Musica: L’Associazione Siciliana Amici della Musica presenta “Welcome to Palermo”

0
361
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

L’Associazione Siciliana Amici della Musica avvia un progetto di ecosistema turistico culturale. I turisti che soggiornano negli alberghi palermitani, che aderiscono alla rete di Federalberghi Palermo, potranno assistere gratuitamente ai concerti previsti nel cartellone 2022 al Politeama Garibaldi, già a partire dal 7 febbraio con I Solisti della Scala e per tutti gli appuntamenti successivi sia del turno pomeridiano che di quello serale.

Per ogni concerto saranno 100 i biglietti messi a disposizione dalla centenaria Associazione da destinare ai turisti in vacanza nel capoluogo siciliano.

“Si tratta di un’iniziativa che ci sta molto a cuore – spiega la presidente dell’Associazione Siciliana Amici della Musica, Milena Mangalaviti perché vogliamo diffondere il concetto di musica e cultura coinvolgendo un pubblico sempre più ampio e quindi anche i turisti, portandoli in un luogo simbolo di Palermo, qual è il Politeama Garibaldi. È un progetto pilota che abbiamo intenzione di espandere includendo altri enti e realtà cittadine, per raggiungere un numero sempre maggiore di persone”.

Milena Mangalaviti

Tra qualche settimana, infatti, il piano sarà esteso anche al Porto Turistico Marina di Villa Igiea: anche gli ospiti che attraccheranno con le proprie imbarcazioni avranno la possibilità di prendere parte ai concerti dell’Associazione Siciliana Amici della Musica della stagione 2022.

Soddisfazione espressa anche dal presidente di Federalberghi Palermo, Nicola Farruggio: “E’ la prima base di un progetto – afferma – che per una città turistica come Palermo dovrebbe essere l’abc per creare una sinergia tra le strutture ricettive, il sistema culturale e quello dei servizi. In questo modo i turisti avranno la possibilità di assistere ai concerti e questo rientra in una più ampia attività di promozione del sistema alberghiero, che non si limita a vendere solo camere ma vuole arricchire i contenuti del soggiorno a Palermo per una migliore fruizione del territorio”.

FONTE:

https://amicidellamusicapalermo.net/