CHI BEN COMINCIA…| di Caterina Civallero

0
310
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

A ragion veduta, gli alchimisti della storia ci hanno insegnato che iniziare il calendario di domenica è davvero di buon auspicio. Il sole, rappresentato dall’elemento oro, simbolo che appartiene al primo giorno dell’anno, contiene una simbologia mitologica e karmica straordinaria. Già, la domenica è il primo vero giorno della settimana, anche se ci hanno abituati a considerare che fosse il lunedì. In alcune lingue il connubio sole-domenica resta intrappolato nel nome, si pensi a Sunday in inglese e Sonntag in tedesco, ma restiamo in Italia che abbiamo già il nostro bel daffare…

Quest’anno iniziamo a sfogliare le pagine delle nostre agende con un Papa in meno, come dovrebbe essere di prammatica e ci faranno compagnia le accise sul costo del carburante, che sono magicamente ricomparse come le vesciche ai piedi quando si indossano scarpe troppo strette. Su nelle sfere celesti Pelè scommette con Siniša Mihajlović sull’esito del prossimo Campionato del Mondo che si narra potrebbe essere giocato su Marte, dove le mazzette valgono di più che in Europa.

Che lo si desideri migliore o uguale al precedente, questo Nuovo Anno ci stupirà comunque con la sua malleabilità, che è tipica di ogni anno, anche di quelli che iniziano di venerdì, che è il giorno della paura (Friday).

Insomma, convinti che il prato accanto al nostro sia più verde, ci spingeremo a sondare nuove esperienze e ipotesi per avvalorare che alla fine un anno vale l’altro e, se si è privi del dono dell’ottimismo, a credere alla sfortuna ci metteremo un attimo.

L’importante è continuare a credere e brindare, festeggiare e prestare attenzione alla scaramanzia: a chi si è scordato di indossare le mutande rosse ieri sera consiglio di riparare passando sotto un ramo di vischio, appeso lì in attesa di recare buona sorte a chi avrà l’ardire, o la pazienza, di fermarcisi sotto un attimo, il tempo di un bacio. Se siete ai tropici e di vischio non se ne vede nemmeno l’ombra, ricordate di gettare alle spalle un oggetto, o un pensiero, che adoperate poco o male e che adesso sarebbe inutile.

Se la superstizione vi sfiora senza coinvolgervi più di tanto andate avanti con la solita certezza che tutto andrà bene perché, si sa, il pensiero positivo funziona: l’energia fluisce dove va l’attenzione.

Il concetto è che qualunque sia la vostra credenza in merito al 2023 lui avrà la docilità di mostrarvi, mese dopo mese, che avrete avuto ragione. Pertanto, se l’audacia vi accompagna di rado, siate miti nei propositi, la via di mezzo, per molti, resta sempre la migliore!

CATERINA CIVALLERO Consulente alimentare, facilitatrice in Psicogenealogia junghiana, scrittrice

Il mio Corso di scrittura alchemica, che aiuta ad affrontare le emozioni per trasformarle in energia creativa, inizia il 17 gennaio 2023.

I miei libri

Mi trovi su Twitter, Facebook, Instagram, Linkedin.

La mia rubrica su MobMagazine si intitola Sotto palese copertura: leggi i miei articoli.

Il mio blog

Conosci La Sindrome del gemello? Visita il sito

 

Previous articleIl cinema secondo Deleuze: cosa è il cinema oggi? Cosa rappresenta per la cultura contemporanea? | di Andrea Giostra
Next articleClaudia Sala in scena per Brass Extra Series con il concerto Percorsi in Note
Caterina Civallero, già coautrice con Maria Luisa Rossi dei tre saggi sul tema de La Sindrome del gemello intitolati Il mio gemello mai nato (Uno Editori 2018), Modalità gemellare (Uno Editori 2019) e Doppi per essere unici (Amazon 2020) scrive da circa quindici anni articoli, racconti, interviste, recensioni, saggi. Nella primavera del 2019 esordisce in campo narrativo con Amapola e la finestra magica − favola per grandi che vogliono crescere; a luglio e settembre dello stesso anno pubblica Figli della terra − Il canto di Nosy Be e Madagascar − un viaggio per liberare due cuori, tutti pubblicati con Amazon e consolida la straordinaria passione che ha dedicato per anni alla scrittura come gosthwriter. Attraverso il percorso olistico, negli anni, ha integrato le sue conoscenze scientifiche e letterarie con le più importanti tecniche di apprendimento evolutivo al fine di creare metodi divulgativi semplici e diretti. È Consulente alimentare, Facilitatrice di Psicogenealogia junghiana e sostiene attraverso i suoi Corsi di scrittura consapevole gli scrittori che desiderano realizzare il sogno di pubblicare un libro. Organizza e conduce seminari e percorsi individuali per favorire la diffusione di un messaggio semplice e fruibile orientato alla gestione dell’alimentazione, della scrittura alchemica e dell’apprendimento delle tecniche di psicobiologia per ottimizzare l’integrazione dei propri talenti. Nel 2020 durante il lock-down ha aiutato, in soli 40 giorni, dieci donne che si sono conosciute su Facebook a correggere, impaginare e pubblicare DONNE e un filo di Seta − dal Social al libro, un progetto editoriale firmato Rosanna Fabbricatore. A luglio 2020 pubblica lo storytelling dal titolo Certe cose capitano solo a te. Nel mese di agosto con Alessandro Zecchinato pubblica Realizzo il mio sogno − Creo Scrivo Pubblico per coinvolgere le persone che desiderano pubblicare un libro in un percorso didattico dinamico e strutturato. A settembre 2020 pubblica Un sorso e un morso, un libro straordinario, ironico e innovativo sull’alimentazione consapevole. Nel mese di ottobre 2020, insieme a Maria Luisa Rossi e Davide Baroni, già autore di Exodus – Il segreto di Mosè – (Lalli Editore 2015) e di Figli delle stelle (Booksprint 2019) pubblica, con la prefazione di Mauro Biglino, La porta d’oro – L'origine dell’immortalità. A dicembre 2021 pubblica, con Alessandro Zecchinato, Lo sviluppo quantico delle parole il libro perfetto per chi desidera ottenere il massimo risultato dalla propria modalità comunicativa; il testo è un ottimo compendio per i corsi di scrittura. Ad aprile 2022 pubblica Clessidre senza sabbia − Sopravvivere all'anoressia un libro che tratta un tema complesso e delicato affrontato in due parti: una narrativa, basata sulla storia di Alice Perdoncin; l'altra, rivolta alle soluzioni terapeutiche. Collabora con piattaforme on-line dedicate a cultura, spettacolo e società: su www.mobmagazine.com cura la rubrica intitolata Sotto palese copertura; scrive inoltre su www.fattitaliani.it e www.5wagora.com.