Tra fede,cultura e bellezza : Pellegrinaggio nei luoghi della fede. In Cammino Con il Cardinale Giuseppe Guarino.

0
374
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri su piattaforma Zoom  è stato presentato il progetto “Pellegrinaggio nei luoghi della fede. In cammino con il Cardinale Giuseppe Guarino.”  Sono intervenuti la Presidente del Centro Studi Antonietta Micali, che  ha salutato e ringraziato gli intervenuti  dichiarando di essere contenta che questo progetto partito da un’idea si sia realizzato grazie alla collaborazione dei soci del Centro Studi,  della dott.ssa Mariella Genovese titolare dell’Agenzia di Viaggi “Vamos Amigos di Messina, della Diocesi di Messina , nella persona del Vescovo Ausiliare Mons. Cesare Di Pietro, sempre pronto a collaborare e sostenere ogni attività del Centro Studi, infine dalle  Suore Apostole della Sacra Famiglia e dalla Postulatrice Dott.ssa Giovanna Brizi che si è resa sempre disponibile a collaborare. Un progetto importante che lega religione, arte, tradizioni di una Sicilia che ha molto da offrire e da raccontare. Un viaggio che non è solo svago, come ha ben detto Mons. Di Pietro, ma vuole essere  un attraversare una Sicilia ricca di arte,  storia,  tradizioni oltre che di fede. Ad esempio, andando a Montedoro non si va certamente a vedere solo i  luoghi che hanno dato i natali al nostro Cardinale, ma visitare anche il Museo delle solfatare, il Planetario e gustare i prodotti del luogo, così come per le altre città: Palermo, Siracusa, Agrigento e Roma. E’ stato realizzato un itinerario studiato nei dettagli da un esperto quale è  il Prof. Filippo Grasso, docente dell’Università degli Studi di Messina, che ieri lo ha presentato in maniera dettagliata alla stampa. Questo itinerario è stato, altresì,  inserito nei “Cammini Peloritani.” Ecco il programma nei suoi dettagli:

Pellegrinaggio nei luoghi della fede: in cammino con il Card. Guarino”

Itinerario turistico-religioso

 

“Il mio viaggio del cuore si chiama pellegrinaggio, ti cambia dentro a patto di lasciarti levigare dalla fatica, dagli incontri, dal tempo che scivola via in maniera diversa e a patto di non ingoiare voracemente i chilometri in auto, pullman, treno o aereo, ma di macinarli lentamente, uno a uno, a cavallo, in bici o, preferibilmente a piedi. Torni a casa che non sei più lo stesso”. (Mons. P. Giulietti Vescovo e Camminatore).

 

 

1° giorno: Incontro presso la Casa generalizia delle Suore di Messina e preghiera personale presso la tomba del Card. Guarino, benedizione e partenza in pullman GT

per Siracusa, città di cui il Card. Guarino fu Vescovo (1871-1875).

Arrivo e visita guidata del Duomo, nelle cui mura è ancora visibile il tempio dedicato ad Atena e della Chiesa di Santa Lucia alla Badia, in cui si trova il capolavoro del Caravaggio che ne racconta la sepoltura.

Sistemazione in Hotel nelle camere riservate e pranzo.

Nel pomeriggio prosecuzione della passeggiata ad Ortigia: la fonte Aretusa (unico luogo in Europa in cui cresce il papiro) ed il Castello Maniace.

Cena, rientro in Hotel, pernottamento.

 

2° giorno:Prima colazione in Hotel e partenza per Montedoro, paese, in provincia di Caltanissetta, in cui nacque il Card. Guarino (6 marzo 1827).

Arrivo ed incontro con la guida.

All’ingresso del paese, nel bivio che va verso Serra di Falco e Regalbuto, vi troviamo il Tempietto della Madonna delle Grazie. La visita prosegue con la Chiesa Parrocchiale in cui è stato collocato il busto del Card. Guarino, opera dello scultore Lo Verso di Palermo ed il “numero unico” stampato per l’occasione.

Si proseguirà con il Centro Studi Cardinale Guarino, la Villa Comunale (con le sculture a cielo aperto), il Calvario e l’Osservatorio Astronomico.

In serata partenza per Agrigento, arrivo in Hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

 

3° giorno: Prima colazione in Hotel. Visita dall’esterno del Seminario e Collegio dei Santi Agostino e Tommaso in Agrigento, dove nel 1855 il giovane sacerdote Guarino concluse gli studi di perfezionamento in morale, diritto canonico e diritto civile. Visita alla Cattedrale di San Gerlando e al restaurato Crocifisso del secolo XVII, opera di bottega siciliana, tanto amato dal Card. Guarino. Pranzo.

Nel pomeriggio visita di Agrigento in pullman, con guida: Valle dei Templi, Casa di Pirandello e Chiesa di santa Maria dei Greci. Cena. Rientro in Hotel.

Pernottamento.

 

4° giorno: Prima colazione in Hotel e partenza per Palermo, città in cui visse il Card. Guarino fino al 1862, in qualità di funzionario del Tribunale di Regia Monarchia ed Apostolica Legazia e poi del Dicastero degli Affari Ecclesiastici della Luogotenenza di Sicilia.

Arrivo e visita alla Chiesa della SS. Trinità del Cancelliere (Basilica La Magione), ultima delle chiese edificate durante la dinastia normanna degli Altavilla, di cui il Card. Guarino fu canonico beneficiale. Pranzo. Pomeriggio a disposizione per ulteriori visite. Cena, rientro in Hotel, pernottamento.

 

5° giorno: Prima colazione in Hotel, mattinata dedicata alla visita di Palermo.

Pranzo. Nel primo pomeriggio partenza per Messina. Arrivo in serata

 

 

Il 19 gennaio 1893 il Card. Guarino fu elevato alla porpora da Papa Leone XIII col titolo presbiteriale di S. Tommaso in Parione, il nostro pellegrinaggio potrebbe, quindi, essere ampliato con due notti a Roma.

 

L’itinerario turistico-religioso può essere svolto autonomamente, in famiglia, in gruppi, con mezzi privati, pubblici, a “passo lento” per gli amanti camminatori

Tra gli intervenuti  alla presentazione anche il sindaco di Montedoro,  dott. Renzo Bufalino che ha accolto con molto entusiasmo il progetto, auspicando una maggiore collaborazione con il Centro Studi. Infine da Roma è  intervenuta Sr Luigina Bellomo   che ha parlato dell’importanza di questo progetto come opportunità per  far conoscere meglio la figura del Card. Guarino. La presidente chiude i lavori salutando tutti i convenuti ringraziandoli per il loro fattivo impegno nella  realizzazione di questo lavoro .

Antonietta Micali