“MINARI” un progetto per l’Arte

0
268
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Quante volte nel corso della storia dell’arte sono stati riprodotti e dipinti paesaggi dove la vegetazione rendeva importante con un valore aggiunto l’opera stessa, un esempio viene dall’arte orientale, dove il legame con la natura è molto forte e presente, ma pure forte è come la cucina del Levante si basi sull’equilibrio tra colori e sapori.
Nella cucina coreana i piatti tradizionali sono a base di frutta e verdura, molto salubre quindi, questo perché esistono molti campi, erbe e piante a disposizione che nelle varie stagioni vengono irradiati dal sole e bagnati dalla pioggia; essendo comunque una penisola circondata dall’oceano, le stagioni offrono prodotti diversi tutto l’anno, compreso i prodotti provenienti dal mare.
Una pianta che viene usata di frequente nei piatti coreani, che cresce ovunque negli ambienti umidi dell’Est asiatico e dalle proprietà benefiche è il Minari, simile al nostro prezzemolo ed è qualcosa di sorprendente.
Anche la Laguna di Venezia, angolo di paradiso dal territorio umido, variegato e ampio, ospita e cresce una pianta che viene usata molto in cucina ed è la Salicornia o asparago di mare, una specie protetta di pianta spontanea, utilizzata nelle ricette del passato e recentemente riscoperta dagli chef più creativi, dal sapore particolare dovuto dall’acqua lagunare salina.
All’interno della laguna, a ridosso degli argini, il riflesso dell’acqua e l’ambiente protetto hanno creato un microclima favorevole alla crescita degli ortaggi, tanto che proprio in queste zone ci sono tutt’ora gli orti dove crescono le primizie della laguna. In cucina si apprezzano i sapori ricchi e intensi di questi vegetali.
L’Arte quindi nella cucina è il saper dosare, scegliere, associare, assaporare e creare da un niente opere d’arte di piatti ricchi di quel semplice valore intrinseco e apparente che è precisamente il poter accostare evolvendo senza indugio l’accostamento di vari ingredienti.
Cibo e Arte seguono dunque l’evoluzione del loro tempo e il concetto di arte come del cibo è cambiato nel corso dei secoli; il cibo come l’arte rispecchia la società in cui viviamo, con le sue convinzioni e la sua etica, con le sue idee e tecniche, perciò entrambi si possono associare ai sensi, alle percezioni, al sentimento e possono senza dubbio evocare emozioni ed entusiasmo.
“Minari” trova posto anche per il Cinema, è il titolo di un film che vede protagonista una famiglia della Corea che riesce a trasferirsi in America negli anni ’80, ed è stato candidato all’Oscar nel 2020. Ecco che l’arte ancora non ha confini terreni, ma viaggia attraverso il tempo di un risultato ampio di quello che può essere la comunicazione vera e propria, una reale informazione di un’arte che va oltre alla pittura attraverso tradizioni, cultura e modi di vivere la natura.
L’arte pertanto trova spazio in molti ambiti e nasce un progetto dal titolo “MinAri”, che vuole essere presente a Venezia alla Venice Art Gallery situata nel centro culturale della città metropolitana, straordinariamente da sempre promotrice di avanguardie e di Mostre d’Arte Internazionali, con  l’esposizione di opere d’arte dove protagonisti sono artisti provenienti da vari Paesi, una Mostra Collettiva Internazionale che trova un rapporto, una similitudine con il territorio lagunare e quello della Corea.
“MinAri” è l’esperienza vitale di come ogni artista rivendica le proprie esperienze irripetibili e senza precedenti, un progetto forte, importante di grande rilevanza perché lega culture e stili diversi verso una precisa finalità, un legame multicolore che attraverso le differenti conoscenze richiede un irripetibile e universale linguaggio che è l’Arte.
E’ un gruppo di artisti che “MinAri” unisce e fonde, un programma che parte da diversi paesi e continenti, tutti per il medesimo obiettivo, forte e chiaro, differente nelle esperienze che racchiude una ricchezza formativa e un patrimonio inestimabile, aperto ad ogni sperimentazione che accomuna, raggruppa e associa artisti che attraverso il loro impegno contribuiscono all’espressione più chiara ed emotiva che l’arte può dare.
L’Arte diventa quindi un piano di lavoro che accosta culture nordamericane con quelle europee, asiatiche e latinoamericane, di un’importanza tale da sostenere l’arte e la cultura con la più grande espressione esistente, donando una simbiosi tra i vari paesi parteciparti con diversi incontri ed eventi formativi artistici intellettuali.
La Mostra si terrà dal 23 aprile al 7 maggio 2022 ed è stata coordinata dall’artista Alexandra van der Leeuw, con l’organizzazione a cura della Responsabile e P.R. Deborah Scarpato e presentazione a cura del Prof. Giorgio Gregorio Grasso, Storico e Critico d’Arte, il quale alle h. 18:00 aprirà ufficialmente l’inaugurazione.
Gli artisti che espongono provengono da vari Paesi:
. Alexandra Van del Leeuw, Olanda;
. Amalia Gli Merino, Spagna;
. Carlos Aranha, Ecuador e Canada;
. Heidi Fosli, Norvegia;
. Micheal Kazemi, Iran e Korea;
. Nao Morigo, Giappone;
. Richard Buxani, Filippine;
. Sigmund Nyberg, Norvegia;
. Swati Ghosh, India;
. Yasuyuki Ueda, Giappone.
Ospite:
. Monica Isabella Bonaventura, Italia.

La Venice Art Gallery si trova a Dorsoduro, Campo San Barnaba – Calle del Traghetto 2799 Venezia Italy.
M° Monica Isabella Bonaventura

Previous article59.esima Biennale di Venezia, l’UGL creativi seguirà gli eventi dal 23 aprile al 27 novembre 2022
Next article“MINARI” a project for Art
Nata in provincia di Venezia, da sempre ho la passione per l'arte in modo particolare per la pittura, il design di arredamento e la decorazione d'interni. Sono una Maestra d'Arte in Arte Applicata e in Architettura e Arredamento, subito dopo il diploma ho lavorato per alcuni studi di architettura come disegnatrice, realizzando progettando arredamenti anche per conto proprio e restauri di edifici d’epoca. Neo diplomata entro a far parte di un centro culturale artistico conoscendo alcuni artisti, ed approfondisco la tecnica della serigrafia e litografia, acquisendo esperienza. Successivamente insegno educazione artistica e storia dell’arte, per poi essere inserita in un laboratorio per scenografie di teatro come pittrice e designer. Nel contempo creo e idealizzo alcune vetrine per negozi, dando un’immagine innovativa e curata, anche nel disegnare abiti per una sartoria. Studiando arte mi interesso alla pittura astratta e contemporanea, all'impressionismo astratto, ed inizio a sperimentare la pittura d’azione “action painting” su grandi tele, realizzando quadri su commissione e su misura, integrandoli ad ogni arredamento iniziando a farmi conoscere come Artista. A seguito di un concorso pubblico entro a far parte di una Amministrazione Pubblica occupandomi di cartografia e foto aeree del territorio. Tra il 1998 e 2001 frequento alcuni corsi annuali di psicologia e sociologia infantile, ed uso la mia esperienza come Artista di pittura astratta, per far apprendere su alcuni corsi per bambini la "pittura d'azione”, organizzando anche corsi d' arte e di riciclo creativo, insegnando diverse tecniche d'arte in alcune scuole e privatamente (dal trasferimento d’immagine al decoupage, dallo stencil al decapè, dal collage, alla pittura al cesello), ed è così che ha inizio, la mia ricerca sul riciclo creativo, dando uno sguardo e senso al riuso degli oggetti che si gettano quotidianamente, e in poco tempo mi faccio conoscere come Artista creativa e vengo invita a presentare quest'arte in seminari ed eventi riguardante l'argomento; da questo nasce l’idea di concretare quest’arte con Fare & Rifare, esponendo le mie creazioni, dagli oggetti ai gioielli. Idealizzo e curo la realizzazione di Mostre-Eventi Internazionali d’Arte per una illustre Galleria d'Arte di Venezia e in occasione dei 1600 anni dalla fondazione della Città di Venezia nel 2021, riesco ad ottenere il logo ufficiale dal Comune di Venezia per una Mostra importanti di cui ho collaborato. Organizzo mostre-mercati ed espongo come Artista del proprio ingegno creativo con le mie creazioni di oggetti. Da qualche anno scrivo recensioni artistiche per artisti conosciuti e non, italiani e stranieri, per poi cooperare all’esecuzione di un libro come tecnica alle immagini e mappe antiche e supporter grafica all’impaginazione. Sono stata intervistata su alcuni emittenti radiofoniche e TV (Tele Venezia, TG PoliCinema, Storie live su Radio di Tele Venezia e Radio Veneto) come pittrice, artista del riciclo creativo e arredatrice, conferendomi il titolo di Eccellenza Veneta, e da una nota Critica d’Arte dei salotti Artistici di Roma (3 minuti d’arte) su You-Tube e vari social, e successivamente ancora intervistata e resa pubblica la mia intervista su diverse riviste d’Arte: MobMagazine – Fatti Italiani, Scrivoline e su Verona Sette. Vengo premiata come creativa e pittrice di Arte astratta e con una Menzione Speciale (Premio Veneto Arte – Assoc. OltreArte) con una mia opera, da una importante Storica e Critica d’Arte durante l'esposizione alla Biennale delle Ville Venete. Sempre alla ricerca d' innovazioni, d' imparare e di mettermi alla prova, ho partecipato e partecipo a diversi concorsi di letteratura, poesia, fotografie e pittura, ottenendo premi a livello nazionale e internazionali facendomi notare da alcune gallerie di città italiane importanti; partecipo a progetti d'arte con altri artisti e giornalisti stranieri e alcune mie opere diventano copertina di alcuni libri di poesie di un noto regista italiano. Da un po’ di tempo vengo richiesta come modella per opere d’arte dalla pittura alla scultura, e come indossatrice per alcuni negozi di abbigliamento, sono stata selezionata come "volto" per una Comunità in un Concorso Nazionale e ancora selezionata da una nota Agenzia pubblicitaria e testimonial con la mia immagine su prodotti cosmetici. Ho esposto ed espongo su importanti gallerie d’Arte di città Internazionali e italiane: Madrid, Lisbona, Parigi, Atene, Calcutta, Yerevan - Birmania, Miami, Russia, Roma e prov., Firenze, Milano e prov., Matera, Padova, Venezia e prov., Vicenza, Parma, Genova e su alcuni Comuni di Venezia e Padova, la maggior parte presentate dallo Storico e Critico d’Arte prof. Giorgio Gregorio Grasso e dallo Storico Prof. Vittorio Sgarbi, dove certi miei quadri e oggetti sono stati inseriti su aste. A seguito di un Concorso Internazionale di pittura contemporanea vengo selezionata da un importante Storico e Critico d’Arte Prof. Giorgio Gregorio Grasso, ad esporre delle mie opere alla Mostra Internazionale: “Lo stato dell’Arte al tempo della 58’ Biennale di Venezia”, per poi essere ancora scelta ad esporre su Gallerie importanti di Milano e Matera, Biennale di Atene, Biennale di Armenia e Biennale Ville Venete. In contemporanea con la Mostra del Cinema del 2019 vengo selezionata per rappresentare il cinema dei primi anni del ‘900 e subito dopo scelta dall’Associazione Vitaru di nazionalità Russa con un’opera contro la violenza sulle donne e l’opera viene inserita in una pubblicazione d’arte. Ho partecipato ad un concorso internazionale di pittura "Marc Chagall" nel 2018 e vengo selezionata con 4 mie opere e inserita in un volume d'arte "LimeraMente", successivamente nel 2022 con il concorso internazionale di pittura Frida Kahlo. Altre mie opere sono state scelte per essere presentate dallo Storico e Critico d’Arte su TV Sky e partecipo a varie iniziative di beneficenza con alcune mie opere presentate dallo stesso Critico Arte e presentate sui social e su rivista d’arte. Varie mie opere sono state scelte e pubblicate su volumi d'arte come La Divina Commedia edito dall'Istituto Nazionale della Cultura, e sui social con relative critiche da parte di storici e critici d'arte. All'interno dello spazio artistico live-art realizzato da Artaxy durante il Mestre Carnical Street Show del 2019, mi cimento nella creazione di un'opera dal vivo, imprimendo con energia i tratti distintivi del mio stile, e riportato l'evento in prima pagina su rivista d'arte vedendomi protagonista. Ho partecipato ad un corso della lingua dei segni (LIS) e faccio parte di diverse associazioni culturali, dalla musica alla pittura. A settembre 2020 mi sono candidata alle elezioni politiche come Consigliera alla Cultura della mia città ed ora collaboro per eventi culturali e artistici. In occasione della giornata contro la violenza sulla donna, il 25 novembre 2021 sono stata invitata come Artista Contemporanea al Museo del '900 a Venezia Mestre per parlare sull'argomento. Sono Redattore di una mia Rubrica d’Arte “MonicArte” su Mobmagazine e Redattore su "Il quotidiano dell'arte" e manager di un personaggio pubblico. Curo e organizzato Mostre-Evento Internazionali d'Arte e stò progettando un corso pedagogico d'arte per bambini con la pittura d'azione per strada e per una associazione per bambini down della mia città. Vengo notata da un importante critico d’arte, scrittore e giornlista il quale mi dedica un articolo su una rivista d’arte “Polis” definendomi “Artista della Materia”. Scelta a marzo del 2022 da una Associazione Culturale – Centri Studi Nazionale per le Arti e la Letteratura in qualità di giudicatrice per un concorso artistico letterario “Perdersi nell’amore”. Nominata ad aprile 2022 Ambasciatrice itaiana in Pakistan della Cultura e dell’Arte dall’Istituto della Cultura e Arte pakistana, proseguo poi come rappresentante dell’Arte italiana per il progetto Coreano “MinAri” che vede 11 artisti selezionati da vari Paesi del mondo.