“MINARI” a project for Art

0
269
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

How many times during art history lots of landscapes were painted, where vegetation has been used to improve the value of the paintings. An example is oriental art, where the union with nature is much more presented, but also strong like the Levante cuisine that is based on a composure of colours and flavours.
In Korean cuisine traditional dishes are based on fruits and vegetables. That’s because there are a lot of fields, plants and spices available. During all seasons these are illuminated by the sun and fed by rain. Korea is surrounded by the ocean thus seasons offers different products all the year long, also products from the sea.
A plant which is being used frequently in korean dishes, which grows in all the ambients in the far east and has healthy beneficts, is Minari. Similar to our parsley and it is something incredible.
Also the Venetian lagune, a little paradise, is home of a plant mostly used in cooking, named Salicornia, a protected spiece of plant, used in ancient receipts and recently rediscovered by chefs. It has a particular flavour because of the salted water of the Venician lagune.
Into the lagune, between the embankment the reflections of water and the protected habitat, is being created a microambient of the growing of vegetables. In cuisine the flavour of these vegetables it’s very appreciated.
The Art of cuisine is to dose, choose, associate, smell and create a perfect dish opera rich of that simple value that precisely is mixing all the ingredients.
Food and Art follow the evolution of time and the concept has been changing during centuries. Art reflects society where we live with it’s convictions, ethics, ideas and techniques and can be related to our senses, perceptions and sentiments without any doubt.
“Minari” takes also place in cinema, it is the title of a film which have a korean family as main character that was able to move to America in the 80’s. It was candidate for the Oscar in 2020.
Art doesn’t have any limitation and travels through time and takes place in many uses. In this way an art-project named “Minari” has been born which will be presented in Venice in the Venice Art Gallery, located in the cultural centre of the metropolitan city, every year promoter of interesting International Art exhibitions. Many artists from all over the world partecipate at “MinAri”, a collective exhibition which find a relation with the lagunar ambient aswell as waterplant to be found near Korean watersides. The group has met in Korea many
years ago during an international art festifal at the Heageumgang Theme Museum in Geoje.
“Minari” is the vital experience to which artists participate to exchange it’s unique experiences. A strong project which is very important because it links cultures and different styles to a unique one, a multicolor link through different knowledges that need a universal language, which is named Art.
It’s a group of artists that “MinAri” mix together, a project that start from different cities and countries, for a strong and clear objective, different in experiences, which have a rich heritage. Their joined forces contribute to an emotive meaning.
The project became a workplan that links north and south-american with european aswell as asian cultures. It has such an important value to sustain art and cultures with the biggest existing meaning of it, giving a symbiosis between many partecipant countries born out of friendship and mutual interest for art, culture and multi cultutal society.
The exhibition will take place from 23 of april to 7 of may 2022, coordinated by artist Alexandra Van Der Leeuw from Holland, with the organization of the Responsible and P.R. Deborah Scarpato, and presentation by Professor Giorgio Gregorio Grasso, historic and art critique. He will officially open the event at 18.00 o’clock.
The Artists partecipants from all over the world are:
. Alexandra Van of Leeuw, Holland;
. Amalia Gli Merino, Spain and Germany;
. Carlos Aranha, Ecuador and Canada;
. Heidi Fosli, Norway;
. Micheal Kazemi, Iran and Korea;
. Nao Morigo, Japan;
. Richard Buxani, Philippines;
. Sigmund Nyberg, Norway;
. Swati Ghosh, India and Norway
. Yasuyuki Ueda, Japan.
Guest:
. Monica Isabella Bonaventura, Italy.
Venice Art Gallery is located in: Calle del Traghetto 2799, Dorsoduro, Venezia
M° Monica Bonaventura

Previous article“MINARI” un progetto per l’Arte
Next article“Ho riposto le 14 Novelle brevi di Sicilia in uno scrigno per poterlo aprire ogni volta che desidero essere travolta…” | di Patrizia Zara
Nata in provincia di Venezia, da sempre ho la passione per l'arte in modo particolare per la pittura, il design di arredamento e la decorazione d'interni. Sono una Maestra d'Arte in Arte Applicata e in Architettura e Arredamento, subito dopo il diploma ho lavorato per alcuni studi di architettura come disegnatrice, realizzando progettando arredamenti anche per conto proprio e restauri di edifici d’epoca. Neo diplomata entro a far parte di un centro culturale artistico conoscendo alcuni artisti, ed approfondisco la tecnica della serigrafia e litografia, acquisendo esperienza. Successivamente insegno educazione artistica e storia dell’arte, per poi essere inserita in un laboratorio per scenografie di teatro come pittrice e designer. Nel contempo creo e idealizzo alcune vetrine per negozi, dando un’immagine innovativa e curata, anche nel disegnare abiti per una sartoria. Studiando arte mi interesso alla pittura astratta e contemporanea, all'impressionismo astratto, ed inizio a sperimentare la pittura d’azione “action painting” su grandi tele, realizzando quadri su commissione e su misura, integrandoli ad ogni arredamento iniziando a farmi conoscere come Artista. A seguito di un concorso pubblico entro a far parte di una Amministrazione Pubblica occupandomi di cartografia e foto aeree del territorio. Tra il 1998 e 2001 frequento alcuni corsi annuali di psicologia e sociologia infantile, ed uso la mia esperienza come Artista di pittura astratta, per far apprendere su alcuni corsi per bambini la "pittura d'azione”, organizzando anche corsi d' arte e di riciclo creativo, insegnando diverse tecniche d'arte in alcune scuole e privatamente (dal trasferimento d’immagine al decoupage, dallo stencil al decapè, dal collage, alla pittura al cesello), ed è così che ha inizio, la mia ricerca sul riciclo creativo, dando uno sguardo e senso al riuso degli oggetti che si gettano quotidianamente, e in poco tempo mi faccio conoscere come Artista creativa e vengo invita a presentare quest'arte in seminari ed eventi riguardante l'argomento; da questo nasce l’idea di concretare quest’arte con Fare & Rifare, esponendo le mie creazioni, dagli oggetti ai gioielli. Idealizzo e curo la realizzazione di Mostre-Eventi Internazionali d’Arte per una illustre Galleria d'Arte di Venezia e in occasione dei 1600 anni dalla fondazione della Città di Venezia nel 2021, riesco ad ottenere il logo ufficiale dal Comune di Venezia per una Mostra importanti di cui ho collaborato. Organizzo mostre-mercati ed espongo come Artista del proprio ingegno creativo con le mie creazioni di oggetti. Da qualche anno scrivo recensioni artistiche per artisti conosciuti e non, italiani e stranieri, per poi cooperare all’esecuzione di un libro come tecnica alle immagini e mappe antiche e supporter grafica all’impaginazione. Sono stata intervistata su alcuni emittenti radiofoniche e TV (Tele Venezia, TG PoliCinema, Storie live su Radio di Tele Venezia e Radio Veneto) come pittrice, artista del riciclo creativo e arredatrice, conferendomi il titolo di Eccellenza Veneta, e da una nota Critica d’Arte dei salotti Artistici di Roma (3 minuti d’arte) su You-Tube e vari social, e successivamente ancora intervistata e resa pubblica la mia intervista su diverse riviste d’Arte: MobMagazine – Fatti Italiani, Scrivoline e su Verona Sette. Vengo premiata come creativa e pittrice di Arte astratta e con una Menzione Speciale (Premio Veneto Arte – Assoc. OltreArte) con una mia opera, da una importante Storica e Critica d’Arte durante l'esposizione alla Biennale delle Ville Venete. Sempre alla ricerca d' innovazioni, d' imparare e di mettermi alla prova, ho partecipato e partecipo a diversi concorsi di letteratura, poesia, fotografie e pittura, ottenendo premi a livello nazionale e internazionali facendomi notare da alcune gallerie di città italiane importanti; partecipo a progetti d'arte con altri artisti e giornalisti stranieri e alcune mie opere diventano copertina di alcuni libri di poesie di un noto regista italiano. Da un po’ di tempo vengo richiesta come modella per opere d’arte dalla pittura alla scultura, e come indossatrice per alcuni negozi di abbigliamento, sono stata selezionata come "volto" per una Comunità in un Concorso Nazionale e ancora selezionata da una nota Agenzia pubblicitaria e testimonial con la mia immagine su prodotti cosmetici. Ho esposto ed espongo su importanti gallerie d’Arte di città Internazionali e italiane: Madrid, Lisbona, Parigi, Atene, Calcutta, Yerevan - Birmania, Miami, Russia, Roma e prov., Firenze, Milano e prov., Matera, Padova, Venezia e prov., Vicenza, Parma, Genova e su alcuni Comuni di Venezia e Padova, la maggior parte presentate dallo Storico e Critico d’Arte prof. Giorgio Gregorio Grasso e dallo Storico Prof. Vittorio Sgarbi, dove certi miei quadri e oggetti sono stati inseriti su aste. A seguito di un Concorso Internazionale di pittura contemporanea vengo selezionata da un importante Storico e Critico d’Arte Prof. Giorgio Gregorio Grasso, ad esporre delle mie opere alla Mostra Internazionale: “Lo stato dell’Arte al tempo della 58’ Biennale di Venezia”, per poi essere ancora scelta ad esporre su Gallerie importanti di Milano e Matera, Biennale di Atene, Biennale di Armenia e Biennale Ville Venete. In contemporanea con la Mostra del Cinema del 2019 vengo selezionata per rappresentare il cinema dei primi anni del ‘900 e subito dopo scelta dall’Associazione Vitaru di nazionalità Russa con un’opera contro la violenza sulle donne e l’opera viene inserita in una pubblicazione d’arte. Ho partecipato ad un concorso internazionale di pittura "Marc Chagall" nel 2018 e vengo selezionata con 4 mie opere e inserita in un volume d'arte "LimeraMente", successivamente nel 2022 con il concorso internazionale di pittura Frida Kahlo. Altre mie opere sono state scelte per essere presentate dallo Storico e Critico d’Arte su TV Sky e partecipo a varie iniziative di beneficenza con alcune mie opere presentate dallo stesso Critico Arte e presentate sui social e su rivista d’arte. Varie mie opere sono state scelte e pubblicate su volumi d'arte come La Divina Commedia edito dall'Istituto Nazionale della Cultura, e sui social con relative critiche da parte di storici e critici d'arte. All'interno dello spazio artistico live-art realizzato da Artaxy durante il Mestre Carnical Street Show del 2019, mi cimento nella creazione di un'opera dal vivo, imprimendo con energia i tratti distintivi del mio stile, e riportato l'evento in prima pagina su rivista d'arte vedendomi protagonista. Ho partecipato ad un corso della lingua dei segni (LIS) e faccio parte di diverse associazioni culturali, dalla musica alla pittura. A settembre 2020 mi sono candidata alle elezioni politiche come Consigliera alla Cultura della mia città ed ora collaboro per eventi culturali e artistici. In occasione della giornata contro la violenza sulla donna, il 25 novembre 2021 sono stata invitata come Artista Contemporanea al Museo del '900 a Venezia Mestre per parlare sull'argomento. Sono Redattore di una mia Rubrica d’Arte “MonicArte” su Mobmagazine e Redattore su "Il quotidiano dell'arte" e manager di un personaggio pubblico. Curo e organizzato Mostre-Evento Internazionali d'Arte e stò progettando un corso pedagogico d'arte per bambini con la pittura d'azione per strada e per una associazione per bambini down della mia città. Vengo notata da un importante critico d’arte, scrittore e giornlista il quale mi dedica un articolo su una rivista d’arte “Polis” definendomi “Artista della Materia”. Scelta a marzo del 2022 da una Associazione Culturale – Centri Studi Nazionale per le Arti e la Letteratura in qualità di giudicatrice per un concorso artistico letterario “Perdersi nell’amore”. Nominata ad aprile 2022 Ambasciatrice itaiana in Pakistan della Cultura e dell’Arte dall’Istituto della Cultura e Arte pakistana, proseguo poi come rappresentante dell’Arte italiana per il progetto Coreano “MinAri” che vede 11 artisti selezionati da vari Paesi del mondo.