Pelle di ingenua fanciulla | di Antonino Impellizzeri

0
79
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Pallida foglia sorretta sul nulla

ti ergi padrona tra le ombre e lo sfondo

mutevole ostenti un  viso rotondo

mostri la pelle di ingenua  fanciulla

 

Cresci e discendi falciando l’ignoto

ridi mostrando un sorriso beffardo

divieni invisibile ma mostri lo sguardo

spargi dovunque il tuo grido nel vuoto

 

Stabile ascolti dei lupi i lamenti

su veli cobalto vivi sospesa

colori di  giallo chiassi silenti

 

Apollo in duello ti rende la resa

muta  comparsa di passioni ardenti

di vizi e delitti astante indifesa.

Antonino Impellizzeri_Fino alla carne viva