DIABOLIK – I 60 anni del Re del Terrore | di Maria Rosa Bernasconi

0
462
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
In un mondo siam di ladri
Mascherati bene in faccia
Nel caveau gioielli e quadri
Custoditi senza traccia.

 

Il ladro fai di professione
Sei sincero e tu lo ammetti
Di nessuno hai compassione
Non ti sfioran bei concetti.

 

Pensi solo al tuo interesse
Proprio a quello personale
Non partecipi alle messe
Hai la mente criminale.

 

Comei sei lo sanno tutti
E non cerchi di mentire
Le rapine sono i frutti
Che ti fan di più gioire.

 

Sei  fedele alla tua donna
Eva Kant unica e sola
Bionda, bella, mai la gonna
La metà della tua mela.

 

Giri solo sulla Jaguar
Le altre auto non le vuoi
Marchingegni con dei radar
Per fuggire via da noi.

 

I denari che tu rubi
Non ti servon per la droga
Là il tuo cielo è senza nubi
Non la tratti quella roba.

 

Tu non truffi gli ammalati
E i bambini non li tocchi
Comunella no ai prelati
Né coi maghi pei tarocchi.

 

C’è chi accumula ricchezza
E falsifica le carte
Né timore né incertezza
Con imbrogli fatti ad arte.

 

Vivi bene nei rifugi
Non possiedi alcuna casa
E li cambi senza indugi
Strategia che ben si basa.

 

Ginko, l’ispettor rivale
Non ti scova facilmente
E Clerville, città natale
Non t’ingabbia certamente.

 

Bei travestimenti veri
Tuta nera e mai la giacca
Qui da noi pur quelli seri
Cambian spesso la casacca.

 

Usi metodi ben strani
E ti piacciono i coltelli
Noi che ci crediamo umani
Ammazziamo anche i fratelli.

 

E quel magico tuo siero
Penthotal di verità
Pur se l’uomo par sincero
Fa scoprir le falsità.

 

Ti trafiggono i suoi occhi
Con lo sguardo lui t’uccide
Freddi e duri come ghiacci
Nel guardarli nessun ride.

 

Criminale gentiluomo
Ladro e pure un assassino
Due sorelle sotto il Duomo
L’han creato col pennino.

 

Un gran fascino spietato
Abbondanza di carisma
Quando l’hanno disegnato
Non bastava più la risma.

 

E’ Diabolik gran fumetto
che si legge il dì e la sera
Illustrato è sì perfetto
Che ogni storia pare vera.
Maria Rosa Bernasconi
Diabolik ed Eva Kant a Milano