“Ilaria Vecchietti ed il suo Mondo Fantasy” ǀ di Maria Teresa De Donato

0
305
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Ilaria Vecchietti è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli, nella bella Valsesia, una lunga vallata percorsa dal fiume Sesia fino ai piedi del Monte Rosa.

Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro.

Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura.

Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy, in tutte le sue sfumature.

Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere, e da quando l’ha scoperto non si è più fermata nell’inventare storie e avventure.

Il suo romanzo d’esordio è L’Imperatrice della Tredicesima Terra (2016), edito Aletti Editori.

Si tratta di un fantasy autoconclusivo dove la protagonista, oltre a salvare il suo mondo, deve ritrovare se stessa.

Da giugno 2016 ha aperto un blog letterario dal nome Buona lettura, dove pubblica principalmente recensioni dei libri che legge, ma non solo, segnala le nuove uscite (sia da parte di case editrici e sia di autori esordienti autopubblicati) e anche eventi librosi o interviste.
A luglio 2017, in collaborazione con Claudia Piano (autrice di molti romanzi, fra cui spicca Armonia Saga) e altri autori, ha pubblicato una raccolta di racconti fantasy facente parte del mondo di Armonia Saga, dal titolo Un giorno ad Armonia, (il suo racconto si intitola: La Sinfonia Incatenante).

Il racconto prende in prestito i personaggi inventati da Claudia e li porta in un mondo nuovo.

A novembre 2017 pubblica tramite Amazon il secondo romanzo fantasy: L’Isola dei Demoni.

Un’altra storia autoconclusiva dove le vite di vari personaggi si intrecciano e, superando il loro passato, dovranno salvare la loro terra.

A luglio 2018, sempre in collaborazione con Claudia Piano, esce la seconda raccolta di racconti fantasy Un giorno ad Armonia – Vol. 2 (il suo racconto si intitola: La Valle del Tempo Perduto).

Prendendo ancora in prestito i personaggi della saga di Armonia, Ilaria li coinvolge in una ricerca miracolosa per salvare il mondo della Musicomagia.
A marzo 2019 pubblica il breve racconto L’ultima chance…, il primo racconto di Ilaria che si discosta totalmente dal genere fantasy da lei prediletto e si avvicina al romance, sotto forma prevalente di un lungo monologo della protagonista, anche se il finale appartiene alla fantascienza apocalittica. Il tema principale rimane in ogni caso l’amore che vince su ogni cosa.
A settembre 2019 torna a pubblicare un racconto nella raccolta Un Giorno ad Armonia – 2019 a cura di Claudia Piano (il suo racconto si intitola: Dove sono finiti i colori?).
Questa volta i personaggi creati da Claudia arriveranno fino al centro dell’Universo per cercare i colori.
A febbraio 2020 partecipa al concorso letterario ‘Le più belle frasi d’amore‘ organizzato da M&L. Il suo racconto L’invito vince il primo premio nella categoria Amore Classico – Prosa – Racconto, e viene pubblicato nella raccolta omonima, edita M&L.
Un racconto dalle sfumature romantiche e malinconiche.
A maggio 2020 partecipa a un altro concorso letterario ‘Racconta il Giappone‘ e il suo racconto Il fiore del destino viene selezionato per essere inserito nella raccolta di racconti Cinquantatré vedute del Giappone, edita Idrovolante Edizioni.

A fine agosto 2020 esce il suo terzo romanzo La Libertà figlia del Diavolo, un urban fantasy con un mix di mitologia e non solo!

Anche nel 2020 partecipa alla raccolta di racconti Un giorno ad Armonia – racconti 2020 a cura di Claudia Piano (il suo racconto si intitola: Ritorno a Sinfonia).

A settembre 2020 partecipa al concorso letterario ‘Fantascientifico‘ e il suo racconto L’Erede del Demonio viene selezionato per essere inserito nella raccolta di racconti Fantascientifico – Vol.3, edita Idrovolante Edizioni.

A dicembre esce la raccolta di racconti In mille parole: Una raccolta di racconti, che contiene due racconti di Ilaria: La magia del Natale e 12 anni 8 mesi 16 giorni.

Ad aprile 2021 partecipa a un nuovo concorso per racconti e il suo racconto “La Signora della neve” viene pubblicato nella raccolta “Novelle giapponesi”, edita Idrovolante Edizioni.

La sua mente è sempre al lavoro e presto arriveranno nuovi romanzi e racconti!

L’Imperatrice della Tredicesima Terra

Recensione di Maria Teresa De Donato

L’eterna lotta tra il Bene ed il Male, tra la Luce ed il Buio, così come la malvagità apparentemente insita nell’animo umano e che si contrappone all’auspicio di “un mondo di pace, sperando che questa quiete duri ancora per molto tempo” sembrano essere i temi centrali di questo romanzo fantasy.

Il linguaggio diretto e scorrevole offre una lettura piacevole, ricca di significati esoterici e spirituali che rendono il tutto molto gradevole.  Chi riesce a vedere nel testo aspetti nascosti o comunque impliciti non può che meditare sulle metafore legate al significato della Vita e dell’Universo e porsi la seguente domanda: Il libro è solo il prodotto della vivace fantasia della scrittrice o piuttosto uno strumento da lei utilizzato per promuovere il risveglio delle coscienze o quantomeno per indurre il lettore a porsi domande su aspetti che rivestono un ruolo assolutamente fondamentale?

“Il Mondo Conosciuto è solo una scacchiera delle divinità?”

La risposta la lasciamo al lettore.

 

L’Isola dei Demoni

Recensione di Maria Teresa De Donato

 Un romanzo fantasy molto bello e ricco di particolari in cui una narrativa altrettanto intensa, piena di situazioni inaspettate e personaggi sempre in azione, tiene il lettore in costante stato di allerta.

Al lettore che riesca non solo a focalizzarsi sui dettagli, ma anche ad avere una veduta “dall’alto” ed “in profondità” il romanzo offre più ampi significati e chiavi di lettura e di interpretazione.

Alla fluidità di uno stile semplice e diretto, si alterna e contrasta la complessità di concetti e personaggi che oscillano tra il mitologico e l’esoterico e che arricchiscono di temi e contenuti, anche profondi, l’ambientazione e la narrativa stessa.

Ne risulta un insieme molto armonico ed altrettanto affascinante.

 

L’ultima chance

Recensione di Maria Teresa De Donato

L’Amore è il vero protagonista di questo racconto: un amore puro, giovanile, con tutte le incertezze, i dubbi e le sfumature del caso.  Un amore, al tempo stesso, altrettanto profondo in cui, oscillando tra desiderio, innamoramento, passione, sogno, speranza, ma anche timore di essere respinta, la protagonista – Irene – malgrado il suo carattere chiuso e poco socievole, non si sofferma alle apparenze, ma è pronta a tuffarsi a capo fitto riconoscendone, istintivamente, a livello di cuore, tutto il potenziale.  Per Fausto – protagonista maschile – Irene sarebbe pronta a rinunciare a quella che potrebbe essere l’opportunità più significativa della sua vita… se lui solo le chiedesse di restare.   Questo Fausto non lo farà, ma non per le ragioni che Irene potrebbe ipotizzare…

Un racconto scritto molto bene: scorrevole, limpido come acqua pura, autentico nella forma e nei contenuti, ricco di spunti di riflessione e da leggere tutto d’un fiato.