualche reality televisivo o di politici nati sull’onda delle simpatie di turno, no, ne vogliono degli altri, vogliono anche “i figli d’arte” stimolati in ambienti esclusivi da parte dei genitori, per poter votare e leccare anche loro. Certo! Su libri, TV e giornali, se parli di onde gravitazionali chiami un astrofisico, se parli di tumori, chiami giustamente un oncologo. Se invece parli d’arte chiami spesso il primo che passa in redazione (la blogger formosa, la dietista, l’esperto di malavita, la romanziera, il giornalista e altri in possesso di titoli di studio non pertinenti). Qua una persona qualunque diventa attore perché è bello, un delegato aziendale entra nel CDA perché figlio o amico di amici, un pittore è tale perché diventa l’amante di turno del gallerista compiacente, uno youtuber oggi si sostituisce allo storico, un influencer ad uno scrittore e la popolarità si misura in base ai like e ai followers. Tanto la competenza specifica sull’arte, non conta, per loro conta quanto sul piano mediatico sono seguite certe presenze tra i relatori e il loro successo in termini di ascolti, premesso che quello, lo determina anche il business e il marketing. In ogni caso siamo a posto, in tutti i campi in cui si cimenta l’uomo, la musica è questa. Di nuovo, complimenti !

Marco Cagnolati