Concerti: Il Brass Group mette in scena il Jazz Tzigano. Paulus Schäfer il 2 e 3 dicembre ore 19.00 e 21.30 al Real Teatro Santa Cecilia

0
394
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Il Brass Group mette in scena il Jazz Tzigano. Paulus Schäfer, il chitarrista erede del grande genio musicale Django Reinhard, sul palco col suo trio. 02 e 03 dicembre ore 19.00 e 21.30 – Real Teatro Santa Cecilia

Paulus Schäfer viene paragonato a livello mondiale al gigante del jazz tzigano, Django Reinhard, il chitarrista che ha segnato in modo indelebile l’evoluzione del jazz europeo e americano del Novecento. Grazie infatti alle particolari vibrazioni delle sue corde, l’artista internazionale raggiunge livelli di sviluppo armonico e virtuosismo compositivo uniche del jazz tzigano. Schäfer si esibirà in trio con il concerto “From Django to now” per Brass in Jazz venerdì 2 e sabato 3 dicembre  con doppio turno alle ore 19.00 e 21.30 al Real Teatro Santa Cecilia. Sul palco con lui Carlo Butera alla chitarra e  Mattia Franchina al  contrabbasso.

Paulus Schäfer è figlio di una autentica tradizione tzigana e le corde della sua chitarra seguitano a vibrare lungo il solco di continuità che il grande Django Reinhardt, espressione massima del gipsy jazz, aveva cominciato a tracciare circa cento anni fa, quando ebbe l’intuizione geniale di fondere temi, suoni e ritmi della cultura zingara col jazz degli anni Trenta, musiche entrambe nate e sviluppatesi ai margini delle culture ufficiali. Schäfer è nato nel 1978 a Gerwen, un villaggio dell’Olanda che ospita una folta comunità gitana di etnia Sinti, la stessa che ha dato i natali ai cugini Rosenberg, Jimmy e Stochelo, due tra i più famosi chitarristi di questa speciale musica. Cresciuto nell’ineludibile culto di Reinhardt, il chitarrista ha avuto ottimi maestri in Wasso Grünholz, una leggenda all’interno della comunità Sinti, e nei cugini Rosenberg. Da oltre vent’anni alla testa della Gipsy Band, Schäfer si è imposto come talento tra i più brillanti della sua gene razione, avviando collaborazioni prestigiose con celebrità del calibro di Al Di Meola e Biréli Lagrène. “Into the light” è l’esordio discografico del 2002, cui seguono altri album di successo, l’ultimo dei quali è “Letter to Van Gogh”. Pur procedendo nel solco di una enorme e dichiarata ammirazione per Django Reinhardt, la personalità del suo stile e la cantabilità delle sue corde fanno di Schäfer uno dei musicisti più importanti per lo sviluppo contemporaneo del jazz tzigano.

Musicista molto richiesto, infatti si trova spesso a condividere il palco con artisti come The Rosenberg Trio, Biréli Lagrène, Stochelo Rosenberg, Al Di Miola, Fapy Lafertin, Stephane Wrembel, Jimmy Rosenberg, Tim Kliphuis, Feigeli Prisor, Andreas Öberg , Olli Soikkeli, Gonzalo Bergara, Ritary Gaguenetti, Jan Kuiper, Jan Akkerman, Damir Kukuruzović. Paulus ha un suono particolare, facilmente riconoscibile. Sebbene tutti i suoi album siano fedeli a un suono Gipsy Jazz/Swing distintivo, cerca sempre di renderlo più moderno. Questo non solo per ampliare i propri orizzonti, ma anche per realizzare un suono Gipsy Jazz più rappresentativo per il nostro secolo. Nel 2013 è stato premiato dal Sig. Akimov dell’International Guitar Festival “The World of Guitar” (Kaluga – Federazione Russa) per il suo “contributo speciale allo sviluppo contemporaneo di Gypsy Jazz”.

E’ possibile acquistare online i biglietti collegandosi al sito www.bluetickets.it o tramite i due punti di prevendita, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia (Piazza Santa Cecilia n. 5 – 90133 Palermo – 091\ 88 75 201, 091 88 75 119, dal martedì al sabato a partire dalle 9.30 sino alle 12.30, ed un altro presso Santa Maria dello Spasimo (Via dello Spasimo, n. 15 – 90133 Palermo – 091 77 82 860, 091 77 82 861) dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 15.30 alle 19.30.

Infoline Fondazione The Brass Group: 091 778 2860 – 334.7391972, info@thebrassgroup.it, www.thebrassgroup.it, fb fondazionethebrassgroup.

www.bluetickets.it 

Stagione “Brass in Jazz 2022-2023”