Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
    

Dopo Odessa, Dannenberg ed Amsterdam, unica tappa italiana del suo tour internazionale per Spasimo 2022. Maurizio Bignone in concerto  con  Inner Reflections  già sold out. 18 agosto ore 21.30 – Complesso Monumentale Santa Maria dello Spasimo

Manifesto Spasimo BIGNONE

Sul palco di Spasimo 2022 salirà un artista siciliano ma conosciuto oramai in tutto il mondo. Maurizio Bignone continua il suo tour internazionale dopo aver suonato ad Odessa in Ucraina, Dannerberg in Germania ed Amsterdam in Olanda, come unica tappa italiana proprio sul palco di Spasimo 2022, con il coordinamento artistico e la produzione di Fabio Lannino,  ed è già tutto esaurito. Appuntamento il 18 agosto alle ore 21.30 presso il Complesso Monumentale Santa Maria dello Spasimo con il concerto Inner Reflections. Sul palco Maurizio Bignone al piano, Elena Kushchi flauto, Giorgio Gasparro violoncello e Giovanni Apprendi percussioni. Maurizio con il nuovo progetto “Inner Reflections”, intende regalare un intenso viaggio musicale dove descrive con passione e animo sensibile a tratti selvaggio e sognante, quali sono i limiti della natura umana rispetto agli elementi di natura e a se stesso. Il tour prevede altre date in Europa con altre tappe in Romania, Germania, e negli U.S.A. Maurizio Bignone è un pianista e compositore italiano, trasversale e crossover, abbraccia stili diversi fin dalle prime composizioni senza tralasciare la sperimentazione ma sempre con un filo conduttore che unisce le sue opere ed è per questo che ha sentito la necessità di sviluppare una linea melodica ben definita, il tutto all’interno del sistema comune di base che fa parte della musica classica contemporanea. Il suo amore per la natura, le sue meraviglie e le sensazioni che genera sono alla base della sua musica. Con la sua musica Maurizio sussurra all’anima delle persone, e instaura con loro una speciale sintonia che crea una sensazione di benessere emotivo e catartico. Maurizio è anche considerato uno degli artisti più interessanti della nuova scena contemporanea italiana. Nel 2019 inizia una nuova tournée con il suo nuovo progetto “No Border” dove Maurizio suona con la flautista Elena Kushchii (Concertmaster flauto e solista del Teatro dell’Opera e del Balletto di Odessa – Ucraina) e il violoncellista Giorgio Gasbarro (Concertmaster violoncello e solista al Teatro Massimo a Palermo e nell´Orchestra Sinfonica Siciliana). La sua musica è richiesta ed eseguita da musicisti di tutto il mondo come il violinista Laurentius Dinca (Berliner Philharmoniker) e i Berlin Philharminic Soloists, il concertista violista americano Brett Deubner, la concertista violoncellista russa Maya Fridman, la pianista italiana Gilda Buttà, Il violoncellista solista italiano Luca Pincini, il trombettista solista americano Ralph Alessi, il primo violoncello solista della Gurzenich-Orchestre di Colonia Ulrike Schafer, il concertista e prima viola della Philadelphia Virtuosi Chamber Dennis Krasnokutsky, la concertista serba Maja Rajkovich, la pianista jazz Rita Marcotulli, il Tan’g Quartet di Singapore, il Trio Siciliano (con i solisti del Teatro Massimo di Palermo), il Teatro dell’Opera di Astana, la Novosibirsk Philarmonic Chamber Orchestra ecc. La sua musica è inclusa in molti festival come “Festival dei due mondi” di Spoleto, il Teatro Massimo di Palermo, gli Amici della Musica di Palermo, di Novara, di Milano, in Mazara del Vallo, di Trapani, Conservatorio di Palermo, di Perugia, di Bari, della Aaron Copland School di New York, Festival di Musica Contemporanea di Novosibirsk (Russia), Round Top festival (Texas), Festival di Gramado (Brasile), Orestiadi di Gibellina (festival di musica contemporanea), Womad, e vengono eseguiti nelle più importanti sale da concerto di Italia, Germania, Francia, Inghilterra, Belgio, USA, Giappone, Australia, Brasile, Kazakistan, Russia, Singapore, Olanda, Cina, Ucraina ecc. Ad aprile 2021 il brano per piano solo “Let life surprise you” era al numero 1 nella classifica di musica classica brasiliana di Itunes Top 200, e nell’agosto 2021 il brano per piano solo “Sussurri” era al numero 2. Nel giugno 2021 tre suoi brani sono entrati nella classifica classica di Itunes della Germania ottenendo il 21°, 23° e 27° posto in classifica con i brani “Follow Me”, “Il vento e la rosa” e “Black sea”. Nel novembre 2021 Maurizio ha debuttato in Ukraina nella città di Odessa. Il concerto è stato sold out in pochi giorni ed il pubblico ha apprezzato notevolmente il concerto con una standing ovation finale.

Il cartellone di Spasimo 2022  si basa su risorse artistiche residenti con proposte inedite che potranno stimolare la voglia di buona musica in un contesto storico monumentale senza eguali, quello del Complesso Monumentale Santa Maria dello Spasimo. La maggior parte delle esibizioni sono portate in scena da artisti che spesso esportano la loro musica in abito nazionale ed internazionale come per lo spettacolo del Fantasma dell’Opera richiesto anche da Festival nazionali grazie alle musiche originali, nella versione inedita del 1924 di Gaston Leroux, e che sarà proiettato direttamente sulle pietre storiche dell’abside e musicato dal vivo con le composizioni appositamente scritte da Fabio Lannino e Diego Spitaleri, accompagnati da Antonino Saladino al violoncello e Francesco Foresta jr alle percussioni. Ed  ancora la presentazione del brano scritto insieme a Lucio Dalla dei Beati Paoli, che finalmente ha visto la luce discografica ed  il ritorno in città di Robertinho de Paula, il cui padre Irio ha battezzato i concerti nella sede storica del Brass Group nel 1974 in via Duca della Verdura, con la sua inconfondibile classe. All’interno della stagione spazio anche delle splendide artiste, della Donne che della musica ne hanno fatto una ragione di vita con sonorità incantevoli come Kate Worker con un progetto speciale dedicato alle atmosfere di Broadway ed il ritorno di Anna Bonomolo, la black voice siciliana, con il progetto Jazz in Progress. In cartellone anche il progetto etnico di Arenaria con Mario Crispi ed Enzo Rao. Spazio anche ai concerti con piano solo con Bepi Garsia e Diego Spitaleri. Infine la presentazione del nuovo progetto discografico della Guna Band.

Di seguito l’intera programmazione:

18 Agosto Maurizio Bignone Ensemble Maurizio Bignone pianoforte, Elena Kushchii flauto, Giorgio Gasbarro violoncello, Giovanni Apprendi percussioni.

 

20 agosto Broadway Collection Kate Worker

 

24 agosto I Beati Paoli (Anteprima) Alessandro Mancuso vox chitarra e bouzouki, Anita Vitale voce, fisarmonica e piano, Giulio Barocchieri chitarre, Antonio Putzu fiati, Mariano Tarsilla basso, Emanuele Rinella batteria.

 

26 agosto Diego Spitaleri piano solo.

 

3 settembre Jazz in Progress Anna Bonomolo voce, Diego Spitaleri piano, Sebastiano Alioto batteria, Fabio Lannino basso.

 

9 settembre Bepi Garsia piano recital.

 

10 settembre Arenaria Mario Crispi Enzo Rao Maurizio Curcio Carmelo Graceffa.

 

16 – 17 settembre Guna Band.

 

18 settembre Il Fantasma dell’Opera versione del film originale del 1925 con musiche scritte da Diego Spitaleri e Fabio Lannino , su commissione della Fondazione Taormina Arte,  Antonino Saladino cello, Diego Spitaleri piano, Fabio Lannino contrabbasso e chitarra, Ciccio Foresta marimba e percussioni.

 

22 settembre Tribute to Irio Robertinho De Paula chitarra, Laura Sfilio voce, Vincenzo Favara percussioni, Giuseppe Urso batteria, Diego Spitaleri pianoforte, Fabio Lannino basso.

Info biglietti e prenotazioni a partire da   € 10,00 inclusi diritti

The Brass Group – www.bluetickets.it; brasspalermo@gmail.com  tel. 334 739 1972