Luigi Libra, cantautore e musicista partenopeo | INTERVISTA

0
336
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

«Ero stufo di vedere e sentire solo marciume sulla mia Terra, da Gomorra che non ha aiutato per niente e nessuno, alla Terra dei fuochi… E quindi mi son detto va bene tutto, ma non siamo solo Terra dei fuochi e Gomorra, siamo soprattutto e sottolineo soprattutto un “Terra Viva” popolata da Uomini capaci di grandi imprese» (Luigi Libra)

di Roberta Cannata e Andrea Giostra

Ciao Luigi, benvenuto e grazie per aver accettato il nostro invito. Se volessi presentarti ai nostri lettori cosa racconteresti di te quale Artista e cosa del tuo lavoro?

La prima cosa che mi verrebbe da dire, credimi sulla parola, faccio Musica da quando ero nella pancia di mia Madre, al calduccio Materno ho cominciato a scrivere la mia vita Musicale. Mia Madre? Donna meravigliosa e molto carismatica a cui devo tutto. Mi ha profuso questa passione indomabile ed insaziabile che si chiama Musica. Ho avuto poi la fortuna di nascere in Campania (Napoli) dove di arte se ne respira ogni giorno forse dal primo giorno che la meravigliosa Neapolis fu creata .

Chi è invece Luigi Libra nella sua quotidianità?

Questo bisognerebbe chiederlo a chi mi frequenta nel quotidiano! Sono un Uomo molto allegro e generoso mi piace sentire il profumo della felicità, adoro i sorrisi ma anche le lacrime perché sono parte integrante dell’anima. La vita è un Patrimonio inestimabile, ci sono tante cose ancora da scoprire e da esplorare e mondi segreti sono concessi solo a chi veramente crede.

Qual è la tua formazione professionale? Raccontaci il percorso che ti ha portato a svolgere quello che fai oggi.

Tutto è cominciato come tanti che amano questo mestiere, tanta gavetta tra i locali della mia penisola, feste private, concorsi vari e poi nel 1999 arriva il Festival di Napoli, che all’epoca andava su Rete4, e fu la mia prima volta in TV. Lo stesso anno poi, per un grande colpo di fortuna di cui mi do merito, inizio a lavorare al programma di Paolo Limiti su Rai 1 “Ci vediamo in Tv”, da lì un susseguirsi di cose tra Musica e Televisione.

La Televisione ha rappresentato uno start importante nella tua carriera, soprattutto avere il privilegio di lavorare accanto al grande Paolo Limiti, com’è nata la collaborazione con Lui?

Ti racconto com’è andata… Ho avuto la fortuna di incontrare una giornalista che mi chiamò per rilasciare un intervista per il Festival di Napoli, a sua volta lei fu chiamata a rispondere al telefono per una questione lavorativa lasciandomi un attimo in compagnia della sua preziosa agenda aperta dove vidi molti numeri di telefono di volti importanti della TV Italiana, quando lessi Paolo Limiti casa non ci pensai due volte a memorizzare il suo contatto. Dopo un paio di giorni lo chiamai alle 22,30, mi rispose proprio Lui, gli dissi signor Paolo? Il Signor Paolo Limiti? E Lui Si? Io, E salve Signor Paolo scusi se la disturbo a casa a quest’ora… mi chiamo Luigi Riccio in arte Luigi Libra sono un cantautore Napoletano squattrinato avrei immenso piacere se Lei mi concedesse una possibilità per il suo programma che seguo da sempre, Lui mi rispose … “ma, ma, ma” posso sapere chi ti ha dato il mio numero di casa Luigi? Ed io Signor Pa’ a verita’ me lo sono rubato da sopra una agenda telefonica di una giornalista … Lui scoppio a ridere, risata che solo Lui aveva e da lì nacque questa meravigliosa avventura che è durata per decenni l’ultima trasmissione fatta con il caro Paolo fu Estate con noi in Tv su rai 1 nel 2012 … Poi come tutti sappiamo pochi anni fa Paolo e passato a miglior vita, per me è stato come perdere una persona di famiglia. “Il suo nome è Paolo Limiti” L’Uomo dai mille sorrisi questo è il titolo che ho dato ad una mia canzone che col cuore ho dedicato a chi mi ha teso la mano dandomi “La possibilità di esistere in Musica”.

Da YouTube: “Il suo nome è Paolo Limiti”

Come nasce la tua passione per la musica? Come hai iniziato e quando hai capito che volevi fare il cantautore?

L’ho capito da sempre, ero molto piccolo 10, 11 anni e abitavo a Posillipo uno dei posti baciati dalla Dea Venere e protetti dal Dio Nettuno, perché’ meraviglioso e a picco sul mare , ecco il mare, la spiaggia, ci andavo spesso soprattutto d’inverno, mi mettevo comodo sugli scogli ad osservare e ad ascoltare lasciandomi andare ai silenzi di quella rara bellezza che in quel momento in quell’istante così intenso tanto coccolavano i pensieri permettendomi poi di scrivere versi, che nel tempo sarebbero diventati motivi musicali.

Da YouTube: “Luigi Libra – ‘O Sole ca coce”

A marzo 2021 uscirà “Terra Viva”, un Docufilm che rivendica la bellezza della Campania, terra di sole, tradizioni e cultura. Come nasce l’idea di questo progetto dedicato alla tua terra?

Ero stufo di vedere e sentire solo marciume sulla mia Terra, da Gomorra che non ha aiutato per niente e nessuno, alla Terra dei fuochi… E quindi mi son detto va bene tutto, ma non siamo solo Terra dei fuochi e Gomorra, siamo soprattutto e sottolineo soprattutto un “Terra Viva” popolata da Uomini capaci di grandi imprese, in un territorio che ha ancora tanto da dire, dare e fare, e non per prosopopea ma per il suo immenso bacino Storico/Artico/Culturale ed Imprenditoriale, basti pensare alle sue Eccellenze dal campo dell’enogastronomia a quello culturale a quello medico scientifico, per non parlare di quello Teatrale, Cinematografico e Musicale. Quest’ultima ci ha resi famosi in tutto il mondo ed è storia viva DIO.

Da YouTube: “Terra Viva il Trailer del Docu-Film . Coming Soon”

Terra Viva vede la partecipazione di una squadra di Volti Noti, ci anticipi qualche nome? E su che basi hai scelto il cast?

Il cast è stato scelto con grande cura e ognuno degli attori ha dato tanto nel suo ruolo. La cosa bella ed emozionante e che lo hanno fatto con il cuore, ecco perché il Docufilm Terra Viva toccherà l’anima delle persone ed oltretutto è una storia vera, un viaggio on the road tra le bellezze e la cultura della mia Campania un tempo Felix … oggi ribattezzata da me Terra Viva. Vuoi sapere qualche volto? Marina Suma, Yuliya Mayarchuk, Guenda Goria, Peppino di Capri, Gianni Parisi e Gaetano Amato e anche altre partecipazioni.

Il progetto Terra Viva viaggia su tre binari perché oltre al Docufilm uscirà anche il libro e l’album musicale. Perché questa scelta? I nostri lettori dove potranno vedere o acquistare “Terra Viva”? 

Dovremmo uscire per marzo 2021 con una prima nazionale e potrà essere acquistato sul web e negozi autorizzati come gli store musicali e librerie. La scelta di un Libro vicino al Docu-Film e perché ho voluto fortemente, attraverso gli scatti fotografici e sinossi dei luoghi, rendere omaggio alla mia Terra ricca di bellezze, misteri e tesori! Poi l’album Musicale Terra Viva, che ha avuto la sua prima stampa nel 2019 e verrà ristampato con brani nuovi che fanno da colonna sonora all’opera filmica .

Da YouTube “Terra viva”

C’è qualcuno che vuoi ringraziare che ti ha aiutato a realizzare questo Progetto?

Assolutamente sì, se non fosse stato per i produttori che lavorano nella nostra terra e per la nostra Terra (Eccellenze Territorio Campano) tutto questo non si sarebbe mai potuto realizzare, ti parlo di imprenditori che sul territorio danno e fanno la differenza.

Chi sono i tuoi modelli, i tuoi autori preferiti, i cantautori che hai amato e con cui ti piacerebbe collaborare?

Ho sempre ascoltato musica americana, adoro R’nb da Ray Charles al magnifico Stevie Wonder fino a Tupac … Poi sono innamorato di Lucio Battisti perché’ musicalmente era ed è avanti “assaje”… permettimi il Napoletano!

Consiglia ai nostri lettori almeno tre album musicali e tre autori da ascoltare nei prossimi mesi dicendoci il motivo del tuo consiglio.

Di sicuro “Luigi Libra Napoli Duets” giusto per tirare acqua al mio mulino, un album dedicato al canzone classica Napoletana rivisitata in chiave moderne e merita veramente l’ascolto. Un album che mi ha dato molte soddisfazioni e con collaborazioni artistiche molto belle come gli Audio2, Albano, Peppino di Capri, Tiziana Rivale ed altri ancora. Consiglierei il ritorno grandioso alla grande Musica di Claudio Baglioni con l’album “In questa storia che è la Mia” lo trovo fantastico. Poi concluderei con il groove di Gue’ Pequeno con l’album Mr Fini un lavoro veramente per palati fini anche le Ballad sono molto intense, direi che Gue’ rappresenta il vero Rap Italiano quello che ha qualcosa veramente da dire…

Da YouTube “Luigi Libra – Napoli Duets [Full Album]”

E tre film da vedere assolutamente? Perché proprio questi?

Consiglierei vivamente per gli appassionati del genere o la saga di The Underworld, l’eterna lotta tra Vampiri e Lycan e “Uomini Lupo”… io che mi sento molto Licantropo vi lascio immaginare!

Quali sono i tuoi prossimi progetti e i tuoi prossimi appuntamenti che vuoi condividere con i nostri lettori?

Se amate l’essenza della libertà della vita, che è quella cosa che ti porta molto lontano quasi sulle sponde dell’anima dove tutto è concesso senza chiedere nulla in cambio, allora più molto di più chiedo di seguirmi sui social e su YouTube e scoprirete nuovi interessanti progetti!

Come vuoi concludere questa chiacchierata e cosa vuoi dire ai nostri lettori?

Abbracci In Musica e che questo possa essere l’anno dove ognuno di noi possa dire “Ho vinto IO” perché sono rinato. Grazie a voi tutti. Luigi Libra

 Luigi Libra

https://www.facebook.com/luigi.libra

https://www.facebook.com/ProgettoTerraViva

https://www.facebook.com/luigilibra21

https://www.facebook.com/groups/191146907931457

https://www.instagram.com/libraluigi/

https://www.youtube.com/channel/UCd2Be7j9JZ_jvPrN_s7sDEQ

Roberta Cannata

https://www.facebook.com/roberta.cannata.9

https://www.instagram.com/robycannata1/

Roberta Cannata

Andrea Giostra

https://www.facebook.com/andreagiostrafilm/

https://andreagiostrafilm.blogspot.it

https://www.youtube.com/channel/UCJvCBdZmn_o9bWQA1IuD0Pg

Andrea Giostra