Adrian Chiriac, artista effettista | Critica di Francesca Romana Fragale

0
372
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

“La Radio” di Adrian Chiriac è un’opera di pitto scultura.

Piena di simboli e apposizioni materiche, a primo impatto induce allegria.

Il Chiriac è un artista con una dirompente creatività espressiva che tende al Bene.

La sua Radio ha biglie di vetro colorate come manopole e una serie di minuti oggetti di comune utilizzo sapientemente selezionati per dare corpo al suo quadro. Usa il riciclo come metodo ma in chiave non ideologica ma per “educazione”, come a significare: chi siamo in questo Mondo a poterci permettere di sprecare.

Quello che evinco nelle opere del Chiriac è un profondo afflato religioso, una possente personalità di chi deve averne passate abbastanza, di un approccio all’essere lieve e molto strutturato assieme, che svela Nobiltà.

La sua propensione per i messaggi positivi ritengo sia scientemente salvifica per sé stesso e i suoi interlocutori visivi.

Per tornare a questa sua opera, sulla parte bassa della radio si notano una piccola medaglietta con una Madonna a sinistra e una Croce a destra.

Per il Chiriac importante è il ruolo dell’informazione, infatti quest’opera è nata in concomitanza con la giornata mondiale della Radio.

Le parole sono come spade o come carezze, possono spostare i Popoli.

La collocazione di simboli sacri mi fa ritenere che avvia voluto lanciare un appello alla responsabilità di chi ha il ruolo di informare gli Altri.

Dott. Francesca Romana Fragale