Calendario Pirelli 2022 “On The Road” firmato da Bryan Adams

0
303
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

L’edizione 2022 di “The Cal” segna i 150 di Pirelli con le foto scattate da Bryan Adams: il calendario è custodito nella custodia di un LP in vinile e si intitola “On the Road”. Con i suoi scatti il cantautore celebra le star internazionali della musica dagli anni ‘60 a oggi e il ritorno del progetto dopo la sospensione per l’emergenza Covid-19. E per la prima volta nella storia del Calendario, l’autore non è solo fotografo, ma anche parte del cast: insieme a Bryan Adams, nella 48esima edizione di The Cal, dieci artisti di fama mondiale e di generi musicali, età e percorsi professionali diversi, come Cher, Grimes, Jennifer Hudson, Normani, Rita Ora, Bohan Phoenix, Iggy Pop, Saweetie, St. Vincent e Kali Uchis.

Le foto sono state scattate la scorsa estate, in soli tre giorni di lavorazione, in due location di Los Angeles – il Palace Theatre e l’hotel Chateau Marmont di Hollywood – e a Capri all’hotel Scalinatella.

Tornare in tour: il Calendario Pirelli 2022 incarna il sogno della ripartenza, con la firma del cantautore e attivista canadese Bryan Adams (Kingstone, 1959). L’eclettico Adams, che suona da quando ha 15 anni, ha venduto 100 milioni di dischi e cantato O Sole Mio con Pavarotti, torna a stupirci con una serie di scatti che celebrano la vita delle pop e rockstar dietro le quinte. La lineup di artisti coinvolti è di altissimo livello: ci sono gli intramontabili Iggy Pop e Cher, le dive Jennifer Hudson e Rita Ora, la rapper Saweetie e l’alternativa Grimes, mentre la copertina-manifesto è tutta della cantante e musicista americana St. Vincent. “Quando stavamo scattando”, racconta Adams dalla sua camere d’albergo dove è in quarantena causa Covid, “io sapevo che St. Vincent doveva avere con sé una chitarra: è l’unica musicista del gruppo, insieme a Iggy. Ma ci stavamo fermando a quello. Per puro caso, però, io tenevo un plettro in tasca, e alla fine dello shooting mi è venuto in mente di proporle un ultimo scatto, iconico”. Così è nata la cover del nuovo The Cal, il più famoso calendario del mondo, che come un LP è contenuto quest’anno in una confezione quadrata. Il formato è speciale per un’annata speciale: il ritorno del Cal coincide infatti con il 150esimo anniversario della Pirelli, per la cui occasione l’ad e storico volto dell’azienda Marco Tronchetti Provera ha presentato un nuovo logo celebrativo.

Quale tematica migliore della strada, per celebrare la comune anima della musica live e di un brand di pneumatici? “È la cosa che conosco meglio, faccio questo lavoro da 45 anni, ed è ciò che Pirelli fa”, racconta Adams, che spiega come sia stato anche un omaggio nostalgico e apotropaico alla vita in tour: “Rappresenta anche ciò che non abbiamo potuto fare per due anni”. Le due location degli scatti dello Château Marmont di Los Angeles e di Capri rappresentano la vita da sogno delle star, esclusiva e luminosa. C’è una Jennifer Hudson in controluce, piena diva nel solco di Whitney Huston, una Saweetie in costiera, Iggy Pop ricoperto di argento – “un consiglio della costumista”, racconta il fotografo – e poi ancora Normani, Kali Uchis e Bohan Phoenix. Un inno alla musica nel senso più tradizionale del termine, quello di Adams, e a una vita sfaccettata: c’è, sì, il mondo del lusso, con tanto di piscine californiane e sogni mediterranei (il tocco qui è vintage), ma anche la solitudine della tournée: un tema affidato proprio a St. Vincent, che negli scatti guarda melanconicamente dalla finestra di una camera d’albergo. “Ci sono molti momenti di riflessione in tour, e si dorme male”, racconta ridendo la cantante, “ma è la cosa che ti manca di più: c’è lo show, ma anche un’idea di movimento a cui non potrei rinunciare, l’idea che ogni giorno accada qualcosa di emozionante e inaspettato. È ispirante”. La cantante ha appena concluso il suo tour autunnale che non esita a definire, dopo tanta attesa “il migliore di sempre”. Nonostante le attese dovute alla pandemia, che hanno allungato le tempistiche, tutti i soggetti sono rimasti con Adams: “Un onore, così come è un onore incredibile comparire insieme a grandissimi nomi della fotografia come Testino, Lindbergh, McCurry, Leibovitz e Weber”. Sono solo alcuni dei grandissimi fotografi che hanno scattato per il Calendario Pirelli. Oltre ad essere il fotografo, il cantautore è il soggetto dell’ultimo mese del calendario – “ci mancava una persona”, dice candidamente – e come se non bastasse ha scritto apposta, in un giorno, la canzone On The Road, che comparirà anche nel suo prossimo album. Per il futuro? “Ho visto i Maneskin, se vogliono collaborare, basta che chiamino”.

FONTE:

https://pirellicalendar.pirelli.com/it/home