Andrea e Sara: l’inossidabile coppia letteraria | Dopo il successo al «Salone del libro» ci svelano i loro progetti futuri

0
331
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Andrea Ansevini e Sara Marino oltre a essere due grandi amici, sono anche due scrittori straordinari e fenomenali.

Questa inossidabile coppia letteraria, molto prolifica, da tempo sono scrittori ormai affermati nel panorama nazionale. Conferma che viene dalla loro partecipazione di coppia all’ultimo Salone del Libro di Torino dove assieme hanno dato vita a un firma copie congiunto e a ben quattro interviste nella sola giornata di sabato 21, di cui due solo presso lo stand della loro casa editrice, Le Mezzelane, dove hanno presentato i loro libri della saga, un’intervista radiofonica e un’altra ancora con una nota giornalista nazionale.

Andrea era presente con i libri “La porta misteriosa”, il best seller “Oltre la porta” e l’ultimo uscito “Dietro la porta”; Sara invece era presente con “Destino di sangue”, “La freccia del diavolo” e “Il volto dell’oscurità”.

Numerose sono state anche le persone che sono andate a conoscerli al loro stand dove a tutti quanti hanno firmato i loro libri e si sono concessi scatti fotografici con i loro fans che li seguono sempre con ammirazione nelle loro dirette.

Sempre assieme, da poche settimane, hanno concluso la terza edizione del noto “Salotto culturale di Andrea e Sara” dove hanno condotto, con frequenza settimanale, ben 28 puntate.

Sempre in coppia, sono stati anche spesso anche ospiti in altri programmi online, ben 175 negli ultimi tre anni, dove hanno presentato i loro libri.

Andrea Ansevini e Sara Marino

Sara e Andrea, siete stati assieme a presentare al Salone Internazionale del libro. Arrivare a Torino, è per voi una consacrazione ulteriore del successo che già avete?

  1. A) Per me più che una consacrazione, nonostante è la mia prima volta che sono stato e ho presentato al Salone del Libro, direi che è stata una vera emozione ed è stato il raggiungimento di un obiettivo che mi mancava dato che ho fatto moltissime presentazioni in giro per l’Italia. È stato inoltre modo di conoscere tanta gente reale dopo due anni di virtuale.
  2. S) Per me come ogni volta che mi trovo al Salone del Libro, è un’emozione unica. Direi che la cosa che amo di più di tutto è poter portare le amicizie e gli incontro virtuali, nel reale. Quindi diciamo che la consacrazione è più che altro soddisfazione di vedere dal vivo ciò che il lavoro su internet può portare.

Tutti quanti conosciamo la vostra inossidabile amicizia. Qual è il trucco della vostra sintonia letteraria?

  1. A) Nessun trucco, siamo semplicemente noi stessi con la passione per la scrittura e vari generi letterari che ci piacciono a entrambi, il piacere della lettura e avere ogni volta moltissime idee in comune, spesso pensiamo le stesse cose.
  2. S) Ma direi essenzialmente forse la passione per un genere letterario affine. Il piacere della lettura e del poi voler parlare di mille idee. Una fantasia bella polposa.

Andrea, avete solo questo progetto o ne avete anche altri?

  1. A) Ne abbiamo anche altri. Con Sara c’è una raccolta di nostri racconti dove Sara ha realizzato anche dei disegni e sicuramente sarà un libro self. Abbiamo poi anche un libro horror ancora tutto da definire e forse anche un romanzo gotico. Di mio invece ho un thriller ambientato in una acciaieria di prossima uscita, un horror scritto con la mia amica Francesca Compagno, uno tratto da una storia vera, anche questo di prossima uscita, un libro per bambini e delle fiabe riscritte in un modo molto originale e moderno. Ovviamente ho già mandato alla mia casa editrice altri quattro libri: un noir e le ultime tre parti della saga della porta.
  2. S) I progetti non mancano mai. Il mio cassetto delle idee è sempre pieno, così come i racconti sul pc, da ultimare. Ho comunque dei progetti finiti, già in lista di pubblicazione, quindi presto nuove storie vedranno la luce. Varierò un po’, un nuovo fantasy con creature nuove, un romance…

Sara, tu e Andrea tempo fa ci avevate detto che stavate scrivendo un libro fantasy futuristico, il primo libro che state scrivendo in coppia. A che punto siete e quando verrà alla luce questo progetto?

Il progetto c’è. Il tempo per poterlo scrivere purtroppo, molto meno. Vari impegni ci hanno frenato, ma prima o poi lo riprenderemo.

Andrea, visto che tu e Sara avete fatto molte cose assieme, come uscirà il vostro primo libro, avete già idea di fare anche delle presentazioni congiunte?

Non saprei cosa risponderti perché per ora non c’è nulla di certo, anche se presentare assieme sarebbe una cosa molto bella, purtroppo c’è da tenere conto del fattore “distanza” essendo io marchigiano e lei toscana. Per ora penso sicuramente di farne due congiunte, una nella sua città e una nella mia, però come detto, tutto da decidere.

Sara, da poche settimane si è conclusa la terza edizione del vostro salotto culturale dove avete ospitato la nota scrittrice nazionale Anna Fermi. Ci sarà la quarta? Se ci sarà, avrete qualche ospite di rilievo?

Finita questa edizione, adesso siamo in ferie. L’idea di una quarta edizione c’è, verso l’autunno. Dovremo vedere i vari impegni e le varie situazioni. Avere Anna Fermi tra gli ospiti è stata un’ emozione unica. Per i prossimi ospiti, tutti sono importanti.

Andrea e Sara, quale libro altrui consigliereste di leggere?

  1. A) Sicuramente il suo primo libro, “Destino di sangue”.
  2. S) Mmmm… bella domanda. Consiglierei ‘’Delitto in Casa Le Mezzelane’’.

Definitevi a vicenda con tre aggettivi.

  1. A) Per me Sara è fantasiosa, solare e simpatica.
  2. S) Allora, Andrea è: fantasioso, vulcanico, amichevole.

La voglia di fare a questi due autori non manca di certo, quindi non ci resta che aspettare qualche mese, per la nostra gioia, ma anche di chi li segue, rivederli di nuovo assieme.

Nell’attesa vi invitiamo a leggere i loro libri, di guardare i loro video online e di iscrivervi alle loro pagine Facebook “I mille fogli sparsi di Andrea e Sara”, “Andrea Ansevini” e “Rebecca la distruttrice”.