Elena e la casa dal cancello rosso, come Giorgia Meo racconta il concetto di cura e amore per il prossimo

0
312
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

“Elena e la casa dal cancello rosso” è un racconto per bambini e ragazzi a cura di Giorgia Meo, edito da “I libri di Icaro” nel 2022 con le illustrazioni di Rocco Coluccia.
Vengono raccontate nel libro le avventure della piccola Elena: una ragazzina, vivace e intelligente che indaga il mondo che la circonda con grande curiosità e spirito d’iniziativa.

Il personaggio cardine della storia è quello di Elena, bambina graziosa la cui curiosità la spinge a compiere una serie di azioni, che la porteranno ad affrontare un viaggio fantastico senza pari. Al suo fianco, si staglierà un fidato amico a quattro zampe. La figura di Frisky, un cane randagio, la cui vita, prima era scandita da stenti e fame, appare al lettore come una sorta di insegnamento. Meo, racconta l’amore per gli animali, in maniera sapiente, spiegando con tenerezza e sagacia, di come, spesso, un amico a quattro zampe, possa risultare fatale per la risoluzione di eventi e della vita stessa. Attraverso Frisky, il lettore impara il concetto di “cura”, ovvero come sia necessario prendersi cura di un altro, senza chiedere mai nulla in cambio. L’amore per gli animali è un concetto molto ricorrente nel testo dell’autrice. Tutti i personaggi, infatti, sono appartenenti a diverse specie. Frisky sembra incarnare la fedeltà del mondo canino, la rana sembra il “so tutto io” e il gatto randagio, una figura il cui odio e indifferenza del mondo hanno spinto ad avere su la maschera del cattivo.

Il testo di Giorgia Meo, si erge a metafora della vita, su come infatti, il vero tesoro non è un qualcosa che può essere ricercato attraverso a mappe magiche e percorsi intricati, ma è qualcosa che abbiamo accanto, che aspetta di essere curato e amato. Sarà infatti, il fiore di Tilla, simbolo d’amicizia, a curare nel profondo la madre di Elena, venuta al mare, con la speranza che il suo malessere potesse svanire. Il fiore diviene quindi salvifico, e diventa il simbolo di un unione fatta di sforzi, risate, amore e viaggi, alla scoperta di una sola ricchezza, quella del cuore di chi si ama.

Il finale accattivante, permette a tutti i personaggi di tornare sulla scena narrativa, dove appunto, la loro presenza serve a dare un atto conclusivo ad un viaggio introspettivo senza pari, dove senza la presenza di uno, l’altro non può proseguire in maniera serena.

È un libro adatto ad una lettura ad altavoce, capace di riunire grandi e piccoli, intorno alle vicende di animali parlanti, fate colorate e giardini incantati.  E’ un testo dove il valore dell’amicizia e il grande senso etico fanno da padroni indiscussi. Un progetto che affonda le sue radici in questioni etiche, dove l’importanza di trasmettere ai più piccoli il valore della cura, dell’educazione, e dell’amore verso il prossimo, diviene il concetto principale.

Un libro quindi adatto ai più piccoli per la trasmissione di valori positivi, ma anche per i grandi, presi dalla frenesia della vita moderna, incapaci di starsene fermi a pensare, che al di là di un cancelletto rosso, possa esserci un mondo magico capace di incantare.

 

Editore: Icaro Edizioni

Genere: Fantasy per bambini

Numero pagine: 56

Anno di pubblicazione: 2022