“Realizzare i propri sogni” ǀ Intervista ad Andrea Ansevini e Sara Marino ǀ di Maria Teresa De Donato

0
355
Condividi l'articolo, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Oggi sono lieta di presentarvi Andrea Ansevini e Sara Marino, due amici e colleghi-autori che ho avuto il piacere di conoscere qualche tempo fa e di cui io stessa sono stata ospite con un altro autore, Vinicio Salvatore Di Crescenzo, sul loro canale Youtube

Andrea e Sara sono molti attivi sui socials (e non solo). Sono due ragazzi in gamba, semplici, intelligenti eed altrettanto determinati ad avere successo nella Vita e che ammiro molto. È un piacere averli conosciuti e poterli considerare non solo colleghi, ma anche amici.

Per quanto riguarda il titolo che ho dato a questa nostra intervista, sono stata ispirata dal consiglio che proprio i nonni di Sara le hanno dato sin da bambina: Non smettere mai di lottare se vuoi realizzare i tuoi sogni”, pensiero che condivido appieno.

Tanti sono gli aspetti da considerare con loro e, quindi, proprio come direbbe Sara “Lancio la palla” a loro.

 

MTDD: Ciao Andrea, ciao Sara. Benvenuti sul mio Blog e Salotto Culturale Virtuale. Sono molto felice di avervi miei ospiti oggi.

AA: Ciao Maria Teresa grazie per averci ospitato con te.

SM: Ciao Maria Teresa grazie per l’ospitalità.

 

MTDD: Iniziamo con il presentarci ai nostri lettori: Chi siete, cosa fate nella vita e qualsiasi altra informazione desideriate condividere con il nostro pubblico.

SM: Io sono Sara Marino, sono nata a Prato il 6 gennaio del 79. Nella vita ho fatto molti lavori ma purtroppo causa Covid, adesso sono a casa. Ho una grande passione nella lettura, nella scrittura e nella pittura e in tutto ciò che si nasconde nell’oscurità e che risvegli la mia fantasia.

AA: Io sono Andrea Ansevini, sono nato in Ancona il 30 aprile 1979. Nella vita sono impiegato in una ditta di elettronica nel settore della citofonia come operaio collaudatore. Ho molte passioni. La scrittura in primis ma ho anche la passion per la musica e la fotografia, tutto ciò che riguarda la fantasia, perchè non la fantasia non mi è mai mancata.

 

MTDD: Domanda d’obbligo: Come siete approdati alla scrittura e conseguente pubblicazione dei vostri libri?

AA: Sono approdato alla scrittura nel lontano 1990-91 per puro caso a 11 anni. Un giorno ho scritto un pensiero che avevo in mente ed è nata così una prima rudimentale poesia. Ai libri ci sono arrivato nel 2010 dato che spesso mi piace mettermi in gioco. Avendo già all’attivo diverse poesie, mi sono cimentato in seguito con i racconti e non mi bastavano, così mi sono detto “perchè non provare a scrivere un romanzo?” E così ho fatto. Nel 2015 ho pubblicato in self il mio primo romanzo.

Nel 2016 ho conosciuto Rita Angelelli de Le Mezzelane Casa Editrice a una serata benefica che avevo ideato e organizzato con una bibliotecaria di un paese qui vicino per raccogliere fondi per i terrmotati del centro Italia. Quella sera ho conosciuto per la prima volta Rita, ci siamo scambiati i contatti e ho inviato a lei un mio romanzo che avevo terminato da poco: il noto “Oltre la porta”.

SM: Sono approdata alla scrittura da sempre, fin dai 15 anni, ma I primi lavori che ho scritto, resteranno nel cassette per sempre. Una decina di anni, ho deciso di dare più peso al mio sogno lasciando che la mia fantasia creasse la saga di Rebecca e Marcus dove ho potuto dare il via alle mie idee sui vampire e sulla loro vita immortale. Sono arrivata alla pubblicazione nel giugno 2017 scoprendo Le Mezzelane Casa Editrice su Facebook

 

MTDD: Andrea so che tu hai partecipato già a numerosi concorsi letterari ricevendo anche menzioni speciali e d’onore.

Perché ritieni importante partecipare a questi concorsi e con quale criterio scegli a quali prendere parte?

AA: Ho deciso di partecipare a questi concorsi sempre per il mio mettermi in gioco di continuo come al solito ed essere anche un modo di confrontarmi con altre persone che hanno la mia stessa passione, indipendemente dal risultato perchè l’importante è partecipare. Non li cito perchè sono moltissimi i concorsi a cui ho preso parte e moltissimi appunto come hai detto i premi vinti e menzioni varie ricevute. Tra tutti sono 42 i premi ricevuti tra coppe, targhe e medaglie.  La scelta la faccio solo sui concorsi gratuiti, raramente ogni tanto anche a pagamento.

 

MTDD: Sara, non so se anche tu hai partecipato a concorsi letterari e ricevuto riconoscimenti. Qualunque sia il caso, puoi spiegarci la tua esperienza e la tua personale veduta quale autrice sull’eventuale partecipazione o meno ad essi?

SM: Ho partecipato raramente a concorsi letterari, ho preso parte a due concorsi letterari con Le Mezzelane Casa Editrice. Uno su racconti horror “Oscure presenze”, dove un mio racconto non è arrivato finalista ma è nell’antologia. L’altro per il concorso letterario “Non è colpa tua” antologia sui disturbi e bullismo dove è presente anche li un mio racconto. Trovo che l’esperienza dei concorsi letterari sia interessante ed importante come momento di crescita per uno scrittore alle prime armi quindi consiglio di affacciarsi alcune volte in questo mondo.

 

MTDD: Parlateci delle vostre pubblicazioni, dei generi, temi trattati, a quali dei vostri libri ed eventualmente personaggi siete più affezionati e perché.

SM: Il genere che preferisco è sicuramente il fantasy. Amo ogni sfaccettature e ogni creatura del genere, imemrgendomi in ogni storia. Nei miei libri, il “Mostro” in realtà nella maggior parte delle volte non è tale fino in fondo. I loro sentimenti, le loro emozioni sono sempre pure e sincere. Amo tutti I miei personaggi, ma I protagonisti della saga di Rebecca&Marcus hanno un posto speciale nel mio cuore, essendo stati creati in un periodo molto particolare per me. In questo momento però ho una nuova saga, con quattro Fratelli vampiro, cui sento un legame molto forte.

AA: Il mio genere preferito è il fantasy in primis. Adoro poi l’horror, il gotico e il noir. Mi piace molto fantasticare ed essere parte della storia, infatti spesso ci sono anche io come Andrea Ansevini nelle mie storie. Mi piace vivere con i miei personaggi che creo e che vivono come me trasmettendo qualche messaggio che attire il lettore nella storia. Del mio romanzo “Oltre la porta” sono affezionato a Michele, perchè è uno di noi e in molti ci si possono ritrovare a vivere le situazioni che gli capitano e gli voglio bene come fosse mio fratello. Ho molti progetti, uno su tutto un noir che ho inviato alla CE e spero verrà alla luce presto, inoltre sono affezionato anche a Pinocchio dato che a breve uscirà il seguito del noto libro di Collodi che tutti conosciamo, inoltre, anche se ancora è un manoscritto che ho al pc mi sono affezzionato a un libro, “La più bella estate della mia vita” perchè racconto di una storia toccante accaduta realmente al fratello di un mio amico carissimo.

 

MTDD: Siete entrambi molto attivi sui socials sia con i vostri profili personali sia con le vostre rispettive pagine di autori ed in modo particolare sui vostri profili dove postate regolarmente video-interviste che fate ad altri scrittori e che poi caricate anche sui vostri canali Youtube.

Com’è nata l’idea, perché avete pensato di gestire le interviste insieme e qual è stata sino ad ora la vostra esperienza con i vari autori che avete incontrato anche se solo virtualmente?

AA: L’idea ci è nata assieme nei primi mesi di febbraio e si è concretizzata maggiormente a marzo durante il lockdown. Ci piaceva fare delle presentazioni assieme che purtroppo non è stato possibile, così abbiamo optato per quelle online e ci siamo iniziati a organizzare.

L’esperienza con gli autori è stata una conseguenza successiva. Vedendo che molti facevano queste presentazioni online io e Sara ci siamo detti di fare qualcosa anche noi. A una nostra presentazione online abbiamo lanciato questa sfida e la gente ci ha risposto entusiasta ed è stata un successo senza precedenti.

SM: Come detto da andrea, la clausura dovuta al Covid, ci ha spinto nel tentare un’avventura che all’inizio doveva restare solo tra di noi, ma che poi, ampliata agli altri autori, ci ha aperto un mondo nuovo, nuove amicizie, libri bellissimi e legami che sono e spero dureranno per molto.

 

MTDD: Tralasciando l’emergenza Covid che di fatto ha sconvolto la vita di noi tutti, come trascorrete il vostro tempo libero? Avete altre passioni o hobbies che coltivate?

SM: Io oltre allo scrivere, leggo libri di ogni genere e anche molti manga. Adoro poi passare spesso le ore libere, nel disegnare con varie tecniche. Matite, pennarelli, acquarelli, su tela, su vetro.

AA: Oltre a scrivere, leggo molto libri di qualsiasi genere. Mi piace molto comporre musica, andare a fare passeggiate e fare fotografie a paesaggi e sfondi che poi uso come sfondo per i miei testi poetici dato come detto ho la passione per la fotografia, infatti prima non l’ho detto, ma faccio anche servizi fotografici.

 

MTDD: I libri che avete pubblicato sono numerosi ed è impossibile trattarli tutti in maniera approfondita in un’unica intervista. Rimandiamo dunque alla prossima. Nel frattempo tutti coloro che desiderassero acquistarli o semplicemente contattarvi, in che modo potranno farlo?

(NOTA: Andrea e Sara, qui potete inserire links d’acquisto, emails, blog e siti web, etc.)

AA: http://negozio.lemezzelane.eu/testimonial/andrea-ansevini

https://www.facebook.com/andrea.ansevini/

https://www.facebook.com/andreaansevini79

http://negozio.lemezzelane.eu/prodotto/oltre-la-porta-carta

https://www.amazon.it/Oltre-porta-Andrea-Ansevini-ebook/dp/B077S91RBY

 

SM: https://www.amazon.it/SARA-MARINO/e/B0775VPJ5T?ref=sr_ntt_srch_lnk_2&qid=1613064006&sr=8-2

http://negozio.lemezzelane.eu/testimonial/sara-marino

https://www.facebook.com/marinosara79

 

MTDD: Grazie Sara ed Andrea per aver accettato questo incontro. Vi aspetto con piacere per una prossima intervista.

SM: Grazie di cuore a te e speriamo di risentirci alla prossima occasione.

AA: Grazie a te per l’ospitalità e a presto con altre occasioni, dato ne avrò molte sia da solo che in collaborazione, tra cui appunto con anche con la qui presente Sara.  (Concludete voi)

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82