Un sogno chiamato piscina | di Betty Scaglione Cimò

0
118
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Ci sono sogni e sogni, alcuni ci trascinano in un mondo di fantasie e tali restano, c’è ne sono molti che stentano a realizzarsi, altri ancora, che, diventano realtà.

Oggi in un’atmosfera gioiosa, presenti personalità politiche, militare, religiose e civili, è stata inaugurata la piscina di Campofiorito.

Una piscina progettata per le disabilità, ma aperta a tutti.

Il sindaco, durante il discorso di apertura dell’evento inaugurale, ha ribadito che la piscina non è solo dei Campofioritani, ma di tutto il territorio.

Numerose le associazioni presenti, tante le famiglie, tantissimi i giovani. Alberto, dell’associazione  NUOVA MENTE, ha dato il benvenuto ai presenti con un sorriso irradiante una nuova luce di speranza.

I giovani, nella loro impossibilità, non si ritengono portatori di disabilità, ma, promotori di speranza e di una nuova abilità che è quella dell’inclusione e dell’accessibilità.

Campofiorito piccolo Borgo dal grande cuore ha realizzato il suo sogno: rendere felici tutti attraverso le attività motorie e quell’essere insieme e condividere sogni e speranze.

Betty Scaglione Cimò