Camminando verso l’oceano il libro di Domenico Scialla che insegna a non arrendersi

0
179
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Ecco il libro di Domenico Scialla:Camminando verso l’Oceano”, dove un’avventura fantastica, una sparizione improvvisa, e viaggi metafisici, accompagnano il lettore in una mistica crescita senza pari.

Il protagonista Rich, insieme alla sua amica di sempre Stefania, saranno le figure intorno alla quale l’intera narrazione prenderà vita, dando spunti di ogni genere.

I personaggi che vi si avvicendano saranno i più disparati, permettendo al lettore un ampio respiro all’interno di tematiche e fatti di vario genere. Il romanzo di Scialla, appare come una sorta di diario on the road, dove la sfida con sé stessi prenderà piede in scenari reali fatti di pioggia, sole e asfalto.

Una delle tematiche principali è senz’altro quella della non resa. L’autore vuole infatti sottolineare di come dinanzi alle difficoltà della vita, bisogna essere corazzati e pronti, senza mai gettare la spugna. Il cammino di Compostela, diviene quindi una sorta di simbolo e metafora della vita, attraverso il quale ognuno di noi viene invitato a lottare fino alla fine per i propri obiettivi, anche laddove le cose risultino dure. La narrazione è veloce, e il susseguirsi di eventi e la presentazione di nuovi personaggi lungo il cammino, permette al lettore di conoscere fatti e figure sempre nuovi. La sensazione che si ottiene è una sorta di finestra aperta, dove di volta in volta si affacciano nuove storie, capaci di emozionare e intrattenere in maniera sapiente. Le storie di tutti se dapprima non sembrano legare in maniera perfetta, successivamente cadranno come in un imbuto verso un’unica metafora generale.

Scialla usa nella sua scrittura diversi simboli e immagini, fornendo uno scritto originale e particolare, fitto di dettagli autentici. Tuttavia, solo alla fine, il lettore potrà capire ciò che è vero e ciò che è stato frutto della mente creativa dell’autore stesso, in una sorta di gioco dove il finto prende sottobraccio il vero, risultando un testo del tutto fuori dal comune.

È un libro che incuriosisce il lettore, accompagnandolo in un cammino tra realtà e surrealismo, attraverso un viaggio personale fatto di porte esterne e interne. Un percorso personale dove il lettore, attraverso le esperienze dell’autore, potrà attraversare sé stesso, in una sorta di crescita esistenziale, dove il dubbio prende per mano la verità.

Un libro dove la quotidianità del cammino si mescola con l’elemento metafisico, fatto di sparizioni improvvise, congetture, e morti inattese. (Miriana Kuntz)

 

Editore: pubblicazione indipendente

Genere: narrativa

Pagine: 175

Anno di Pubblicazione: prima pubblicazione 2020, ristampa 2022