NADIA FERRARI, Pittrice neo classica – INTERVISTA

0
188
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

… “ogni giorno sempre di più proverò a percepire le sfaccettature del mondo che mi circonda, a trasmettere le mie emozioni”…

Ciao Nadia, è un piacere averti tra le righe della mia Rubrica d’Arte.
Di te sappiamo che sei una pittrice ed hai esposto in molte importanti Gallerie.
Chi è Nadia pittrice?
Nadia Pittrice nasce nella provincia di Treviso ed è una sognatrice che non si è mai arresa. Con una grande passione per l’arte, il disegno e la pittura fin da piccolissima.
Mi ricordo ancora quando molto piccola mi veniva chiesto se avessi artisti in famiglia.
In effetti provengo da una famiglia i cui componenti hanno per buona parte questa meravigliosa dote.
Raccontare Nadia Pittrice è raccontare i miei sentimenti e la mia anima…
Con l’arte riesco ad esprimere le mie emozioni e a trasmetterle con i miei colori, o almeno questa è l’intenzione.

Parlaci di te come donna del tuo tempo libero, come preferisci organizzarlo?
Il mio tempo libero oltre a lunghe camminate all’aria aperta, lo dedico a questa mia grande vocazione, alla mia ricerca personale, con studi continui dei colori e della mescolanza fra loro, di materiali diversi da utilizzare, di forme, proporzioni, luci, ombre dei miei soggetti. Alternando momenti di sconforto ad altri di gioia infinita.

Ci racconti il tuo percorso nel campo della pittura e cosa rappresenta per te l’arte?
L’ Arte rappresenta il mio mondo, il mio io interiore e nascosto.
I miei lavori mi parlano di emozioni e momenti che ho visto e vissuto…per questo nelle mie tele si alternano colori celestiali ad altri più cupi…tratti delicati, sottili, velature a spatolate piene ed energiche.
Nasco come autodidatta, seguita in giovane età da una bravissima maestra d’arte.
In seguito ad un concorso internazionale sono stata selezionata dal noto Critico d’Arte Prof. Giorgio Gregorio Grasso, che non finirò mai di ringraziare sia umanamente che per le opportunità e i consigli datami, e in un vortice di fortissime emozioni, fra esaltazioni e grandissima umiltà ho iniziato a condividere le mie emozioni.

Quando divieni consapevole della sua inclinazione per la pittura?
Non ho il ricordo di un momento preciso, dato che ho iniziato a sentirmi trasportare da questa vocazione per il colore in età molto tenera, provando soddisfazioni e sensazioni uniche che mi hanno spinto a non abbandonare mai questa passione.

I tuoi dipinti sono quasi sempre figure o busti di donne: moderne, del tempo passato, madri, dame di corte ma sempre donne. Cosa vuoi trasmettere con la tua pittura? Da cosa nasce la tua ispirazione?
Da paesaggi visti o dell’anima, da dipinti dove dominava sempre il mare o comunque l’acqua, campi di papaveri, i miei fiori più amati, nature morte…negli ultimi quattro anni ho sentito il prepotente bisogno di ritrarre figure femminili mettendo forse a nudo in questo modo il mio essere più emotivo e sensibile.
La mia ispirazione nasce quasi sempre di sera e di notte ..dalle mie emozioni e vissuti dell’anima, anche se i miei dipinti non sono mai autoritratti ma appunto emozioni, mi piace poi stare ad osservare il mio lavoro che procede a volte veloce e istintivo…altre volte con calma e insicurezze…fino al risultato sempre sofferto…che in fondo non sarà mai perfetto come vorrei. Mi piace osservare il colore ad olio riposato…le sfumature che cambiano con la luce del giorno…sentire gli odori; a volte mi capita in piena notte, dopo aver dipinto per ore, di uscire in terrazzo e mentre guardo il cielo ringraziare Dio per questo dono.

Se qualora ce ne fossero, quali sono i messaggi umani fondamentali alla base della tua produzione artistica?
Sensibilizzare le anime e le coscienze è quello che cerco di fare, su temi attuali dell’umanità: come la violenza sulle donne, i ruoli a cui ancora oggi spesso vengono relegate, la lotta contro il cancro, la guerra, il razzismo…mantenendo  però sempre la forza e bellezza delle mie creature ritratte.

Poche volte hai dipinto soggetti come una natura morta o il mare. Qual è la tua espressione artistica, a quale artista sei ispirata?
Certo! mi capita di sentire il bisogno di dipingere la generosità della natura…o il mare, che sento parte della mia anima con le sue varie sfumature dalla calma, alla tempesta emotiva più impetuosa.
Da quattro anni però i miei soggetti sono prevalentemente femminili, seguendo la corrente del realismo contemporaneo in cui l’arte segue l’anima in un percorso fatto di passi, emozioni, lacrime, sorrisi, pensieri, fatiche e immensa gratitudine verso il creato e tutte le persone che con me credono nella mia arte.
I grandi maestri del passato come Picasso, Botticelli, Da Vinci sono e saranno sempre i miei più grandi esempi e al di là del tempo maestri e ispiratori…ai quali ho reso omaggio con alcune mie pitture con un percorso difficile, di studio e osservazione della storia dell’arte e delle opere di questi grandi maestri.

Colpisce nelle sue tele il cromatismo pulito, la levità e freschezza del tratto. Cosa può dirci della tua tecnica pittorica?
In questo momento questo è il mio stile e credo rispecchi un grande desiderio di serenità.
Le mie donne hanno l’incarnato candido come forse la purezza dell’anima…
Amo l’olio, mi piace mescolare l’oro al nero, usare l’acqua ragia, l’olio di lino, “tirare” a volte le tele a gesso oppure, accarezzarne la trama del cotone. A volte la mia pittura è a tratti più energica lasciando evidenti le spatolate, cerco sempre di arrivare ad un risultato e quando sentirò di averlo raggiunto…cercherò sicuramente nuove evoluzioni artistiche.
Qualche notte fa ho pensato ad un nuovo lavoro…è già nella mia mente…e anche questo lavoro sarà una ricerca di serenità.

Secondo te in Italia si fa abbastanza per la valorizzazione dell’arte e delle discipline culturali?
La valorizzazione dell’arte ..e dei beni culturali ne presuppone prima di tutto la conservazione e la protezione ma non deve mancare di certo la possibilità della visita  a questi beni artistici. Credo bisognerebbe Promuovere la cultura diffondendo  la conoscenza del nostro stesso patrimonio.

Cosa proporresti per migliorare la comunicazione del linguaggio artistico?
La promozione dell’attività culturale e dell’arte, ad esempio,  attraverso eventi, esposizioni, visite guidate, mostre d’arte, teatri, musei, biblioteche…e far capire ai bambini che attraverso l’uso di semplici materiali hanno la possibilità di migliorare la realtà che li circonda.

Quale considerazione hai del nostro Paese in questo dato momento storico in cui l’arte è spesso messa da parte?
Cosa posso dire in piena pandemia l’arte è fra le attività ritenute “non necessarie”, l’arte in Italia non è mai stata ritenuta necessaria, era la vittima perfetta designata. Io come molti, credo che senza arte e bellezza non si possa vivere…l’esempio l’hanno dato gli italiani cantando sui balconi.

Cos’è l’Arte e cosa vuol dire essere un’artista secondo Nadia?
L’arte è in tutto ciò che ci circonda, n tutto ciò che facciamo con amore, la vita stessa è arte, l’universo…e senza arte non si può vivere,
Artista è una parola grande, mi definisco “pittrice” con un meraviglioso dono che mi permette di esprimere le mie emozioni.

Ti è mai capitato di sognare un’ opera da realizzare?
Si, mi è capitato partecipando con grande onore alla prestigiosa edizione della Divina Commedia illustrata da 333 artisti per l’anno appena trascorso dedicato al Sommo Poeta Dante Alighieri.Importante Progetto ideato e curato dallo Storico e Critico d’Arte Prof. Giorgio Gregorio Grasso che ringrazio con orgoglio!
Mi è capitato leggendo qualche terzina, di sognare alcuni dei personaggi femminili narrati da Dante prima di dipingerli, i colori sono arrivati dopo.
Tele che non ho pensato molto, e che mi hanno dato grandi soddisfazioni, sensazioni uniche che resteranno sempre con me.
A volte mi soffermo ad osservare queste creature e sembrano parlarmi del mondo in cui sono vissute. Questa sono io, con le mie emozioni che possono piacere oppure no.

In ambito figurativo, quali esperienze dell’arte moderna e contemporanea consideri importanti nell’elaborazione della sua concezione estetica?
Amo tutto ciò che rappresenta la bellezza e che mi trasmette un’emozione forte, facendomi rimanere incantata come se fossi in altra dimensione davanti a colori, a luci, ombre, paesaggi dell’anima che solo gli artisti riescono a creare…partecipare alle mostre d’arte mi da queste forti emozioni e mi fa incontrare persone meravigliose e speciali.

C’è qualcosa che non ti ho chiesto che ti piacerebbe far sapere alle nostre lettrici e nostri lettori?
Ci tengo infinitamente a ringraziare chi si è soffermato a leggere questa mia prima intervista e pero di non avere annoiato e soprattutto spero di trasmettere emozioni con la mia Arte .
Grazie Cara Monica e grazie a tutte le persone che credono nella mia Arte .

Chi volesse cercarti sui social dove ti trova?
Chi volesse approfondire il mio linguaggio artistico può trovarmi alla pagina Facebook NaFer in Art, oppure al profilo Instagram nadiaferrarinafer

Ti ringrazio per averci dedicato il tuo tempo.
Grazie infinite a te per l’attenzione dedicatami.
M°  Monica Isabella Bonaventura

Previous articleCaterina Civallero e Alessandro Zecchinato, scrittori, presentano il loro ultimo libro “Lo sviluppo quantico delle parole”| INTERVISTA
Next articleFumetti: Il “Comicon International Pop Culture Festival” dal 22 al 25 aprile 2022 presso la Mostra d’Oltremare di Napoli
Nata in provincia di Venezia, da sempre ho la passione per l'arte in modo particolare per la pittura, il design di arredamento e la decorazione d'interni. Sono una Maestra d'Arte in Arte Applicata e in Architettura e Arredamento, subito dopo il diploma ho lavorato per alcuni studi di architettura come disegnatrice, realizzando progettando arredamenti anche per conto proprio e restauri di edifici d’epoca. Neo diplomata entro a far parte di un centro culturale artistico conoscendo alcuni artisti, ed approfondisco la tecnica della serigrafia e litografia, acquisendo esperienza. Successivamente insegno educazione artistica e storia dell’arte, per poi essere inserita in un laboratorio per scenografie di teatro come pittrice e designer. Nel contempo creo e idealizzo alcune vetrine per negozi, dando un’immagine innovativa e curata, anche nel disegnare abiti per una sartoria. Studiando arte mi interesso alla pittura astratta e contemporanea, all'impressionismo astratto, ed inizio a sperimentare la pittura d’azione “action painting” su grandi tele, realizzando quadri su commissione e su misura, integrandoli ad ogni arredamento iniziando a farmi conoscere come Artista. A seguito di un concorso pubblico entro a far parte di una Amministrazione Pubblica occupandomi di cartografia e foto aeree del territorio. Tra il 1998 e 2001 frequento alcuni corsi annuali di psicologia e sociologia infantile, ed uso la mia esperienza come Artista di pittura astratta, per far apprendere su alcuni corsi per bambini la "pittura d'azione”, organizzando anche corsi d' arte e di riciclo creativo, insegnando diverse tecniche d'arte in alcune scuole e privatamente (dal trasferimento d’immagine al decoupage, dallo stencil al decapè, dal collage, alla pittura al cesello), ed è così che ha inizio, la mia ricerca sul riciclo creativo, dando uno sguardo e senso al riuso degli oggetti che si gettano quotidianamente, e in poco tempo mi faccio conoscere come Artista creativa e vengo invita a presentare quest'arte in seminari ed eventi riguardante l'argomento; da questo nasce l’idea di concretare quest’arte con Fare & Rifare, esponendo le mie creazioni, dagli oggetti ai gioielli. Idealizzo e curo la realizzazione di Mostre-Eventi Internazionali d’Arte per una illustre Galleria d'Arte di Venezia e in occasione dei 1600 anni dalla fondazione della Città di Venezia nel 2021, riesco ad ottenere il logo ufficiale dal Comune di Venezia per una Mostra importanti di cui ho collaborato. Organizzo mostre-mercati ed espongo come Artista del proprio ingegno creativo con le mie creazioni di oggetti. Da qualche anno scrivo recensioni artistiche per artisti conosciuti e non, italiani e stranieri, per poi cooperare all’esecuzione di un libro come tecnica alle immagini e mappe antiche e supporter grafica all’impaginazione. Sono stata intervistata su alcuni emittenti radiofoniche e TV (Tele Venezia, TG PoliCinema, Storie live su Radio di Tele Venezia e Radio Veneto) come pittrice, artista del riciclo creativo e arredatrice, conferendomi il titolo di Eccellenza Veneta, e da una nota Critica d’Arte dei salotti Artistici di Roma (3 minuti d’arte) su You-Tube e vari social, e successivamente ancora intervistata e resa pubblica la mia intervista su diverse riviste d’Arte: MobMagazine – Fatti Italiani, Scrivoline e su Verona Sette. Vengo premiata come creativa e pittrice di Arte astratta e con una Menzione Speciale (Premio Veneto Arte – Assoc. OltreArte) con una mia opera, da una importante Storica e Critica d’Arte durante l'esposizione alla Biennale delle Ville Venete. Sempre alla ricerca d' innovazioni, d' imparare e di mettermi alla prova, ho partecipato e partecipo a diversi concorsi di letteratura, poesia, fotografie e pittura, ottenendo premi a livello nazionale e internazionali facendomi notare da alcune gallerie di città italiane importanti; partecipo a progetti d'arte con altri artisti e giornalisti stranieri e alcune mie opere diventano copertina di alcuni libri di poesie di un noto regista italiano. Da un po’ di tempo vengo richiesta come modella per opere d’arte dalla pittura alla scultura, e come indossatrice per alcuni negozi di abbigliamento, sono stata selezionata come "volto" per una Comunità in un Concorso Nazionale e ancora selezionata da una nota Agenzia pubblicitaria e testimonial con la mia immagine su prodotti cosmetici. Ho esposto ed espongo su importanti gallerie d’Arte di città Internazionali e italiane: Madrid, Lisbona, Parigi, Atene, Calcutta, Yerevan - Birmania, Miami, Russia, Roma e prov., Firenze, Milano e prov., Matera, Padova, Venezia e prov., Vicenza, Parma, Genova e su alcuni Comuni di Venezia e Padova, la maggior parte presentate dallo Storico e Critico d’Arte prof. Giorgio Gregorio Grasso e dallo Storico Prof. Vittorio Sgarbi, dove certi miei quadri e oggetti sono stati inseriti su aste. A seguito di un Concorso Internazionale di pittura contemporanea vengo selezionata da un importante Storico e Critico d’Arte Prof. Giorgio Gregorio Grasso, ad esporre delle mie opere alla Mostra Internazionale: “Lo stato dell’Arte al tempo della 58’ Biennale di Venezia”, per poi essere ancora scelta ad esporre su Gallerie importanti di Milano e Matera, Biennale di Atene, Biennale di Armenia e Biennale Ville Venete. In contemporanea con la Mostra del Cinema del 2019 vengo selezionata per rappresentare il cinema dei primi anni del ‘900 e subito dopo scelta dall’Associazione Vitaru di nazionalità Russa con un’opera contro la violenza sulle donne e l’opera viene inserita in una pubblicazione d’arte. Ho partecipato ad un concorso internazionale di pittura "Marc Chagall" nel 2018 e vengo selezionata con 4 mie opere e inserita in un volume d'arte "LimeraMente", successivamente nel 2022 con il concorso internazionale di pittura Frida Kahlo. Altre mie opere sono state scelte per essere presentate dallo Storico e Critico d’Arte su TV Sky e partecipo a varie iniziative di beneficenza con alcune mie opere presentate dallo stesso Critico Arte e presentate sui social e su rivista d’arte. Varie mie opere sono state scelte e pubblicate su volumi d'arte come La Divina Commedia edito dall'Istituto Nazionale della Cultura, e sui social con relative critiche da parte di storici e critici d'arte. All'interno dello spazio artistico live-art realizzato da Artaxy durante il Mestre Carnical Street Show del 2019, mi cimento nella creazione di un'opera dal vivo, imprimendo con energia i tratti distintivi del mio stile, e riportato l'evento in prima pagina su rivista d'arte vedendomi protagonista. Ho partecipato ad un corso della lingua dei segni (LIS) e faccio parte di diverse associazioni culturali, dalla musica alla pittura. A settembre 2020 mi sono candidata alle elezioni politiche come Consigliera alla Cultura della mia città ed ora collaboro per eventi culturali e artistici. In occasione della giornata contro la violenza sulla donna, il 25 novembre 2021 sono stata invitata come Artista Contemporanea al Museo del '900 a Venezia Mestre per parlare sull'argomento. Sono Redattore di una mia Rubrica d’Arte “MonicArte” su Mobmagazine, Redattore su "Il quotidiano dell'arte" e manager di un personaggio pubblico. Ultimamente sto organizzando e curando un Corso-Evento d'Arte per bambini.