Ritroviamo noi stessi quando siamo soli | di Mari Onorato

0
111
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La solitudine è un oggetto misterioso quanto affascinante. Amata, odiata, allontanata, ricercata ha contribuito al destino degli uomini.

Non parlo della solitudine dei grandi uomini, ma di quella più semplice che ci accompagna quotidianamente.

La solitudine della gente comune, che vive, lavora, sta insieme con gli altri e non per questo ne è esente, non per questo diverrà mai un esempio per gli altri.

Esiste dunque una solitudine comune, quella dei piccoli gesti quotidiani.

Da quando nasciamo la solitudine ci accompagna.

Non so se sia cosa bella o brutta ma sicuramente è necessaria.

Della solitudine, dunque, non ne possiamo fare a meno.

Ci riconduce ad una perdita, ad un sentirci lontano da ciò che desideriamo, da ciò che amiamo. Ciononostante, guardando il veloce fluire degli eventi quotidiani, ci appare strano che esista questo stato.

Viviamo in un mondo sovraffollato. Le città sono caotiche, le strade ingombre d’auto, gli spazi vitali sempre più ristretti.

Riusciamo a ritrovare una dimensione più “umana” quando troviamo un angolo verde, tranquillo, dove siamo “soli”.

Ritroviamo noi stessi quando siamo soli… poiché la solitudine ci appartiene e ci protegge, come la nostra pelle.

Mari Onorato

Mari Onorato