“E’ necessario un miglioramento” | di Meri Lolini

0
302
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa è la seconda estate da trascorrere in compagnia della paura del contagio.In questi ultimi giorni la nostra squadra nazionale di calcio ha vinto il campionato europeo e questa è stata per tutti una grande gioia ,che ci ha fatto allontanare i nostri pensieri da tutto il dramma mondiale della pandemia. E’ stato un tuffo nella contentezza   e ci siamo sentiti alleggeriti dai problemi che ci tormentano. La povertà sta aumentando in maniera preoccupante. Sono tanti i lavoratori, che stanno perdendo la loro fonte di reddito, perché vengono licenziati anche in maniera molto discutibil.Infatti, è di questi giorni,che il licenziamento è stato comunicato con una semplice mail.Facendo un confronto con l’anno passato, che non avevamo né la cura  e nè il vaccino per questa pandemia, è stato raggiunto un grandissimo obiettivo, ma dobbiamo essere molto accorti a non ritrovarsi nelle condizioni disperate, che purtroppo conosciamo bene. Quindi è necessario non creare situazioni di assembramento ed usare sempre la mascherina nei luoghi sia chiusi ed all’aperto quando sono affollati e non perdere l’abitudine di igienizzarsi le mani.In questi mesi saranno prese delle decisioni molto importanti, per poter avere la frequentazione scolastica in modo sicuro.E’ necessario, che i nostri ragazzi abbiano le lezioni in presenza. E’ una condizione inderogabile ,per la loro formazione, che deve essere realmente tale. Il grado di formazione degli studenti in questi ultimi due anni  di lezioni  a distanza si è notevolmente abbassato, perché molti ragazzi hanno avuto difficoltà di apprendimento sia per il mancato contatto con gli insegnanti,che per la difficoltà di accesso alle lezioni online. Lo studio non è stato partecipato ed è venuto a mancare anche il confronto con  i compagni. I nostri figli ed i nostri nipoti saranno i protagonisti del futuro ed abbiamo il dovere di dare loro ogni possibile strumento, per renderli competenti e completamente liberi di poter scegliere  e progredire. Si dovranno fare scelte importanti per assicurarsi un progresso, che affronti le molte problematiche, che si stanno palesando in questi anni. In questi giorni  il maltempo in Germania ha provocato un alluvione dove molte case sono state portate via dallo straripamento dei fiumi e purtroppo ci sono state anche molte vittime ed anche molti dispersi. Il clima sta cambiando e quindi è necessario, porre molta attenzione a questa situazione.Il futuro deve essere studiato e valutato e niente deve essere affidato al caso, perché altrimenti non ci sarà sviluppo e progresso e non saremo in grado di salvare noi ed il nostro pianeta.La nostra nazionale ha investito nel futuro, facendo squadra ed allenandosi ed il risultato è stato gradito da tutti noi italiani.Prendiamo questo  esempio, che tutti abbiamo condiviso e facciamo squadra anche su problemi come la nostra salute, il nostro valore di conoscenza e di competenza, per aumentare il valore della nostra società, affrontando i problemi con la volontà di risolverli e non di girargli intorno. La determinazione e l’impegno saranno i veri strumenti per la crescita necessaria per uscire da questo tunnel buio, che sta oscurando tutta la nostra umanità.Grazie all’impegno della scienza abbiamo il vaccino contro il Covid e questo è un obiettivo di grande valore, che è stato raggiunto  con la competenza e la conoscenza delle tante persone, che hanno contribuito a questa ricerca.Anche in questo è la squadra dei tanti scienziati, che ha vinto contro questa infezione mondiale.Ora la speranza è che i nostri ragazzi possano ritornare a scuola e tanti lavoratori e lavoratrici possano avere il loro posto di lavoro.Ricordiamo che l’Articolo 1 della nostra Costituzione recita che l’Italia è una Repubblica Democratica, fondata sul lavoro.Non possiamo assolutamente ignorare questa condizione, che è ben scritta anche nell’articolo 4 della nostra Costituzione:“La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società”.Con questi concetti ben esplicitati è necessario intervenire, per poter garantire il lavoro alle tante persone che in questi giorni stanno perdendo la loro fonte di sostegno e di dignità, valutando in maniera integrale e proponendo anche qualche riconversione industriale atta ad una evoluzione produttiva.Credo, che i pilastri di una società siano la salute, la conoscenza , la competenza e la forza di trasformarsi per evolversi e progredire.Auguro a tutti buon lavoro!

 

Previous articleDelusione d’amore: fondamentale assumersi le proprie responsabilità | di Daniela Cavallini
Next articleL’Italia in rima: il Mercato. Un’analisi sociale dei tempi che corrono | di Maria Rosa Bernasconi
SHORT-BIO MERI LOLINI Sono nata a Massa Marittima (GR) e vivo dal 1977 a Firenze. Qui arrivai appena diplomata Perito Chimico ed iniziai la mia esperienza di analista chimico prima in laboratorio privato e poi per trent’anni in un laboratorio pubblico. Mi sono occupata del dosaggio dei microinquinanti organici sia in matrici alimentari che ambientali. Successivamente ho conseguito la laurea in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Le passioni che mi hanno sempre accompagnata sono la chimica e la lettura. Dal 2019 sono pensionata. Nel 2014 ho iniziato a scrivere libri che ad oggi sono otto ed una commedia. Questi sono i testi pubblicati: Una goccia nel mare dalla casa-famiglia alla famiglia, ed. Harmakis (gennaio 2014); La passione colora la vita - per non smarrirsi nelle strade buie della depressione, ed. Harmakis (gennaio 2015); Non ci sono più le rondini? Una donna, una storia, ed. Aracne (dicembre 2015); Scegliamo consapevolmente - i tanti aspetti del cibo, ed. Aracne (ottobre2016); Sognando la pace, ed. Aracne (marzo 2017); Parliamo di rifiuti Tipologie Classificazione e Trattamenti, ed. Aracne (ottobre 2017); Il mostro vorace, ed. Aracne (gennaio 2018). Ho conseguito anche dei premi letterari: Attestato al Premio letterario “Caffè tra le nuvole”. Finalista al Premio Letterario IX edizione Casa Sanremo Writers. Una vipera in corpo, ed. Aracne (agosto 2019). Alla luce, commedia teatrale, in collaborazione con Giulia Romolini per la trasposizione teatrale del racconto. Terzo Premio al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 19 ottobre 2019. Nel 2020 " L'indimenticabile Quarantena " edito da CTL Libeccio Edizioni Finalista al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 2020 con menzione speciale della giuria con la seguente motivazione:" Miglior testo di informazione giornalistica sulla pandemia". Settembre 2021 il romanzo "LA LAMA" edito da CTL Libeccio Edizioni. Di recente ho redatto alcune recensioni a libri pubblicati da altri scrittori italiani. Meri Lolini https://www.facebook.com/meri.lolini http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=375428