Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
    

Sinossi:

Lucio Bava è uno scrittore di libri horror per ragazzi. Per cercare la tranquillità necessaria a scrivere il nuovo romanzo, si reca in uno sperduto paese dell’entroterra ligure. A causa della sua allergia al profumo dei fiori, incontra rapidamente l’ostilità degli abitanti, per i quali è tradizione regalare violette ai nuovi arrivati. A parte il parroco e pochi altri, infatti, lo scrittore si ritrova di giorno in giorno sempre più isolato, ancora di più quando, venuto a conoscenza di una leggenda locale, quella della bambina delle violette, comincia a fare domande per saperne di più e utilizzare la storia come scheletro della sua nuova opera. Ma si tratta davvero di una leggenda intrisa di particolari spaventosi, o c’è anche qualcosa di vero? Lo scrittore scoprirà a caro prezzo, quanto sia labile il confine tra leggenda e realtà.

Roberto Ricci_La bambina delle violette

SCHEDA BIOGRAFICA

Mi chiamo Roberto Ricci. Sono nato a Ancona il 30/12/1963. Di professione parrucchiere. Da sempre appassionato di cinema e letteratura thriller/horror, nel 2012 per festeggiare i 20 anni della mia attività, mi auto pubblico un libricino con quattro racconti da regalare alle clienti e agli amici. Con uno di questi dal titolo “Il Cappotto” partecipo al premio Racconti nella rete (un concorso legato al Festival letterario LuccAutori) e a sorpresa vinco l’edizione 2012. Il racconto diventa un cortometraggio diretto da Giuseppe Ferlito, che riscuote un buon successo in rete e la stampa oltre a dedicarmi diversi articoli, mi soprannomina “il parrucchiere del brivido”. In seguito pubblico una seconda raccolta di racconti e un romanzo, entrambi in self publishing e scrivo soggetti per altri corto/medi e lungometraggi. Tra questi “The Audition” diretto da Luca Guerini, finalista a un concorso indetto da Rai cinema e “Bosco” diretto da Luca Bertossi, finalista al Festival dei corti di Trieste. Altri miei racconti vengono pubblicati in alcune antologie di autori vari. Nel 2018 firmo un contratto con la casa editrice Le Mezzelane e pubblico la raccolta “Nero Corvino”. Quest’ultima contiene i racconti e il romanzo precedentemente pubblicati in self interamente rieditati e un racconto inedito. Nello stesso anno vinco il concorso letterario Oscure presenze con il racconto “La Culla”. Nel 2019 da un mio racconto “E’ Solo Un Gioco” viene realizzato l’omonimo cortometraggio diretto da Leonardo Barone, che riceve vari premi tra i quali il premio della critica all’Istanbul film Festival. Nel 2020 viene pubblicato sempre con Le Mezzelane il nuovo romanzo “L’immagine Malvagia”. Vinco anche la prima edizione del Festival letterario Campano MiDimostro con il racconto “Suona Ancora Il Violino Per Me”. Infine, da un altro mio racconto intitolato “La Goccia” viene realizzato il cortometraggio “La Goccia Maledetta” diretto da Emanuele Pecoraro, che vince il Blood horror Festival di Los Angeles, il premio del pubblico al Niaffs Festival di Siviglia e quello della giuria al Castelli Romani film Festival. Nel 2021 con il racconto “Lo Stalker Di Giada” ho ricevuto il premio speciale della giuria al Festival letterario città di Ascoli Piceno. Sempre quest’anno sono usciti due nuovi lavori. Il primo è un romanzo thriller dal titolo “Quattro Topi Per Un Sadico Gatto” scritto insieme a Claudio Latini, pubblicato dalla casa editrice MontaG. Un giallo a tinte forti che già dal titolo rievoca le atmosfere dei primi gialli di Dario Argento. Il secondo lavoro è un cortometraggio tratto da un mio soggetto dal titolo “Trasgressiva”. La regia è di Giammaria Cauteruccio. Anche in questo caso si tratta di un giallo. Il perché dell’insolito titolo si scoprirà solo vedendolo. Nel 2022 è uscito il cortometraggio “L’inquilino dell’ultimo piano”, tratto dal mio racconto “L’inquietante nottambulo” e diretto da Luca Pincini. Inoltre, ho collaborato al soggetto del cortometraggio “La giostra” diretto da Simone Arrighi. In ultimo, ma non d’importanza, il romanzo “La Bambina Delle Violette” scritto da me insieme a Riccardo Di Gerlando e pubblicato da Le Mezzelane casa editrice. Questo romanzo è tratto dalla sceneggiatura originale di Riccardo Di Gerlando, Alessandro Cracolici e Francesco Basso, alla quale ho dato un mio personale contributo. Di Gerlando, noto regista ligure, ne ha realizzato un mediometraggio thriller/horror altamente visionario e suggestivo dal titolo “Violette” Attualmente sto scrivendo “Cinema Assassino”, una storia del cinema Italiano della paura dagli inizi a oggi.

 

Il libro:

Roberto Ricci, “La bambina delle violette”:

https://www.amazon.it/bambina-delle-violette-Ediz-integrale/dp/8833286487/ref=sr_1_1