“Le lesioni dell’anima di Maria Rosa Bellezza ” | di Meri Lolini

0
330
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

Leggere questo romanzo significa essere accompagnati in un viaggio nelle intimità  profonde  dei personaggi che ruotano intorno alla vita dei protagonisti nella città di Napoli.Lei è Ada una creatura, che sin da piccola viene curata per la sua sordità e lui è Mizio un ragazzo, che dimostra le sue doti di sensitivo.All’inizio della storia si incontrano Gelsomina e  sua figlia Giovanna che sono entrambe sensitive e per loro nessuna persona ha segreti, perché entrambe leggono nelle loro anime .Questa dote viene trasmessa al nipote di Giovanna  Mizio.  Sono suggestivi alcuni brani raccontati, dove Mizio riesce a rivelare verità nascoste ed  a volte imbarazzanti delle persone che frequenta o che incontra. Dal termine delle scuole elementari Ada diventa sorda e così prova protesi che la fanno stare molto male sia fisicamente che moralmente . Ha vertigini e durante i giorni del ciclo sta a letto senza muoversi. Poi la tecnologia produce apparecchi più vivibili.  Giovanna e sua figlia Teresa sono spesso in contrasto, perché la mamma non vuole che Mizio abbia l’eredità di veggente della bisnonna Gelsomina. Così Giovanna regala a Mizio un taccuino, dove lui annoterà tutte le premonizioni, che avrà e questo gli darà pace. L’attrazione tra Ada e Mizio nascerà e nelle loro vite ricche di cambiamenti e questa vivrà in maniera latente e li terrà in contatto senza esserne consapevoli. Sono molti gli episodi della chiaroveggenza di Mizio, che attraggono il lettore per la loro natura sorprendente. Queste sue capacità lo fanno soffrire molto e così viene consigliato di allontanarsi e cercare un po’ di pace attraverso lo studio e varie attività. Ada e Mizio si perdono di vista, ma il loro amore li terrà vicino in maniera inconsapevole. Lui diventerà un fisioterapista  e lei avrà una galleria d’arte ed anche una famiglia e dei figli. Ada sarà sempre insoddisfatta di quella vita matrimoniale con Roberto e come una scintilla tutto si riaccende ed Ada e Mizio si ritrovano. La passione li travolge e la decisione di lei segnerà quel destino. Alcuni episodi della chiaroveggenza di Mizio e dei suoi incontri molto particolari attraggono l’attenzione durante la lettura, suscitando emozioni importanti, che rendono il romanzo molto attraente.In tutto il percorso le vite diverse dei protagonisti e le loro azioni li fanno apparire vicini ed anche quando sono lontani il loro legame emerge anche in maniera latente.

Previous articleMostra Collettiva: La strada, dal film di Federico Fellini, a cura di Gianna Panicola | Sala G. Cavarretta Convento del Carmine, Marsala
Next article«La bella Sicilia dei professionisti e degli artisti…», rubrica d’arte e cultura a cura di Andrea Giostra e Carmela Rizzuti
SHORT-BIO MERI LOLINI Sono nata a Massa Marittima (GR) e vivo dal 1977 a Firenze. Qui arrivai appena diplomata Perito Chimico ed iniziai la mia esperienza di analista chimico prima in laboratorio privato e poi per trent’anni in un laboratorio pubblico. Mi sono occupata del dosaggio dei microinquinanti organici sia in matrici alimentari che ambientali. Successivamente ho conseguito la laurea in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Le passioni che mi hanno sempre accompagnata sono la chimica e la lettura. Dal 2019 sono pensionata. Nel 2014 ho iniziato a scrivere libri che ad oggi sono otto ed una commedia. Questi sono i testi pubblicati: Una goccia nel mare dalla casa-famiglia alla famiglia, ed. Harmakis (gennaio 2014); La passione colora la vita - per non smarrirsi nelle strade buie della depressione, ed. Harmakis (gennaio 2015); Non ci sono più le rondini? Una donna, una storia, ed. Aracne (dicembre 2015); Scegliamo consapevolmente - i tanti aspetti del cibo, ed. Aracne (ottobre2016); Sognando la pace, ed. Aracne (marzo 2017); Parliamo di rifiuti Tipologie Classificazione e Trattamenti, ed. Aracne (ottobre 2017); Il mostro vorace, ed. Aracne (gennaio 2018). Ho conseguito anche dei premi letterari: Attestato al Premio letterario “Caffè tra le nuvole”. Finalista al Premio Letterario IX edizione Casa Sanremo Writers. Una vipera in corpo, ed. Aracne (agosto 2019). Alla luce, commedia teatrale, in collaborazione con Giulia Romolini per la trasposizione teatrale del racconto. Terzo Premio al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 19 ottobre 2019. Nel 2020 " L'indimenticabile Quarantena " edito da CTL Libeccio Edizioni Finalista al Premio Letterario Rive Gauche di Firenze 2020 con menzione speciale della giuria con la seguente motivazione:" Miglior testo di informazione giornalistica sulla pandemia". Settembre 2021 il romanzo "LA LAMA" edito da CTL Libeccio Edizioni. Di recente ho redatto alcune recensioni a libri pubblicati da altri scrittori italiani. Meri Lolini https://www.facebook.com/meri.lolini http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=375428