“Crazy Raffaello”, l’omaggio di Dario Schelfi all’omonima galleria palermitana

0
68
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Trenta opere inedite che raccontano il talento e l’evoluzione stilistica dell’artista. A cura di Massimiliano Reggiani fino al 24 febbraio.

Crazy Raffaello di Dario Schelfi

Un linguaggio espressivo che supera il relativismo culturale e che si connota per l’universalità della percezione visiva e l’assoluta libertà rispetto a schemi e stili consolidati.

È l’arte di Dario Schelfi, tra i talenti pittorici emergenti più apprezzati del “Centro d’arte Raffaello” dove, nella sede di via Emanuele Notarbartolo 9/E, è in corso una sua personale inaugurata lo scorso 3 febbraio e fruibile fino al 24 del mese.
“Crazy Raffaello”, questo il titolo della mostra a cura di Massimiliano Reggiani, è un omaggio all’omonima galleria palermitana che vede alla direzione artistica Sabrina Di Gesaro.

Uno spazio fisico e culturale in cui l’artista palermitano ha mosso i primi passi evolvendosi costantemente e registrando importanti consensi da parte del pubblico, ammaliato dalla forza dei colori che rimangono sullo sfondo quale elemento di una combinazione scomposta e i cui tasselli trovano equilibri e collocazioni inusuali.
Uno stile avulso dalla tradizione e dall’ortodossia caratterizza la pittura di Dario Schelfi: comprenderla diventa intuitivo e spontaneo, perché essa è connaturata e prescinde dalle lingue, dai valori e dalle consuetudini.

“Siamo felici – spiega la dottoressa Sabrina Di Gesaro – di presentare l’ultima produzione dell’artista, fantasioso, innovativo e sensibile, capace di percepire la luce naturale nelle situazioni più disparate”.

Nelle sue tele, la natura è protagonista assoluta: un altrove dove l’uomo contemporaneo trova rifugio dalle ossessioni urbane e dalle inquietudini della quotidianità.
“I gialli, i rossi e i blu– spiega il direttore artistico – rimandano alla ricchezza cromatica del paesaggio siciliano e affondano le radici nella profondità della terra: l’artista riesce a donare un’immagine fluida e dinamica in cui i colori sembrano danzare”.

“Le sue opere esprimono la capacità di totale astrazione dell’artista – spiega il curatore Massimiliano Reggiani – che sente gli echi di un mondo più ampio, un luogo reale e atmosferico che racchiude e ingloba la rete di strade e palazzi, di vicoli e traffico incolonnato, di moltitudini indaffarate che fluiscono e frusciano come foglie nel vento”.

“Crazy Raffaello” propone le creazioni più recenti dell’artista, e rappresenta l’evoluzione della serie “Flowers”: una trentina di opere inedite, ultimo approdo di una ricerca stilistica incessante che diventa espressione tangibile di un’arte dinamica, fluida e priva di condizionamenti.

La personale sarà visitabile, con ingresso libero e gratuito, tutti i giorni –  tranne la domenica, il lunedì mattina e i festivi – dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 19:30.

L’esposizione sarà fruibile anche nella piattaforma web raffaellogalleria.com nella sezione dedicata “Mostra in corso”.